Giovedì 18 Agosto 2022 | 15:33

In Puglia e Basilicata

nel barese

Street art didattica a Casamassima: gli alunni restaurano i portoni della scuola

Street art didattica a Casamassima: gli alunni restaurano i portoni della scuola

Nuova vita per i portali della «G. Marconi»

19 Maggio 2021

Redazione online

Bari - Si terrà venerdì 21 l’inaugurazione dei portali del Primo Circolo Didattico di Casamassima. Sono stati gli alunni delle quinte classi, sotto la guida di Giuseppe d’Asta, noto esponente di  street art, a ridare vita e colore ai portoni ciclicamente vandalizzati e danneggiati.  

Il plesso della scuola primaria «G. Marconi»  risale al 1935, si trova a pochi passi dalla piazza centrale di Casamassima ma, al tempo stesso, segna il confine urbano sulla via di Acquaviva, caratterizzato da una tipica situazione da periferia urbana. «Attraverso il progetto, finanziato con i fondi del Comune di Casamassima per l’ampliamento dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2020/21 - spiega il dirigente scolastico Francesco Damiani – la scuola ha perseguito una duplice finalità. Innanzitutto è stato proposto un percorso di Educazione Civica, per far maturare negli alunni il rispetto della cosa pubblica. Inoltre abbiamo realizzato un percorso di arte e immagine che, sotto la guida di un esperto, ha condotto al recupero dei due portoni, con
la realizzazione due opere artistiche. La porta, nell’immaginario collettivo, segna un confine: essa costituisce un varco di accesso se aperta, mentre è un limite invalicabile ed escludente quando è chiusa. La scuola vuole avere le porte aperte sulla città: attraverso l’arte, si propone di costruire con la città un dialogo costante che superi i limiti spazio-temporali».

Sul portone di largo Fiera è stata realizzata un’opera che riproduce Guglielmo Marconi, cui è intitolata la scuola; su quello di via Matteotti, l’immagine del personaggio storico antifascista, un’opera che richiama i valori della Costituzione Italiana antifascista come la Democrazia, il Lavoro e la Libertà. I personaggi sono stati rappresentati come bambini, a testimoniare che ogni bambino possiede il potenziale per diventare a sua volta un campione. Il sindaco Casamassima Giuseppe Nitti: «Questa iniziativa ha consentito la realizzazione di un’opera-segno nella città, che bene si inserisce in un più ampio progetto di recupero ambientale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725