Sabato 23 Gennaio 2021 | 04:46

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

 
Il video
«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

 
Musica
«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

 
Il disco
Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

 
La notizia
È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

 
Musica
Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

 
L'intervista
Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

 
Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

 
La rassegna
Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

 
Inediti e rarità
Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Senegalese trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: indaga la Polfer

Uomo trovato morto a bordo del treno Bari-Lecce: si tratta di un senegalese, indaga la Polfer

 
BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

su rai 2

«Torno in tv con un sorriso mai striminzito»: nuovo show per Renzo Arbore

Striminzitic Show, una sorta di 'Arbore & Friends', in cui sarà accompagnato da Gegè Telesforo

«Torno in tv con un sorriso mai striminzito»: nuovo show per Renzo Arbore

Tanto striminzito non sarà lo Striminzitic show. Trattandosi, infatti, di Renzo Arbore il divertimento e l’intrattenimento intelligente non mancheranno. Si parte domani, lunedì 8 in prima serata su Rai Due, con la prima puntata del nuovo programma dell’82enne showman foggiano. Dopo la prima serata di oltre due ore, lo show poi passerà in seconda serata con appuntamenti da un’ora (in onda dal martedì al venerdì) per altre 20 puntate. Arbore sarà affiancato da Gegè Telesforo, mentre a firmare il programma ci sarà anche lo storico autore dell’anchorman foggiano, Ugo Porcelli, assieme a Giovanna Ciorciolini, Gian Luca Santoro e lo stesso Telesforo per la regia di Gianluca Nannini. Striminzitic show è interamente realizzato a casa di Arbore e riordinerà il suo archivio nel quale non c’è solo la sua carriera personale, ma la storia del costume italiano. Prima di passare all’intervista, però, Arbore da pugliese doc rivolge un pensiero alla situazione della Gazzetta.
«Quando La Gazzetta del Mezzogiorno mi chiama, per me è semplicemente la Gazzetta. Lo ha scritto la Gazzetta. Da bambino mio padre mi diceva: “Oggi è uscito sulla Gazzetta”. Quando esce un mio articolo, il papà di Gegè mi chiama per dirmi “oggi sei uscito sulla Gazzetta, te la mando? E io rispondo: ce l’ho sul digitale. Questo per dire che la Gazzetta è un suono che mi è sempre stato familiare, è il giornale della mia regione, quindi faccio molti voti affinché rimanga e diventi ancora di più il giornale di noi pugliesi e non solo».

Finalmente ha deciso di ritornare in Tv con un nuovo programma?
«Sì, anche se la gente, purtroppo, dimentica e si ricorda sempre di “Quelli della notte” o “Indietro tutta”. Ho fatto un calcolo, partendo da “Speciale per voi”, il primo programma in bianco e nero dove ho presentato per la prima volta Lucio Battisti, passando per “L’Altra Domenica” e altri ancora, ho realizzato 18 format. Quindi, diciamo che ci sono sempre stato. “Striminzitic show” corona, anche se la parola è brutta di questi tempi, il successo di un programma che realizzo sulla mia web Tv. Nelle settimane di lockdown, infatti, mi sono occupato della mia web Tv (Renzo Arbore channel.tv), dandone molta visibilità sui social e ottenendo grandi risultati di pubblico con un palinsesto dominato dalla “cultura del sorriso” di provenienza partenopea».

Com’è articolato il programma?
«Diciamo che è una sorta di Arbore & Friends. È una grande antologia di malefatte, accanto a me e Gegè si vedranno tanti artisti che hanno collaborato con me come Michele Mirabella, Lino Banfi, Vittorio Gassman, Alberto Sordi, Lillo & Greg, Elio e le storie tese, Fausto Leali, Nino Frassica e tanti altri. È un programma fatto in casa, la mia, dove ci saranno due operatori, il fonico e il regista. Il Coronavirus è ancora in giro e non ci permette di allargarci».

Ha vissuto la quarantena utilizzando la sua Tv e pensando a questo programma?
«Sì, stando molto attento. L’ho vissuta in casa proprio mettendo in ordine il mio archivio. Poi Gegè, curiosando nelle mie cose, ha trovato tanta roba e mi ha detto se volevo fare un programma, così è stato».

Che ruolo avrà la musica?
«Determinante. Insieme ai sorrisi, che credo siano la cosa di cui abbiamo più bisogno adesso dopo tanta pena, ci sarà tanta musica: a iniziare dalla sigla “Por dos besos”, una canzone di Bruno Martino che abbiamo riscoperto con l’Orchestra Italiana. La sigla è girata a piazza del Popolo con 100mila persone, ovviamente prima del Coronavirus».

Nel suo archivio ha scoperto qualche chicca che aveva dimenticato?
«Tante, ho trovato delle immagini in cui cantavo con Gino Paoli una canzone napoletana, mi ha commosso. Ho trovato delle stupidaggini che ho fatto in giro con Gegè girando con l’Orchestra Italiana con la quale ho fatto più di 1500 concerti. Siamo stati costretti a fermare la tournée che prevedeva anche concerti in Puglia, ma presto torneremo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie