Mercoledì 24 Ottobre 2018 | 05:38

NEWS DALLA SEZIONE

Puglia
Regione, nuove accuse sugli appaltiLiviano: ai soliti. Capone: ora querelo. Pugliapromozione: smentito dai dati

Regione, nuove accuse sulle gare. Liviano: ai soliti. Capone: querelo. Pugliapromozione: ecco i dati

 
Al Libertà
Bari, picchia i vigili che multano donna per i rifiuti: «Chi siete voi?»

Bari, picchia i vigili che multano
donna per i rifiuti: «Chi siete voi?»

 
L'annuncio
Bari, per il ministero: «Giustizia più rapida con gestione digitale delle pratiche»

Palagiustizia, Ministero: «Processi più rapidi con le pratiche digitali»

 
Delinquenza minorile
Bari, scippano la borsa ad una donna in pieno giorno: denunciati 3 minorenni

Bari, scippano la borsa ad una donna in pieno giorno: denunciati 3 minorenni

 
Lo studio del Sole 24 ore
Crimini in calo fra Bari e provincia

Crimini in calo fra Bari e provincia

 
Denunciato un ristoratore
Polignano, nel menu tonno frescoA tavola prodotto scaduto e scongelato

Polignano, nel menu tonno fresco, a tavola prodotto scaduto e scongelato

 
L'ultimo saluto
Incidente a Libertà, muore 17enne: «Ciao Andrea, ci mancherà il tuo sorriso»

Incidente a Libertà, muore 17enne: «Ciao Andrea, ci mancherà il tuo sorriso»

 
emergenza roghi
Terra dei fuochi, in prima linea i comitati e le associazioni

Terra dei fuochi anche a Bari: in prima linea i comitati e le associazioni

 
Ad Altamura (Ba)
Cava abusiva sequestrata nel Parco dell'Alta Murgia

Cava abusiva sequestrata nel Parco dell'Alta Murgia

 
Ad acquaviva delle fonti (Ba)
Nascondeva eroina in un muretto a secco: ai domiciliari un 34enne

Nascondeva eroina in un muretto a secco: ai domiciliari un 34enne

 
L'evento annullato
Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si farà e scoppia la polemica

Noci, «Bacco nelle Gnostre» non si fa, polemica

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Il 4 marzo la decisione

Truffa all'ex Provincia di Bari
chiesto processo per imprenditori

La presunta truffa per oltre 20 milioni è ai danni anche di sei istituti di credito per rimborsi per lavori inesistenti di manutenzione delle strade

Truffa all'ex Provincia di Bari chiesto processo per imprenditori

BARI - La Procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio per gli imprenditori baresi Alviero ed Erasmo Antro, accusati di una presunta truffa per oltre 20 milioni di euro ai danni dell’ex Provincia di Bari e di sei istituti di credito per rimborsi per lavori inesistenti di manutenzione delle strade.

Per i reati di truffa aggravata, falso materiale e ideologico, contraffazione di pubblici sigilli e violenza privata, il pm Carmelo Rizzo ha chiesto che vengano processati i fratelli Antro e, per concorso nella truffa, l’allora dirigente del Servizio finanziario della Provincia di Bari, Luigia Carbonara, accusata di aver omesso di rilevare e segnalare la falsità delle fatture emesse dalle società degli imprenditori baresi nei confronti dell’ente e poi utilizzate per ottenere finanziamenti dalle banche.

I fatti contestati si riferiscono al periodo che va dal 2008 al 2011. Gli imprenditori rispondono anche di violenza privata perchè avrebbero minacciato quattro dipendenti (due dei quali, marito e moglie, si sono costituiti parte civile nel procedimento), prospettandone ripetutamente il licenziamento, perchè collaborassero «alle operazioni di emissione e contabilizzazione delle false fatture».

Nell’ambito di questa indagine i fratelli Alviero ed Erasmo Antro vennero arrestati nel marzo 2012 con contestuale sequestro di beni per circa 20 milioni di euro, equivalente al presunto illecito profitto derivante dalla truffa. Nell’udienza preliminare, che si concluderà il prossimo 4 marzo con la decisione del giudice sulla richiesta di rinvio a giudizio, sono costituiti come parti civili anche la Città Metropolitana e due banche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400