Venerdì 26 Aprile 2019 | 07:41

NEWS DALLA SEZIONE

L'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
Lavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
Botta e risposta
Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

Andria, accuse e veleni: fra Marmo e Giorgino volano gli stracci

 
Il furto
Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

Trinitapoli, rubano 5mila carciofi dai campi: 4 arresti

 
Il furto
Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

Andria, svaligiano la biglietteria di Castel del Monte: caccia ai ladri

 
Discariche a cielo aperto
Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

Campi come discariche allarme rifiuti nel Nord Barese

 
La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

"La vittoria più bella? Quella ad Acireale"
Cornacchini: "Le difficoltà ci saranno sempre"

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceSalento
Melpignano, Francesco Guccini inaugura Palazzo Marchesale

Melpignano, Francesco Guccini nel giardino del palazzo Marchesale tra musica e parole

 
BariIl protocollo
Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa

Uffici giudiziari nelle ex Casermette di Bari: verso l'intesa
Bagarre tra Sisto e Decaro

 
BrindisiIl concerto
Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

Negrita ad agosto a Francavilla F.na, unica tappa in Puglia

 
FoggiaOperazione dei Cc
Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

Cagnano Varano, pistola e cartucce in masserie e droga: tre arresti

 
PotenzaLa situazione
Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

Lo sblocca cantieri è inutile per le incompiute lucane

 
BatL'appuntamento
Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

Barletta, il 4 maggio «TedX Terra»: relatori d'eccezione

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 

Nell'ex pediatrico

Trani, furto di medicinali
nel deposito della Asl

I malviventi si sono introdotti all’interno del locale tagliando le sbarre, presumibilmente con un flex elettrico

Trani, furto di medicinalinel deposito della Asl

TRANI - Dovrebbe essere un fiore all’occhiello dell’organizzazione della sanità territoriale, in un luogo che a sua volta, secondo il protocollo d’intesa siglato nel 2016 fra Regione Puglia, Asl Bt e Comune di Trani, dovrebbe racchiudere numerosi servizi che riporterebbero in auge quello che, fino alla fine degli anni ’70, fu il glorioso ospedale pediatrico di Trani. In realtà la struttura va avanti ancora a scartamento ridotto e mostra, soprattutto, problemi di vulnerabilità e sicurezza: ne ha fatto le spese, ancora una volta, la farmacia territoriale.

Infatti, l’altra notte è andato in scena l’ennesimo furto ai danni della del deposito di medicinali, al servizio dell’intera Asl Bt, ubicato nell’area di via Baldassarre, in quella che, un tempo, era la palestra riabilitativa dell’ex ospedaletto. Si tratta del secondo in meno di un mese, allorquando già si era registrato un episodio simile, all’esito del quale furono installate delle inferriate protettive che a nulla sono servite per evitare il bis.

I malviventi si sono introdotti all’interno del locale tagliando le sbarre, presumibilmente con un flex elettrico, penetrando nella farmacia ed asportando medicinali forse su commissione. Indagano i carabinieri della Compagnia di Trani. Non è ancora dato conoscere il bilancio preciso di quanto asportato, ma è evidente che la farmacia a disposizione dell’intera Asl Bt rappresenti, giorno dopo giorno, un presidio dalla sicurezza più che compromessa.

Quello che definiamo “ex ospedale pedriatico di Trani” è, in realtà, un insieme di cinque distinti corpi di fabbrica completamente autonomi, tenuti insieme da un parco caratterizzato da vegetazione secolare che è, esso stesso, una risorsa della città. L’idea complessiva, secondo il protocollo d’intesa sulla sanità a Trani, siglato da Regione, Asl e Comune, consiste nella realizzazione, nella struttura che si affaccia, anche, su corso Imbriani, «di un complesso coerente di strutture caratterizzate dalla comune appartenenza all’area socio sanitaria».

Tale comune denominatore consentirebbe di raggiungere due grandi obiettivi: «Evitare la deleteria, eccessiva ed immotivata medicalizzazione - si legge nel protocollo - di quei servizi che, per loro natura, necessitano di una presa in carico multidimensionale ed integrata, ed ai quali spesso afferiscono cittadini che non sono portatori di istanze di tipo sanitario in senso stretto (si pensi alle famiglie che effettuano percorsi finalizzati all’adozione di minori); moltiplicare l’efficienza dei servizi in questione, grazie alla creazione di un contesto al tempo stesso protetto e mirato, grazie al parco e non solo».

Complessivamente, tra quelli già esistenti e da trasferire, o implementare, nell’ex ospedaletto verranno allocati i seguenti servizi; Centro di salute mentale; Neuropsichiatria infantile; Dipendenze patologiche; Consultorio familiare con un’equipe di affido ed adozione, un’altra per abuso e maltrattamento; Centro disturbi cognitivi per demenze, disturbi specifici dell’apprendimento, disturbi dello spettro acustico; Centro diurno per anziani; sala polivalente; spazi per l’integrazione sociale dei pazienti dei diversi servizi; bar; parco sociale ed orto urbano.

Presso l’ex ospedaletto, infine, resteranno allocati gli uffici del Dipartimento di prevenzione, nelle due articolazioni veterinaria e medica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400