Venerdì 17 Settembre 2021 | 21:17

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

a vieste

Gelati per cani
«slurp» che buoni
e per beneficenza

gelato per cani

di GIANNI SOLLITTO

VIESTE - Più di cento gelati serviti a cani e gatti. Un grande successo l'altro giorno a Vieste per l’iniziativa lanciata dai volontari del canile sanitario, allo scopo di accendere i riflettori sull’adozione dei cani più anziani e malati.
L’evento, svoltosi per tutta la giornata, è stato programmato lo scorso inverno tra i volontari e Domenico Maggiore delle omonime gelaterie. Il sogno è quello di portare a compimento il progetto “Zero cani in canile”, proposto dagli stessi volontari capeggiati da Francesca Toto, per chiudere tutti i canili. Ottimo il riscontro: a Vieste, ad esempio, i cani non vengono più rinchiusi nel canile convenzionato in provincia di Avellino.

La manifestazione ha visto già la presenza di tantissimi turisti, anche a quattro zampe, che hanno molto gradito l’iniziativa, forse unica nel suo genere in Italia, del gelato preparato per cani e gatti (senza lattosio e zuccheri) e offerto, va sottolineato, gratis.

Il più festeggiato è stato Danko, cane di 12 anni, tutti passati in canile, malato terminale di cancro e cieco. Per lui tante coccole da parte dei numerosi partecipanti e dei tantissimi curiosi che hanno condiviso il progetto. L’idea di elaborare il gustoso refrigerio per gli amici pelosi è di Domenico Maggiore, uno dei più noti gelatai viestani, pluripremiato e non nuovo a innovazioni nel mondo della gelateria artigianale. Con lui, i volontari del canile sanitario e della Lndc (Lega nazionale difesa del cane). «Il gelato per animali non è da considerarsi un semplice “sfizio” ma è un alimento nutritivo, sebbene privo di lattosio e zuccheri aggiunti», spiega Domenico Maggiore, che è anche direttore della Scuola di gelato Mec 3. E Danko, come i suoi amici scodinzolanti, ha mostrato di gradire moltissimo.

«Con lui - afferma Nicoletta Pagano, commissario provinciale della Lndc - vogliamo sensibilizzare alle adozioni dei cani rinchiusi in canile ed in particolare ai tanti esemplari, anziani e malati, che muoiono in queste strutture, a volte veri e propri lager, da invisibili». Nel corso del particolare e simpatico evento, anche suggerimenti sulla sana alimentazione degli animali dai veterinari Antonio Latino, Enrico Chiavuzzo e Domenico Tavaglione. Vieste ha aperto così la stagione “Animal Friendly 2017”, che vede già un incremento di presenze di turisti con animali a seguito, ristoranti, strutture ricettive e oltre 50 lidi che accettano i quattro zampe, attrezzati anche con sdraio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie