Lunedì 18 Gennaio 2021 | 10:25

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 

Il Biancorosso

Serie C
Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

Bisceglie-Bari: 0-1, vittoria dei galletti con gol di Antenucci all'87'

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Manfredonia, il vaccino non c'è: cittadini in ansia

Manfredonia, il vaccino non c'è: cittadini in ansia

 
PotenzaLa decisione
Foto Tony Vece

Potenza, causa neve chiuse tutte le scuole il 18 gennaio

 
LecceL'incidente
Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

Taurisano, moto si schianta contro un muro: morto 35enne

 
BariL'appello
Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

Valenzano, bimbo affetto da SMA, scatta gara di solidarietà sui social: «Aiutiamo il piccolo Paolo»

 
TarantoI numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
Brindisia S. Michele Salentino
Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

Nonna Maria festeggia 106 anni: è la più longeva della provincia di Brindisi

 
MateraL'annuncio
Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

Asm di Matera: dal 18 gennaio riapre il Cup di via Matteotti

 
BatMaltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 

i più letti

Fino a 500 euro a notte

Jovanotti a Barletta, polemica sui prezzi alle stelle dei B&B

Grande attesa per il Jova Beach Party del 20 luglio, ma le stanze per pernottare sono troppo care

Jovanotti a Barletta, polemica sui prezzi alle stelle dei B&B

La notizia è di quelle destinate a suscitare clamore o quantomeno a sollevare il solito vespaio di polemiche (già avvenute nel corso di una seduta del Consiglio comunale). Il soggiorno per una notte di due persone in alcuni bed&breakfast, dal sabato 20 luglio alla domenica 21 luglio, costerà la modica cifra di 500 euro. Non è una bufala o una fake news.
È una segnalazione-denuncia che circola da qualche giorno sui social network e confermata dalla consultazione sui siti specializzati. Questo è il prezzo, quasi quintuplicato, di una stanza fissato da alcune (non tutte, fortunatamente) strutture ricettive della città in occasione del Jova Beach Party, l’evento-tour di Lorenzo Jovanotti che farà tappa a Barletta (location, Litoranea di Ponente) sabato 20 luglio. Ai 500 euro di un noto bed&breakfast si aggiungono i 400 euro applicati da un altro b&b che, addirittura, non ha più disponibilità di stanze per quel giorno!

Praticamente, stanze di b&b che nei giorni normali non vanno oltre i 100 euro al giorno, in occasione del Jova Beach Party, costeranno 4/5 volte di più. Chiaramente la circostanza crea non poche perplessità e per certi versi suscita stupore e l’indignazione di quei cittadini che quotidianamente devono sbracciarsi e adoperarsi per affrontare le difficoltà della vita. E, a ragion veduta, le reazioni e i commenti sul post pubblicato su Facebook, sono di sdegno al grido di vergogna. Ma non manca chi tira in ballo la normalità dei suddetti prezzi. Difatti, sembra che l’applicazione di quei prezzi rientri nella forbice fissata dalla legge regionale che consente di praticare il prezzo da un minimo ad un massimo. Ciò non toglie che desti scandalo chiedere 500 euro per una stanza di b&b.

In buona sostanza, i gestori sfrutterebbero l’occasione di guadagnare di più in occasione di eventi eccezionali, qual è - appunto - il Jova Beach Party che riverserà a Barletta migliaia e migliaia di persone, non solo dalla città e dalla Puglia, ma soprattutto da fuori regione.
Insomma il Jova Beach Party sarà un «vero affare» per molti, non solo per gli organizzatori: dai gestori di strutture ricettive, ristoranti, pub, venditori di bibite. E a questi aggiungiamo quei cittadini che attraverso i social stanno mettendo a disposizione, previo pagamento in affitto, stanze dei propri appartamenti, sottani al momento liberi e altro. Probabilmente alcuni potrebbero anche concedere spazi su balconi e terrazze, come avviene in località del Salento.

Oltre ai commenti sui vari social, Alessandro Zagaria del Collettivo Exit è fra i primi ad intervenire alla Gazzetta. «È incredibile che per dormire una notte in una delle strutture ricettive della nostra città si debba arrivare a pagare 500 euro. Chissà perché poi queste cifre astronomiche vengano richieste nella data del 20 luglio; forse perché ci sarà il concerto di Jovanotti e a Barletta sono previste numerose persone che arriveranno da altre città e quindi hanno la necessità di fermarsi per dormire? Questa non è altro che una forma di esagerazione bella e buona. Chiaramente le istituzioni cittadine fanno finta di nulla, come se la cosa non gli riguardasse. In passato sono state sempre pronte ad intervenire con controlli e sanzioni assurde nei confronti di quelle attività del centro storico che organizzavano e organizzano eventi culturali gratuiti, mentre in questo caso si girano dall’altra parte».

LA REAZIONE DEL VICESINDACO LANOTTE - Prezzi alle stelle in alcuni bed&breakfast in occasione del Jova Beach Party, il concerto di Lorenzo Jovanotti che farà tappa a Barletta il prossimo 20 luglio: continuano le reazioni sui social network, la maggior parte di critica e sdegno.

Da parte delle istituzioni locali, invece, c’è da registrare l’intervento di Marcello Lanotte, vicesindaco con delega alle attività produttive ed economiche. Lanotte registra la segnalazione e si è già adoperato per verificare la circostanza nell’ottica di tutelare l’immagine della città che, sul piano turistico e ricettivo, non può essere scalfita da situazioni particolari ad opera di talune attività. «Con rammarico - dichiara in una nota alla Gazzetta, il vicesindaco Lanotte - apprendiamo che ci sarebbero tentativi di speculazione commerciale da parte di qualche attività ricettiva della nostra città durante le giornate in cui Barletta ospiterà il concerto di Jovanotti. O, per l’esattezza, abbiamo verificato l’effettiva fondatezza della circostanza riferita, ma dobbiamo ridimensionare l’evento ad una sola attività».

«Peraltro - tiene a sottolineare Lanotte - è giusto che i cittadini sappiano come l’Amministrazione comunale, sin dal mese di gennaio ha iniziato ad instaurare un proficuo confronto con le attività di ristorazione e ricettive per garantire ai turisti e i visitatori della nostra Barletta, un trattamento economico congruo e non speculativo. E dobbiamo dire che questo è accaduto».
«Certamente - sostiene nello specifico il vicesindaco Marcello Lanotte - si tratta di qualcuno che non si rende conto del grave danno che rischia di arrecare all’immagine della nostra città ed ai suoi tanti cittadini laboriosi che sempre hanno lasciato un buon ricordo di accoglienza ai visitatori di Barletta».
«Quest’anno - conclude Marcello Lanotte - abbiamo investito importanti risorse economiche per rilanciare il marketing territoriale della nostra città e siamo convinti che, quando tireremo le somme, i risultati saranno positivi grazie alla collaborazione ed al gioco di squadra di tutti i soggetti coinvolti dall’Amministrazione comunale agli operatori economici del settore».

Ricordiamo che, attraverso una segnalazione sui social network e riscontratane la veridicità sui siti specializzati, si è venuti a conoscenza che per il soggiorno di due persone in alcuni bed&breakfast cittadini, nella notte che va dal sabato 20 luglio (giorno dell’evento) alla domenica 21 luglio, sono stati fissati prezzi a camera che vanno dai 440 ai 500 euro. Addirittura in uno di questi b&b le camere sono esaurite. In un altro c’è solo la disponibilità di una sola stanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie