Venerdì 23 Agosto 2019 | 17:48

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
«La Notte della Taranta è un cesto di buone intenzioni che va custodito»: parla Giovanna Marini

«La Notte della Taranta è un cesto di buone intenzioni che va custodito»: parla Giovanna Marini

 
12 e 13 agosto
Crime Fest: Gallipoli per 2 notti capitale della club culture, grande attesa per Ellen Allien

Crime Fest: Gallipoli per 2 notti capitale della club culture, grande attesa per Ellen Allien

 
Musica
Carl Brave, Luché, Izi: il Sottosopra Fest nel Salento entra nel vivo

Carl Brave, Luché, Izi: il Sottosopra Fest nel Salento entra nel vivo

 
Il concerto
Yiruma incanta la Puglia, tra duetti e improvvisazioni. Il 9 agosto bis a Otranto

Yiruma incanta la Puglia, tra duetti e improvvisazioni. Il 9 agosto bis a Otranto

 
Il concerto
La «Stanza singola» di Franco126 approda in Puglia per il Sud Est Indipendente

La «Stanza singola» di Franco126 approda in Puglia per il Sud Est Indipendente

 
L'appuntamento
Meraviglioso Modugno: Premio Città di Polignano a Mare ad Al Bano

Meraviglioso Modugno: Premio Città di Polignano a Mare ad Al Bano

 
L'evento
Dopo il Jova Beach Party il soul di J.P. Bimeni arriva a Lecce per il SEI Festival

Dopo il Jova Beach Party il soul di J.P. Bimeni arriva a Lecce per il SEI Festival

 
Musica
Sottosopra Fest: il festival hip hop tra Gallipoli e Lecce si apre con Tedua

Sottosopra Fest: il festival hip hop tra Gallipoli e Lecce si apre con Tedua

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'operazione della Gdf
Bari, 6mila paia di scarpe contraffatte dalla Grecia: sequestro al Porto

Bari, 6mila paia di scarpe contraffatte dalla Grecia: sequestro al Porto

 
TarantoIl caso
ArcelorMittal, Usb proclama sciopero: «ci sono microchip nelle tute»

ArcelorMittal, Usb proclama sciopero: «ci sono microchip nelle tute»

 
BatIl caso
Le saline di Margherita di Savoia diventano di proprietà francese

Le saline di Margherita di Savoia diventano di proprietà francese

 
LecceLa decisione
Nardò, sindaco vieta pesca e balneazione alla Palude del Capitano

Nardò, «troppi turisti» e il sindaco vieta i bagni alla Palude del Capitano

 
FoggiaLotta alla droga
Trinitapoli, beccati 92 pacchi di cannabis light, ma in realtà era marijuana illegale

Trinitapoli, beccati con 92 pacchi di finta-cannabis light: arrestati in 2

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 
PotenzaLa protesta
Venosa, disabile si incatena in Comune: «Voglio che mi ridiano il cane»

Venosa, disabile si incatena in Comune: «Voglio che mi ridiano il cane»

 
MateraIl sogno
Matera si candida a «Cinecittà» del Mezzogiorno

Matera si candida a «Cinecittà» del Mezzogiorno

 

i più letti

Il concerto

Yiruma incanta la Puglia, tra duetti e improvvisazioni. Il 9 agosto bis a Otranto

Il pianista sudcoreano ha anche chiamato a sorpresa sul palco un fortunato, che ha potuto suonare con lui

Yiruma incanta la Puglia, tra duetti e improvvisazioni. Il 9 agosto bis a Otranto

«Il mio concerto è un viaggio nella memoria: mi piacerebbe che tutti voi riattivaste nella mente i ricordi più belli e vi lasciaste trasportare dalla musica». È un mondo parallelo, quello che Yiruma disegna nell'aria tersa di Martina Franca, nell'atrio dell'Ateneo Bruni che martedì 6 agosto ha offerto un colpo d'occhio eccezionale, con il tutto esaurito per il suo debutto assoluto in Italia.

Il concerto del pianista sudcoreano, star internazionale e recordman di visualizzazioni sul web (oltre 200 milioni di visualizzazioni tra tutti i suoi canali social), è stato l'evento di punta del festival Piano Lab, organizzato dall'associazione «La Ghironda». Per il suo primo concerto in Italia, Yiruma ha scelto il colore dell'«Indigo» (dal nome dato al concerto), una tonalità di blu che ha pervaso l'atmosfera di tutta la serata, con il pianista immerso tra luci quasi irreali e nuvole bianche di fumo che soffiavano leggere sul palco.

Più che un colore, «Indigo» è uno stato d'animo, colmo di una cupezza splendente che spesso può illuminare le speranze più inattese: è lo stesso Yiruma a spiegarlo al pubblico, tra una canzone e l'altra, con il suo inglese chiarissimo e accenni di italiano sempre ironici. «È il colore della notte, e questa è una parte di un festival come Piano Lab, che mi ha subito conquistato. È la prima volta in assoluto che metto piede in Italia, e dovunque io vada, scorgo arte in ogni posto. Soprattutto qui a Martina Franca», ha affermato.

Poi è iniziata la musica, ed è stato naturale scovare i momenti più preziosi della propria vita, tra i ricordi, e metterli in relazione con le sue melodie. Semplici, ma accattivanti, con una ricerca armonica e un gusto della costruzione di ogni frase che sembra incedere senza tempo. Brani storici e di grande successo come la stessa «Indigo», «Kiss the Rain», «Chaconne», «Love Hurts» e «May Be», miscelati con altri pezzi tratti dal suo ultimo album «Frame», si susseguono in maniera del tutto naturale, nel suo minimalismo pop che semplifica ogni forma di accademismo. Non può mancare ovviamente il brano forse più famoso, quel «River Flows In You» in cui una melodia suadente reitera una magia sonora dalla quale non ci si riesce a staccare. È l'invito che l'artista asiatico fa a tutti gli appassionati di musica. «Un fiume scorre in te», sembra dirci. Va solo “seguito” e lasciato fluire nelle proprie corde più intime.

C'è spazio anche per più di un duetto con il violinista Kim Sangeun che segue spesso Yiruma nei suoi concerti: l'affiatamento è perfetto e il violino restituisce quel quid in più all'incanto sonoro del pianoforte. Non è mancata l'improvvisazione: a un certo punto, il pianista sudcoreano ha invitato qualcuno del pubblico a salire sul palco per improvvisare con lui. Il fortunato è stato Leonardo, un giovane ragazzo chiamato a improvvisare anche solo una o due note, pur non essendo un pianista. Su quella cellula, Yiruma ha costruito il brano «Love Wins Always» («o non sempre vince», ha scherzato Yiruma), tra lo stupore generale.

Nel finale, due bis a sorpresa: l'omaggio a Morricone con il «Love Theme» di «Nuovo Cinema Paradiso» («è l'artista italiano che amo di più in assoluto», ha detto) e una sua versione “coloratissima” di «Over The Rainbow». E gli applausi finali, lunghissimi, hanno tributato il suo primo grande successo italiano. Adesso Yiruma è atteso anche a Otranto: venerdì 9 agosto, alle 21,30, suonerà per il festival Luce d’Oriente (organizzato sempre dalla Ghironda), nel Parco dell’Orte. I biglietti sono in vendita sul circuito vivaticket it (info: 080.430.11.50).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie