Mercoledì 23 Ottobre 2019 | 09:27

NEWS DALLA SEZIONE

Il ritrovamento
Torre Guaceto, nella riserva spunta una rara farfalla notturna

Torre Guaceto, nella riserva spunta una rara farfalla notturna

 
La curiosità
A Orsara niente Halloween: qui si festeggia la notte di Falò e Teste del Purgatorio

A Orsara niente Halloween: qui si festeggia la notte dei Falò e Teste del Purgatorio

 
L'eccellenza pugliese
Lorenzo tarantino con la media del 10 per tutti gli anni di scuola: premiato da Mattarella

Lorenzo tarantino con la media del 10 per tutti gli anni di scuola: premiato da Mattarella

 
La storia
Lecce, sconfigge cancro a 5 anni e ora che ne ha 17 diventa poliziotto per un giorno

Lecce, sconfigge cancro a 5 anni e ora che ne ha 17 diventa poliziotto per un giorno

 
il personaggio
Casarano, 90 anni di Dina Nicolazzo, «regina» delle scarpe per le star di Hollywood

Casarano, 90 anni di Dina Nicolazzo, «regina» delle scarpe per le star di Hollywood

 
L'onoreficenza
Migliori studenti d'Italia premiati da Mattarella: tra loro 4 pugliesi e un lucano

Migliori studenti d'Italia premiati da Mattarella: tra loro 4 pugliesi e un lucano

 
su corso Vittorio Emanuele
A Bari spunta una giostra dell’800 per combattere la Sma

A Bari spunta una giostra dell’800 per combattere la Sma

 
La testimonianza in tv
L'eroe di Alberobello: «Giuseppe salvò la mia bimba nel naufragio della Costa Concordia»

L'eroe di Alberobello: «Giuseppe salvò la mia bimba nel naufragio della Costa Concordia»

 
Lotta al degrado
Bari San Girolamo, ecco un nuovo murale per colorare il mercato

Bari San Girolamo, ecco un nuovo murale per colorare il mercato

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaSul Gargano
Vieste, maxi operazione antidroga dei cc, decapitato clan: 15 arresti

Vieste, maxi operazione antidroga dei cc, decapitato clan: 15 arresti

 
BariI disagi
Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

 
LecceUN 22enne
Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

 
TarantoA 8 giorni dal via
Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

 
BrindisiDanni a impianto
Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

 
BatIl caso
Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

 
PotenzaSicurezza in città
Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

 
MateraL'intervista
Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

 

i più letti

La polemica

Locorotondo, pace fatta tra pellegrino Bruno con la sua asinella e i vigili

L'uomo che sta facendo il giro del mondo verso Gerusalemme a cavallo della sua asina, ieri era stato cacciato. Poi il chiarimento

Locorotondo, i vigili urbani fermano il pellegrino Bruno e la sua asinella

Tutto è finito a tarallucci e vino, ma nel senso più nobile e vero dell’espressione: pace siglata con taralli della Valle d’Itria e vino doc di Locorotondo. Si è concluso con un lieto fine lo spiacevole episodio che ha coinvolto Bruno Dias e la polizia municipale di Locorotondo.
Bruno, portoghese 36enne, è un pellegrino partito da Santiago de Compostela due anni fa e diretto in Terra Santa, a Gerusalemme. Insieme a lui la fedele asinella Salam. Bruno ha rivelato di essere stato allontanato dai vigili con modi poco «urbani». Il primo impatto con la città è stato traumatico: «Mi hanno detto che dovevo andare via». Bruno racconta: «Ho vissuto una situazione un po’ difficile, ma l’indifferenza è un problema mondiale.

Vedere un pellegrino con un asino non deve spaventare. Voglio ringraziare gli abitanti di Locorotondo che mi hanno fatto sentire tutto il loro affetto: ho conosciuto persone meravigliose. Alcune invece hanno bisogno di aprire di più il cuore. Il mio è un messaggio di pace». La vicenda si è trasferita sui social network dove Bruno ha trovato grande solidarietà dai cittadini. Ma la Polizia municipale respinge ogni addebito: «Abbiamo trattato Bruno con rispetto, nessuno lo ha cacciato».
Ieri mattina, infine, è stata siglata la pace tra il pellegrino lusitano, il sindaco Tommaso Scatigna e la polizia municipale. «Mi dispiace davvero tanto - ha detto il sindaco a Bruno - è stata solo un’incomprensione. Ti prego di accettare le nostre scuse. Locorotondo è un paese di persone educate ed accoglienti da sempre. Bruno a Locorotondo sarà sempre il benvenuto». Salam e Bruno hanno accettato le scuse: «Tutti sbagliamo, spero di aver portato un vento di pace in questa città».

IERI LA DISAVVENTURA - Disavventura a Locorotondo per Bruno Peregrino, partito da Santiago de Compostela, in Spagna, nel marzo del 2017 con la sua asinella Salam. Passo dopo passo, sono diretti a Gerusalemme, in Terra Santa, per un viaggio «in nome della pace».

Ma ll pellegrino portoghese, nato a Lisbona 36 anni fa, dopo aver attraversato mezza Puglia a Locorotondo ha lamentato di essere stato cacciato dalla Polizia municipale «perché mi hanno detto che non ero autorizzato a camminare con l’asina» ha detto. Si è molto arrabbiato: «Salam non fa del male a nessuno, è meglio di tante persone!».

A nulla sono valsi i tentativi di calmarlo. Ci ha provato anche l’assessora alla cultura Ermelinda Prete: «Bruno è un nostro gradito ospite». Ma lui ormai non voleva saperne più niente. «Ho ricevuto una bellissima accoglienza in tutta Italia, solo a Locorotondo sono stato trattato così male. Avete la mentalità chiusa!».
Solo i carabinieri, chiamati dallo stesso Bruno «per denunciare un attacco alla libertà», hanno placato l’ira del pellegrino. Comunque contenti i bambini. Un asino non l’avevano mai visto hanno accolto Bruno e Salam col sorriso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie