Giovedì 18 Aprile 2019 | 22:30

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

Una nuova stagione per l’assetto e lo sviluppo del territorio

Il mare della Provincia Bat? Un grande Parco pubblico

Il mare della Provincia Bat? Un grande Parco pubblico

di Emmanuele Daluiso *

Il prossimo giovedì 12 luglio dalle ore 9.30 si terrà a Barletta, presso il Teatro Curci, il convegno di presentazione dei risultati del concorso internazionale di progettazione “Il Mare Grande Parco Pubblico” indetto dalla Provincia di Barletta Andria Trani, che ha permesso di raccogliere proposte progettuali per intervenire sulla riqualificazione e rifunzionalizzazione della costa da Margherita di Savoia a Bisceglie.

Si tratta di un concorso di progettazione in attuazione delle previsioni formulate dal Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale (PTCP) di cui la Provincia si è dotato nel 2015, poi adeguato nel 2017 al Piano Paesistico Territoriale Regionale, in linea con le previsioni del Documento Regionale di Assetto Generale della Regione Puglia.

Al concorso hanno partecipato cinque gruppi di progettazione, di cui tre hanno superato la valutazione da parte della commissione di concorso. Gli elaborati dei tre gruppi di progettazione saranno esposti nella Galleria del Teatro Curci dal 12 luglio al 12 agosto. La realizzazione degli interventi progettati consentirà di aprire nuove prospettive economiche in campi quali l’agricoltura, il turismo, i servizi ecosistemici.

Il Piano Territoriale Il PTCP è lo strumento di pianificazione territoriale previsto dalla legge 56/2014 con cui la Provincia di Barletta Andria Trani ha delineato l’assetto del territorio provinciale, così determinando il quadro di riferimento provinciale per i piani urbanistici generali dei singoli comuni.

Il PTCP in quanto strumento di pianificazione territoriale rappresenta un tassello importante per lo sviluppo sostenibile del territorio, in termini economico, sociale e ambientale.

Si tratta di uno strumento che, nel caso della Provincia di Barletta Andria Trani, non si è limitato a prevedere l’assetto futuro del territorio, con la relativa normativa di attuazione, ma si è spinto a delineare ambiti progettuali strategici finalizzati a promuovere investimenti pubblici e privati, così da creare un contesto favorevole allo sviluppo economico, sociale e ambientale.

Ed è proprio quest’ultimo aspetto la sfida innovativa per le istituzioni locali e per il partenariato economico e sociale del territorio, poiché il PTCP si pone come un vero e proprio piano strategico territoriale, che delinea la visione futura del territorio provinciale e i progetti strategici necessari a perseguire tale visione.

Il PTCP parte dalla constatazione che il territorio della Provincia Barletta-Andria-Trani da punto di vista economico è un territorio in bilico, tra un declino galoppante, legato al crollo del distretto produttivo del tessile-abbigliamento-calzaturiero, e una possibile rinascita, legata alla riqualificazione di tale distretto ma anche a nuove specializzazioni, come alcuni recentissimi segnali positivi dell’export e del turismo lasciano intravvedere. Un territorio, quindi, che sta cercando una nuova strategia di sviluppo per utilizzare il suo potenziale di crescita economica, che è enorme ma inespresso. Una strategia che non può che puntare a un cambiamento strutturale profondo della sistema produttivo, ma che comporta necessariamente tempo e, soprattutto, un concorso di investimenti pubblici e privati.

I Progetti Strategici Territoriali Il PTCP si caratterizza per la proposizione di nove Piani Strategici Territoriali (PST), che interessano temi quali: il capoluogo tripolare, le aree di insediamento produttivo, l’ambito costiero, il canale Ciappetta-Camaggio, i beni culturali, la ferrovia Barletta-Spinazzola, la rete ecologica, il Porto e il sistema retro-portuale di Barletta, il sistema rurale.

Non sono ovviamente temi esaustivi per l’assetto e lo sviluppo del territorio provinciale, ma sono temi specifici su cui il PTCP si gioca la sua credibilità attuativa.

Ciascun PST si caratterizza per:

-le problematiche specifiche da affrontare;

-l’idea forza che tiene in piedi tutto l’impianto progettuale;

-l’individuazione della partnership rilevante con riferimento all’intero ciclo progettuale (programmazione, attuazione, monitoraggio, valutazione);

-i criteri fondamentali per la governance e la struttura gestionale con riferimento all’intero ciclo progettuale (programmazione, attuazione, monitoraggio, valutazione);

-il processo partecipativo/concertativo per l’individuazione della strategia generale del PST e degli interventi/servizi specifici;

-i criteri per il miglioramento dei processi di apprendimento (apprendimento collettivo della partnership, capitalizzazione dell’esperienza, gestione dei programmi e degli interventi per lo sviluppo territoriale).

Si tratta di un’innovazione culturale e organizzativa rilevante su cui si misurerà la capacità di cooperazione delle istituzioni e delle forze economiche e sociali del territorio e la capacità di creazione di reti collaborative esterne. Senza tali innovazioni difficilmente il territorio intraprenderà un percorso di sviluppo duraturo.

La Provincia ha avviato l’attuazione dei PST, per lo meno per sei dei nove previsti, in particolare attraverso la elaborazione di progettualità, per la gran parte preliminare, a cui si aggiunge la prima esperienza del Concorso Internazionale di Progettazione.

Il Concorso Internazionale E’ in questo quadro che si colloca il Concorso Internazionale di Progettazione “Il Mare Grande Parco Pubblico”, chiamato a dare un contributo al PST 3 “Sistema Costiero”, che delinea una rete blu costiera, in grado di interconnettere ambiti territoriali diversi dell’intero ambito costiero da Margherita di Savoia a Bisceglie, in grado di restaurare il delicato equilibrio del paesaggio che caratterizzava l’originario limite fra terra e mare e, al contempo, di promuovere nuove opportunità economiche, in particolare nei campi dell’agricoltura, del turismo, dei servizi.

In particolare il Concorso di Progettazione, si è identificato come modalità operativa per l’acquisizione e la elaborazione di una proposta integrata e sistemica, cosiddetto Masterplan, riferita all’intera area costiera provinciale, con le necessarie e opportune declinazioni alla scala comunale. Il concorso, in particolare ha permesso la progettazione di fattibilità tecnico-economica di cinque interventi puntuali, di cui uno ciascuno per i quattro comuni costieri e un quinto sovracomunale, relativo all’intero ambito costiero.

Il Concorso di Progettazione ha inoltre l’obiettivo di attuare il protocollo di intesa per il Programma di Rigenerazione Territoriale costiera “il mare grande parco pubblico”, sottoscritto il 14 novembre 2014, tra i Comuni costieri di Margherita di Savoia, Barletta, Trani, Bisceglie, Provincia BAT, Regione Puglia, Autorità di Bacino, Politecnico di Bari, Università di Chieti-Pescara, in continuità con l’Accordo di Programma tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Regione Puglia per la Riqualificazione e rigenerazione territoriale dell’ambito costiero della Provincia di Barletta Andria Trani.

Gli interventi progettati

Come previsto dal bando di concorso sono stati selezionati le tre migliori proposte progettuali, i cui elaborati saranno esposti nella mostra che si terrà dal 12 luglio al 12 agosto.

I partecipanti hanno avuto piena libertà di localizzazione degli interventi e di progettazione, comunque finalizzati al conseguimento degli obiettivi generali e specifici previsti dal bando di concorso.

È importante sottolineare che gli esiti conclusivi dell’intero percorso concorsuale hanno evidenziato come, benché il bando di concorso avesse indicato macro-ambiti di interesse, gran parte delle aree scelte dai concorrenti si sono concentrate negli stessi tratti di costa. Così, salvo un solo caso del gruppo secondo classificato che ha indicato per Barletta il sito di Ariscianne- Boccadoro, tutti gli altri concorrenti hanno ritenuto di individuare nelle aree prossime al porto canale di Margherita di Savoia, al Porto di Barletta e al litorale nord, all’area a nord del Castello di Trani e il Pantano Ripalta di Bisceglie, le aree a elevata valenza strategica per l’attivazione di processi virtuosi ad alta capacità di integrazione di capitali pubblici e privati.

* Esperto socio-economico del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale Barletta, Andria, Trani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400