Lunedì 16 Settembre 2019 | 17:07

NEWS DALLA SEZIONE

L'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
La lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
La difesa
Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

 
Nel nordbarese
Barletta, 17enne con marijuana e cocaina in casa: arrestato

Barletta, 17enne con marijuana e cocaina in casa: arrestato

 
Nel Nordbarese
Andria, nega precedenza e viene accoltellato davanti a moglie e figlia: muore 28enne

Andria, nega precedenza, muore accoltellato davanti a moglie e figlio Fermato 50enne

 
Il campione
Mennea, a 40 anni dal record i numeri e le curiosità sul barlettano che ha cambiato la storia della corsa

Mennea, a 40 anni dal record i numeri e le curiosità sul barlettano

 
Giustizia svenduta
Trani, magistrati arrestati: anche Nardi pronto a dire la sua verità

Trani, magistrati arrestati: anche Nardi pronto a dire la sua verità

 
L'inchiesta continua
Trani, «Giustizia svenduta»: ora Stato e Avvocatura chiedono i danni

Trani, «Giustizia svenduta»: ora Stato e Avvocatura chiedono i danni

 
Il caso
Margherita di Savoia, rete da pesca a strascico in mare per sfuggire ai controlli: recuperata

Margherita di Savoia, rete da pesca a strascico in mare per sfuggire ai controlli: recuperata

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari pensa in grande, la Reggina per volare

Bari pensa in grande, la Reggina per volare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariTecnologia
Bari diventa ancora più smart: 40 mln di investimenti di Open Fiber

Bari diventa ancora più smart: 40 mln di investimenti di Open Fiber

 
HomeIncidente stradale
San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

San Severo, scontro tra auto e camion su SS16: morto un 60enne

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 
LecceLa tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
BatL'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
MateraL'incontro
Scompenso cardiaco: impennata di ricoveri, se ne discute a Matera

Scompenso cardiaco: impennata di ricoveri, se ne discute a Matera

 
PotenzaLa challenge
Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: oggi i funerali

 

i più letti

La sentenza

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

La rapina finita in omicidio il 17 novembre 2016. Ma l’accusa ne aveva chiesti 27

Omicidio della gioielliera in manette il terzo uomo

Tre gli arrestati per l'assassinio di Maria Melziade

TRANI - Diciotto anni di reclusione a fronte dei 27 invocati dal pm Marcello Catalano. Questa la pena inflitta dalla Corte d’Assise di Trani (presidente Pavese, giudice a latere De Sanctis) al 21enne canosino Gianfranco Colucci, accusato del concorso nella rapina-omicidio di Maria Melziade, la 75enne gioielliera di Canosa derubata e violentemente aggredita in casa il 17 novembre 2016. Ai 18 anni si aggiunge un altro anno di reclusione per l’accusa di detenzione illegale d’arma da sparo. Pena complessiva: 19 anni di carcere. Il collegio ha riconosciuto il diritto al risarcimento danni in favore dei familiari della vittima costituiti parte civile con l’avv. Michele D’Ambra. La Corte ha, inoltre, disposto la trasmissione degli atti in Procura per valutare l’ipotesi di falsa testimonianza a carico di 4 testimoni escussi in dibattimento: Alfonso Colucci, Michela Sansonna, David Salerno e Giovanni Di Brita. Tra 90 giorni il deposito delle motivazioni della sentenza di primo grado, che, nonostante la condanna, suona come motivo di soddisfazione per la difesa.

L’avv. Roberta Prascina, pur negando il coinvolgimento di Colucci (fatto che fa intravedere il giudizio d’appello), era infatti al cospetto della richiesta di 27 anni e nella sua arringa ha mirato a smontare le dichiarazioni di 2 collaboratori di giustizia, divenuti tali dopo l’avvio del dibattimento: Lorenzo Campanella e suo figlio Andrea. Il 31 maggio 2018 proprio il 56enne Lorenzo Campanella fu condannato con rito abbreviato a 14 anni di reclusione per rapina ed omicidio preterintenzionale: sarebbe stato uno dei rapinatori entrati a casa Melziade. Con lui fu condannato ad identica pena il 47enne Francesco Scardi che avrebbe fatto il palo. Prossimamente la sentenza del processo d’appello. Intanto, a seguito delle dichiarazioni dei pentiti, le indagini proseguono per valutare il ruolo di altre 3 persone. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie