Giovedì 22 Agosto 2019 | 22:22

NEWS DALLA SEZIONE

La curiosità
Barletta, una Pizza «Art» per Fiorella Mannoia

Barletta, una Pizza «Art» per Fiorella Mannoia

 
L'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
Il caso
Miasmi a Barletta «salta» il Consiglio. A Trani controlli in azienda sospetta

Miasmi a Barletta «salta» il Consiglio. A Trani controlli in azienda sospetta

 
L'opificio
Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

Trani, l’ex segheria diventerà un centro commerciale

 
Il caso
Barletta appestata da puzza nauseante: cittadini costretti a chiudersi in casa

Barletta, puzza in città: la fonte è una azienda di scarti animali

 
Il furto
Barletta, ruba monete dalla cassetta delle offerte: arrestato

Barletta, ruba monete in chiesa dalla cassetta delle offerte: arrestato

 
Cervelli in fuga
Da Bisceglie in Olanda: la storia di Anna, biologa contro il cancro al fegato

Da Bisceglie in Olanda: la storia di Anna, biologa contro il cancro al fegato

 
In Sicilia
Turista pugliese bloccato nella riserva dello Zingaro: il salvataggio è spettacolare

Turista pugliese bloccato nella riserva dello Zingaro: il salvataggio è spettacolare

 
L'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 
I numeri
Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoInquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

 
PotenzaInquinamento
Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

 
FoggiaLa condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
BrindisiIl provvedimento
Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker

Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker
A Massafra in cella 46enne

 
LecceSalento e movida
Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

Lecce, l'amarezza dei gestori delle discoteche dopo il blitz: noi estranei

 
MateraDalla Gdf
Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

 

i più letti

Il caso

Barletta, sindaco insultato su Facebook sporge denuncia

Con linguaggio e aggettivi diffamanti ha accusato il primo cittadino Cannito di dare a mangiare ai politici e non pensare ai cittadini

Barletta, il primo giornodi lavoro del nuovo sindaco

Chissà perchè si ritiene che l’universo sconfinato di internet sia un terreno dove camminare lungo i sentieri della sempre più praticata arte dell’insultare e del diffamare.
I così detti «leoni da tastiera», ma sarebbe il caso di ribattezzarli come «sciacalli da tastiera», ritengono di godere di una sorta di speciale immunità. E, sopratutto, impunità. Ma, in realtà, le cose non stanno affatto così. Del resto è bene ribadire che qualunque cosa venga fatta sui social network è facilmente tracciabile da parte degli investigatori. Per di più, come per tutti comuni mortali, il Codice Penale si applica anche a chi commette reati su internet.

Un esempio? Dalle minacce alla diffamazione. E tanto altro. A far valer le proprie ragioni e al fine di «vedere tutelata la mia onorabilità e quella della Città che mi onoro di servire» ci ha pensato il sindaco di Barletta Cosimo Cannito. Ieri mattina ha preso carta e penna e al Commissariato di Pubblica Sicurezza ha firmato una denuncia contro un uomo barlettano che lo aveva «pesantemente insultato» con un commento su un social network.

L’uomo, con un linguaggio non proprio diplomatico, ha appellato il sindaco con aggettivi «diffamanti». Ma non solo. «Mi ha accusato di dare a mangiare ai politici e non pensare ai cittadini» ha riferito alla Gazzetta il sindaco. «Accetto tutte le critiche come è giusto che sia. Ma non tollero, in nessuna maniera, che si possa pensare di offendermi così barbaramente. Mi sono state mosse accuse che mi fanno male ed è giusto che mi difenda. Spero che questo mio gesto possa essere un segnale tendente a far comprendere che non ci si comporta mai in questa maniera sui social e nella vita reale», ha concluso il sindaco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie