Venerdì 22 Gennaio 2021 | 17:16

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

 
Il video
«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

 
Musica
«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

 
Il disco
Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

 
La notizia
È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

 
Musica
Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

 
L'intervista
Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

 
Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

 
La rassegna
Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

 
Inediti e rarità
Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl virus
Covid 19 a Bari, contagi in asilo nido e scuola dell'infanzia: strutture chiuse

Covid 19 a Bari, contagi in asilo nido e scuola dell'infanzia: strutture chiuse

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
TarantoLa decisione
Mittal, stabilizzazione oraria per 200 lavoratori dell'indotto. Tar: chiusura nastri in quota al 31 gennaio

Mittal, stabilizzazione oraria per 200 lavoratori dell'indotto. Tar: chiusura nastri in quota al 31 gennaio

 
HomeI dati
Allarme Xylella, altre 93 piante infette tra Taranto, Brindisi, Cisternino e Ostuni: «È inarrestabile»

Allarme Xylella, altre 93 piante infette tra Taranto, Brindisi, Cisternino e Ostuni: «È inarrestabile»

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita VD

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

il festival

Torna 'Di Voce in Voce' per cantare il Sud

Dall'anima mediterranea dei Radicanto al Salento di Rachele Andrioli

Torna 'Di Voce in Voce' per cantare il Sud

foto Frittoli

Sono passati dodici anni da quando l’associazione culturale Radicanto decise di realizzare «Di Voce in Voce». Un festival nato con l’idea di riscoprire i contatti e i confini che si snodano attraverso le regioni mediterranee, in un percorso tra tradizione e innovazione dalla musica antica alla tradizione meridionale passando per dai ritmi cadenzati agli spigoli dei tempi balcanici.
Nonostante le ormai note difficoltà dovute all’emergenza sanitaria, da venerdì 9 a domenica 11 il teatro Traetta di Bitonto accoglierà la XII edizione (ingresso libero fino ad esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria telefonando al numero 080.374.26.36 dalle 18 alle 20) con dei doppi concerti serali. «Durante il festival, che nel Teatro Traetta ha trovato la sua “casa” ideale - commenta il direttore artistico Giuseppe De Trizio dei Radicanto -, sarà proposto un vero e proprio viaggio musicale per il nostro territorio. L’acustica impeccabile, il fascino della storia e il grande calore del pubblico, sono il viatico migliore per la nostra musica. La storia non smetterà mai di insegnarci il futuro. Quest’anno sul palco di “Di Voce in Voce” si alterneranno alcune tra le più belle voci che abbiamo in Puglia al fianco di musicisti di spessore nazionale e internazionale. La dimensione acustica dei concerti restituirà autenticità alle performance rinnovando la volontà di proporre musica originale e rielaborata con grande eleganza».

A inaugurare il festival, venerdì 9 alle 20, sarà il «Real Duo», con Michele Libraro alla chitarra classica e Luciano Damiani al mandolino, che propone lo spettacolo Anima ad Anima. Si tratta di un concerto raffinato che sviluppa un viaggio intorno alla musica classica e popolare dei Sud del mondo. A seguire, il consolidato e virtuoso concerto Ho chiesto alla luna della salentina Rachele Andrioli (voce) con Claudio Prima (organetto e voce) che hanno già entusiasmato la platea del Traetta in una precedente edizione del festival. Il giorno dopo, sabato 10 alle 20, saranno di scena due concerti che osservano la canzone d’autore e popolare da due emisferi lontani ma comunicanti: il set Revés, della intensa voce di Sarita Schena, cantante italo-argentina, alle prese con un itinerario sonoro intriso di sudamerica per approdare alle «note di pietra» della tradizione murgiana, venate di dolci arabeschi dalla voce evocativa di Maria Moramarco & Uaragniaun. Infine, domenica 11 alle 19, sarà di scena l’oratorio teatrale in musica a cura della compagnia romana Ilnaufragarmedolce, con lo spettacolo «Ritratti di donne», storie vivide e appassionate dell’universo femminile con Tiziana Scrocca e Chiara Casarico. Come di consueto la chiusura del festival sarà affidata ai Radicanto che presenteranno il nuovo spettacolo e il nuovo cd intitolati Cori Miu. Un viaggio attraverso la millenaria tradizione musicale del meridione d’Italia, autentico bacino delle musiche del Mediterraneo, condotti dalla voce di Maria Giaquinto dalle corde di Giuseppe De Trizio e Adolfo La Volpe e delle percussioni di Francesco De Palma.
«Di voce in voce» è realizzato con il sostegno della Regione Puglia, del comune di Bitonto e del Consorzio Teatro Pubblico Pugliese, del Consolato Onorario D’Italia di Stettino (Polonia), della Fondazione Nikolaos e della COAR (Cooperativa artisti). Questa edizione, inoltre, sarà trasmessa in streaming con il Consolato Onorario d’Italia a Stettino, in Polonia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie