Venerdì 24 Maggio 2019 | 01:02

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
La bomba
Barletta, paura per ordigno bellico in mare

Barletta, paura per ordigno bellico in mare

 
Dopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
Sanità
Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

Andria, donazione multiorgano: il gesto di un 70enne

 
Sanità
Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

Barletta, al via la riqualificazione del Pronto Soccorso dell'ospedale

 
L'indagine
Arresto Giancaspro, legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

Bancarotta, l'ex patron del Bari Giancaspro interrogato per 6 ore
Legale sindaco Trani: «Accuse infondate»

 
I danni
Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

Bat, maltempo distrugge ciliegie: controlli tecnici regionali

 
Riflettori puntati
Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

Trani, inchiesta Giancaspro: nuovo stadio in periferia, palazzi al posto del vecchio

 
Il diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
L'episodio
Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

Bisceglie: atti osé in piazza fra adolescenti, scoppia rissa

 

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl candidato
Comunali, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

Comunali Bari, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 
PotenzaStatale 653
Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

 
BatLa sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
BrindisiNel brindisino
Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

 
Tarantonel tarantino
Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

 
LecceSenza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
FoggiaLo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 

i più letti

Nell'ex pediatrico

Trani, furto di medicinali
nel deposito della Asl

I malviventi si sono introdotti all’interno del locale tagliando le sbarre, presumibilmente con un flex elettrico

Trani, furto di medicinalinel deposito della Asl

TRANI - Dovrebbe essere un fiore all’occhiello dell’organizzazione della sanità territoriale, in un luogo che a sua volta, secondo il protocollo d’intesa siglato nel 2016 fra Regione Puglia, Asl Bt e Comune di Trani, dovrebbe racchiudere numerosi servizi che riporterebbero in auge quello che, fino alla fine degli anni ’70, fu il glorioso ospedale pediatrico di Trani. In realtà la struttura va avanti ancora a scartamento ridotto e mostra, soprattutto, problemi di vulnerabilità e sicurezza: ne ha fatto le spese, ancora una volta, la farmacia territoriale.

Infatti, l’altra notte è andato in scena l’ennesimo furto ai danni della del deposito di medicinali, al servizio dell’intera Asl Bt, ubicato nell’area di via Baldassarre, in quella che, un tempo, era la palestra riabilitativa dell’ex ospedaletto. Si tratta del secondo in meno di un mese, allorquando già si era registrato un episodio simile, all’esito del quale furono installate delle inferriate protettive che a nulla sono servite per evitare il bis.

I malviventi si sono introdotti all’interno del locale tagliando le sbarre, presumibilmente con un flex elettrico, penetrando nella farmacia ed asportando medicinali forse su commissione. Indagano i carabinieri della Compagnia di Trani. Non è ancora dato conoscere il bilancio preciso di quanto asportato, ma è evidente che la farmacia a disposizione dell’intera Asl Bt rappresenti, giorno dopo giorno, un presidio dalla sicurezza più che compromessa.

Quello che definiamo “ex ospedale pedriatico di Trani” è, in realtà, un insieme di cinque distinti corpi di fabbrica completamente autonomi, tenuti insieme da un parco caratterizzato da vegetazione secolare che è, esso stesso, una risorsa della città. L’idea complessiva, secondo il protocollo d’intesa sulla sanità a Trani, siglato da Regione, Asl e Comune, consiste nella realizzazione, nella struttura che si affaccia, anche, su corso Imbriani, «di un complesso coerente di strutture caratterizzate dalla comune appartenenza all’area socio sanitaria».

Tale comune denominatore consentirebbe di raggiungere due grandi obiettivi: «Evitare la deleteria, eccessiva ed immotivata medicalizzazione - si legge nel protocollo - di quei servizi che, per loro natura, necessitano di una presa in carico multidimensionale ed integrata, ed ai quali spesso afferiscono cittadini che non sono portatori di istanze di tipo sanitario in senso stretto (si pensi alle famiglie che effettuano percorsi finalizzati all’adozione di minori); moltiplicare l’efficienza dei servizi in questione, grazie alla creazione di un contesto al tempo stesso protetto e mirato, grazie al parco e non solo».

Complessivamente, tra quelli già esistenti e da trasferire, o implementare, nell’ex ospedaletto verranno allocati i seguenti servizi; Centro di salute mentale; Neuropsichiatria infantile; Dipendenze patologiche; Consultorio familiare con un’equipe di affido ed adozione, un’altra per abuso e maltrattamento; Centro disturbi cognitivi per demenze, disturbi specifici dell’apprendimento, disturbi dello spettro acustico; Centro diurno per anziani; sala polivalente; spazi per l’integrazione sociale dei pazienti dei diversi servizi; bar; parco sociale ed orto urbano.

Presso l’ex ospedaletto, infine, resteranno allocati gli uffici del Dipartimento di prevenzione, nelle due articolazioni veterinaria e medica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400