Lunedì 16 Settembre 2019 | 08:46

NEWS DALLA SEZIONE

La lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
La difesa
Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

 
Nel nordbarese
Barletta, 17enne con marijuana e cocaina in casa: arrestato

Barletta, 17enne con marijuana e cocaina in casa: arrestato

 
Nel Nordbarese
Andria, nega precedenza e viene accoltellato davanti a moglie e figlia: muore 28enne

Andria, nega precedenza, muore accoltellato davanti a moglie e figlio Fermato 50enne

 
Il campione
Mennea, a 40 anni dal record i numeri e le curiosità sul barlettano che ha cambiato la storia della corsa

Mennea, a 40 anni dal record i numeri e le curiosità sul barlettano

 
Giustizia svenduta
Trani, magistrati arrestati: anche Nardi pronto a dire la sua verità

Trani, magistrati arrestati: anche Nardi pronto a dire la sua verità

 
L'inchiesta continua
Trani, «Giustizia svenduta»: ora Stato e Avvocatura chiedono i danni

Trani, «Giustizia svenduta»: ora Stato e Avvocatura chiedono i danni

 
Il caso
Margherita di Savoia, rete da pesca a strascico in mare per sfuggire ai controlli: recuperata

Margherita di Savoia, rete da pesca a strascico in mare per sfuggire ai controlli: recuperata

 
Il braccio di ferro
Trani, vertenza Piramide: via al braccio di ferro, preoccupazione per i dipendenti

Trani, vertenza Piramide: via al braccio di ferro, preoccupazione per i dipendenti

 

Il Biancorosso

Serie C
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeIncidente stradale
Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

Massafra, perde il controllo della moto e si schianta: morto 48enne

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

 
BatLa lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
BariAlla Campionaria
Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: sala gremita per il Maestro

Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: «Non posso suonare, smettete di chiedermelo»

 
Foggiai roghi
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
LecceSulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
PotenzaA reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
MateraNel Materano
Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

 

i più letti

Ma è polemica

Andria, i soldi delle multe per aggiustare le strade

L'ex assessore Matera: «Veniva già fatto»

Andria, i soldi delle multe per aggiustare le strade

I proventi delle sanzioni amministrative saranno destinati alla manutenzione delle strade.


Soddisfatta Forza Italia - Una decisione a cui plaude il partito di Forza Italia il cui coordinatore cittadino, Nicola Fuzio, in una nota scrive: «Gli strascichi della fallimentare gestione amministrativa dell’ex sindaco Giorgino, con il contribuito determinate del suo fido assessore Matera, continuano a essere sotto gli occhi di tutti. Per fortuna, tuttavia, il nuovo corso messo in atto dal Commissario Straordinario, dott. Gaetano Tufariello, sembra stia iniziando a produrre gli effetti sperati. Ci giunge infatti notizia che il Commissario avrebbe modificato la delibera di giunta n. 27 del 2 marzo scorso, in cui venivano destinate ingenti somme, recuperate attraverso i proventi delle sanzioni amministrative, per non meglio precisati e fumosi “momenti progettuali”: ben 90.000 euro».
«Già all’epoca avevamo avanzato forti dubbi su quel titolo di spesa, avente l’evidente scopo di alimentare il solito “sottobosco elettorale“, purtroppo spesso utilizzato come malcostume dalla precedente amministrazione – prosegue Nicola Fuzio - Oggi, preso atto della decisione del Commissario Straordinario di destinare, utilmente, parte rilevante di quei proventi per necessarie e non differibili opere di manutenzione straordinaria delle strade cittadine, non possiamo che esprimere la nostra viva soddisfazione ed allo stesso rimarcare l’assoluta validità della nostra decisione di interrompere la nefasta esperienza della sindacatura Giorgino».


Replica dell'ex assessore Matera - Non si fa attendere la replica dell’ex assessore alla sicurezza e polizia locale, Pierpaolo Matera: «Quanta approssimazione e quanta acrimonia in questo comunicato – stigmatizza - Sarebbe opportuno leggere le norme e nella fattispecie l’art. 208 Cds prima di scrivere fandonie. I proventi delle sanzioni amministrative già alimentano i capitoli per la manutenzione delle strade, non vi è nulla di nuovo. I cosiddetti momenti progettuali riguardavano – spiega - somme destinate esclusivamente agli operatori di polizia locale per il “potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana, sicurezza stradale e dei servizi notturni”.
In pratica parliamo di “Estate sicura”, “Natale sicuro”, pattugliamento moto-montato e maggiori attività di controllo ben avviate negli scorsi mesi e molto apprezzate dai cittadini. Cioè tutta una serie di attività extraorario che riguardavano l’implementazione di servizi appositi per controllare meglio la nostra città. Venendo meno questi fondi, queste stesse attività supplementari di competenza esclusiva della polizia locale non potranno essere più effettuare».
«Ritengo che questo andrà ad incidere sui livelli di sicurezza e di controllo nella città, in particolare nel centro storico - conclude Pierpaolo Matera -. Altro che sottobosco elettorale. Dimenticano però di dire che l’appostamento nel bilancio ad approvarsi è stato confermato dal commissario, ritenendolo congruo e veritiero. La prossima volta chiedete lumi a chi ha firmato la determina cioè al comandante della polizia locale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie