Giovedì 18 Luglio 2019 | 10:40

NEWS DALLA SEZIONE

Il rogo
Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

 
Sicurezza e piano traffico
Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

Jova Beach Party, sindaco di Barletta: «Grande occasione per la città»

 
Rifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
Il caso
Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

 
Il caso
Barletta, sindaco insultato su Facebook sporge denuncia

Barletta, sindaco insultato su Facebook sporge denuncia

 
Arte in cucina
Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

 
La paura
Barletta, 50enne grave dopo puntura di vedova nera: salvato da antidoto

Barletta, 50enne grave dopo puntura di vedova nera: salvato da antidoto

 
Il festival
Trani è tutta un tango con Zotto e Guspero, tra i ballerini più bravi al mondo

Trani è tutta un tango con Zotto e Guspero, tra i ballerini più bravi al mondo

 
Rifiuti sospetti
Barletta, degrado in via Bellini: scatta denuncia al Noe

Barletta, degrado in via Bellini: scatta denuncia al Noe

 
Il bilancio
Maltempo, la grandinata distrugge le percoche di Loconia

Maltempo, la grandinata distrugge le percoche di Loconia

 
La nota
Bisceglie, chiusura ostetricia: Ministero smentisce Regione. «Mai chiesto stop»

Bisceglie, chiusura punto nascita, Ministero smentisce Regione: «Mai chiesto stop»

 

Il Biancorosso

Oggi amichevole con la FiorentinaCornacchini darà spazio a tutti

Oggi amichevole con la Fiorentina, Cornacchini darà spazio a tutti

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceBlitz polizia
Droga, operazione anti-spaccio a Livorno: 10 misure cautelari anche a Lecce

Droga, operazione anti-spaccio a Livorno: 10 misure cautelari anche a Lecce

 
BrindisiDestinate a una ditta laziale
Porto Brindisi: sequestrate 18mila Dr. Martens false, 3 denunce

Porto Brindisi: sequestrate 18mila Dr. Martens false, 3 denunce

 
BariAl San Giacomo
Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati

Monopoli, furbetti del cartellino in ospedale: 13 arresti e 30 indagati
Coinvolti anche due primari

 
BatIl rogo
Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

Bisceglie, fiamme in un locale della movida: indagini in corso

 
FoggiaEmergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

 
TarantoAccordo d'intesa
Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

Arcelor Mittal, da incontro azienda-sindacati nasce task force sicurezza

 
PotenzaIl progetto
Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

Potenza, l'idea del sindaco: «Da oggi saremo una città in fiore»

 
Materadalla Polizia stradale
Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

Sfruttava 5 albanesi irregolari come braccianti: denunciato 61enne nel Materano

 

i più letti

Fino a 500 euro a notte

Jovanotti a Barletta, polemica sui prezzi alle stelle dei B&B

Grande attesa per il Jova Beach Party del 20 luglio, ma le stanze per pernottare sono troppo care

Jovanotti a Barletta, polemica sui prezzi alle stelle dei B&B

La notizia è di quelle destinate a suscitare clamore o quantomeno a sollevare il solito vespaio di polemiche (già avvenute nel corso di una seduta del Consiglio comunale). Il soggiorno per una notte di due persone in alcuni bed&breakfast, dal sabato 20 luglio alla domenica 21 luglio, costerà la modica cifra di 500 euro. Non è una bufala o una fake news.
È una segnalazione-denuncia che circola da qualche giorno sui social network e confermata dalla consultazione sui siti specializzati. Questo è il prezzo, quasi quintuplicato, di una stanza fissato da alcune (non tutte, fortunatamente) strutture ricettive della città in occasione del Jova Beach Party, l’evento-tour di Lorenzo Jovanotti che farà tappa a Barletta (location, Litoranea di Ponente) sabato 20 luglio. Ai 500 euro di un noto bed&breakfast si aggiungono i 400 euro applicati da un altro b&b che, addirittura, non ha più disponibilità di stanze per quel giorno!

Praticamente, stanze di b&b che nei giorni normali non vanno oltre i 100 euro al giorno, in occasione del Jova Beach Party, costeranno 4/5 volte di più. Chiaramente la circostanza crea non poche perplessità e per certi versi suscita stupore e l’indignazione di quei cittadini che quotidianamente devono sbracciarsi e adoperarsi per affrontare le difficoltà della vita. E, a ragion veduta, le reazioni e i commenti sul post pubblicato su Facebook, sono di sdegno al grido di vergogna. Ma non manca chi tira in ballo la normalità dei suddetti prezzi. Difatti, sembra che l’applicazione di quei prezzi rientri nella forbice fissata dalla legge regionale che consente di praticare il prezzo da un minimo ad un massimo. Ciò non toglie che desti scandalo chiedere 500 euro per una stanza di b&b.

In buona sostanza, i gestori sfrutterebbero l’occasione di guadagnare di più in occasione di eventi eccezionali, qual è - appunto - il Jova Beach Party che riverserà a Barletta migliaia e migliaia di persone, non solo dalla città e dalla Puglia, ma soprattutto da fuori regione.
Insomma il Jova Beach Party sarà un «vero affare» per molti, non solo per gli organizzatori: dai gestori di strutture ricettive, ristoranti, pub, venditori di bibite. E a questi aggiungiamo quei cittadini che attraverso i social stanno mettendo a disposizione, previo pagamento in affitto, stanze dei propri appartamenti, sottani al momento liberi e altro. Probabilmente alcuni potrebbero anche concedere spazi su balconi e terrazze, come avviene in località del Salento.

Oltre ai commenti sui vari social, Alessandro Zagaria del Collettivo Exit è fra i primi ad intervenire alla Gazzetta. «È incredibile che per dormire una notte in una delle strutture ricettive della nostra città si debba arrivare a pagare 500 euro. Chissà perché poi queste cifre astronomiche vengano richieste nella data del 20 luglio; forse perché ci sarà il concerto di Jovanotti e a Barletta sono previste numerose persone che arriveranno da altre città e quindi hanno la necessità di fermarsi per dormire? Questa non è altro che una forma di esagerazione bella e buona. Chiaramente le istituzioni cittadine fanno finta di nulla, come se la cosa non gli riguardasse. In passato sono state sempre pronte ad intervenire con controlli e sanzioni assurde nei confronti di quelle attività del centro storico che organizzavano e organizzano eventi culturali gratuiti, mentre in questo caso si girano dall’altra parte».

LA REAZIONE DEL VICESINDACO LANOTTE - Prezzi alle stelle in alcuni bed&breakfast in occasione del Jova Beach Party, il concerto di Lorenzo Jovanotti che farà tappa a Barletta il prossimo 20 luglio: continuano le reazioni sui social network, la maggior parte di critica e sdegno.

Da parte delle istituzioni locali, invece, c’è da registrare l’intervento di Marcello Lanotte, vicesindaco con delega alle attività produttive ed economiche. Lanotte registra la segnalazione e si è già adoperato per verificare la circostanza nell’ottica di tutelare l’immagine della città che, sul piano turistico e ricettivo, non può essere scalfita da situazioni particolari ad opera di talune attività. «Con rammarico - dichiara in una nota alla Gazzetta, il vicesindaco Lanotte - apprendiamo che ci sarebbero tentativi di speculazione commerciale da parte di qualche attività ricettiva della nostra città durante le giornate in cui Barletta ospiterà il concerto di Jovanotti. O, per l’esattezza, abbiamo verificato l’effettiva fondatezza della circostanza riferita, ma dobbiamo ridimensionare l’evento ad una sola attività».

«Peraltro - tiene a sottolineare Lanotte - è giusto che i cittadini sappiano come l’Amministrazione comunale, sin dal mese di gennaio ha iniziato ad instaurare un proficuo confronto con le attività di ristorazione e ricettive per garantire ai turisti e i visitatori della nostra Barletta, un trattamento economico congruo e non speculativo. E dobbiamo dire che questo è accaduto».
«Certamente - sostiene nello specifico il vicesindaco Marcello Lanotte - si tratta di qualcuno che non si rende conto del grave danno che rischia di arrecare all’immagine della nostra città ed ai suoi tanti cittadini laboriosi che sempre hanno lasciato un buon ricordo di accoglienza ai visitatori di Barletta».
«Quest’anno - conclude Marcello Lanotte - abbiamo investito importanti risorse economiche per rilanciare il marketing territoriale della nostra città e siamo convinti che, quando tireremo le somme, i risultati saranno positivi grazie alla collaborazione ed al gioco di squadra di tutti i soggetti coinvolti dall’Amministrazione comunale agli operatori economici del settore».

Ricordiamo che, attraverso una segnalazione sui social network e riscontratane la veridicità sui siti specializzati, si è venuti a conoscenza che per il soggiorno di due persone in alcuni bed&breakfast cittadini, nella notte che va dal sabato 20 luglio (giorno dell’evento) alla domenica 21 luglio, sono stati fissati prezzi a camera che vanno dai 440 ai 500 euro. Addirittura in uno di questi b&b le camere sono esaurite. In un altro c’è solo la disponibilità di una sola stanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie