Giovedì 21 Febbraio 2019 | 02:48

NEWS DALLA SEZIONE

Durante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
A spasso con Romito
La mattinata di Salvini a Bari: passeggiata, chiacchiere e selfie con una scolaresca

La mattinata di Salvini a Bari: passeggiata, chiacchiere e selfie con una scolaresca

 
Musica
Tra web e radio dilaga il rap in salsa barese

Tra web e radio dilaga il rap in salsa barese

 
Nel Barese
Rutigliano, l'agguato a fuoco per vendicare debito di droga fallì, identificati 5 responsabili

Rutigliano, l'agguato a fuoco per vendicare debito di droga fallì, identificati 5 responsabili

 
L'iniziativa
Le strade di Bari si colorano con i murales dei Lego, grazie allo street artist Pao

Le strade di Bari si colorano con i murales dei Lego, grazie allo street artist Pao

 
Rapina aggravata
Bari, 16enni rapinarono market, incastrati dalle telecamere

Bari, 16enni rapinarono market, incastrati dalle telecamere

 
L'allarme
Siringhe in centro e al parco: è emergenza eroina a Bari

Siringhe in centro e al parco: è emergenza eroina a Bari

 
In programma giovedì 21
Nuova sede consiglio regionale Puglia, corsa contro il tempo per la prima riunione

Nuova sede consiglio regionale Puglia, corsa contro il tempo per la prima riunione

 
La lettera del sindaco
Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

Palagiustizia Bari, Decaro: «Mi aspetto risposte da Bonafede»

 
La rabbia del sindaco
Giovinazzo, imbrattano con spray il palazzo vescovile: «Gesto da mocciosi»

Giovinazzo, imbrattano con spray il palazzo vescovile: «Gesto da mocciosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

Porto Cesareo, un pezzo di villa del pm su suolo demaniale. «Senza risposta da 50 anni»

 
HomeLa decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
HomeDurante il comizio
Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

Bari, la gaffe della leghista Tateo dal palco con Salvini: «Il Pd non aiuta i giovani a prostituirsi»

 
BatIl caso
Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

Discarica ad Andria, ecco il verbale del «via libera»

 
TarantoDecide il giudice del lavoro
Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

 
BrindisiIl caso
Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

Brindisi, sfiammata del Petrolchimico: nessun superamento dei limiti

 
FoggiaGuerra fra clan
Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

Mafia, agguato per vendicare la morte del boss: un arresto a Foggia

 
MateraUn 21enne materano
Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

Tenta di strozzare madre disabile per avere denaro, arrestato

 

La denuncia

Bari, code infinite all'Anagrafe per i cambi di residenza, Melchiorre: «È una vergogna»

Così in un post su Fb il candidato alle Primarie del centrodestra per Fdi, Nci e DIt: "È assurdo che per ottenere un servizio pubblico essenziale ti devi sottoporre a tutto questo"

Bari, code infinite all'Anagrafe per i cambi di residenza, Melchiorre: «È una vergogna»

Foto Facebook Filippo Melchiorre

BARI - «È una vergogna se per ottenere un servizio pubblico essenziale ti devi sottoporre a tutto questo». Così Filippo Melchiorre, candidato per Fratelli d'Italia e Nci-DIt alle Primarie del centrodestra per le Comunali di Bari, ha denunciato sul suo profilo Facebook pubblicando una foto che ritrae l'ufficio Anagrafe di largo Fraccacreta alle 15.30 di ieri pomeriggio, pieno di gente, con una coda enorme che arriva ben oltre l'ingresso. Uno scatto che, secondo l'esponente di Fdi, mostrerebbe la disorganizzazione degli uffici amministrativi cittadini a discapito dei cittadini.

C'è chi invece avanza l'ipotesi che i baresi siano accorsi in grande quantità agli uffici per chiedere cambi di residenza e altri documenti per rientrare nei parametri del nuovo Reddito di Cittadinanza. Le file all'esterno del Comune non sono una novità: ad agosto si era creata una situazione analoga, con decine di cittadini in coda, al caldo, fuori dall'edificio di largo Fraccacreta.

Dopo la segnalazione e l’aumento delle richieste di cambio di residenza tra il 10 e il 15% già accertato relativo al mese scorso, gli uffici comunali stanno facendo in queste ore una ricognizione dei dati esatti relativi agli ultimi accessi all’ufficio anagrafe e in quale percentuale siano state presentate richieste di cambio di residenza. Il sospetto è che ci sia una corsa al cambio di residenza in funzione della richiesta del reddito di cittadinanza. Per questo saranno avviati controlli finalizzati anche ad accertare se si tratti di richieste illegittime.
L’aumento delle richieste di cambio di residenza e quindi dei cittadini che si sono rivolti all’ufficio rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, non ha comunque mai, fino a ieri, si apprende dal Comune, fatto registrare tale affollamento. Il giovedì non è solo l’unico giorno di apertura pomeridiana, ma anche quello nel quale l’ufficio urp è chiuso, a differenza della mattina, ed è quindi in servizio solo un dipendente comunale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400