Domenica 15 Settembre 2019 | 20:32

NEWS DALLA SEZIONE

L'album
«Il Fabbricante di Ricordi»: l'autore Roberto Casalino dà una nuova veste ai suoi successi e li canta in un disco

«Il Fabbricante di Ricordi»: l'autore Roberto Casalino dà una nuova veste ai suoi successi e li canta in un disco

 
il 22 ottobre
Bari, Alberto Urso arriva al TeatroTeam per l'unica tappa pugliese

Bari, Alberto Urso arriva al TeatroTeam per l'unica tappa pugliese

 
Musica
Il Canzoniere Grecanico Salentino approda alla Royal Albert Hall di Londra

Il Canzoniere Grecanico Salentino approda alla Royal Albert Hall di Londra

 
L'intervista
Il «miracolo» di Ombre Cinesi: «Felice di essere rimasto a Taranto per fare musica»

Il «miracolo» di Ombre Cinesi: «Felice di essere rimasto a Taranto per fare musica»

 
Libri e musica
«Sesso, droga e lavorare», nuovo libro della band Lo Stato Sociale: il 26/09 firmacopie a Bari

«Sesso, droga e lavorare», nuovo libro della band Lo Stato Sociale: il 26/09 firmacopie a Bari

 
L'intervista
Max Gazzè, Monopoli aspetta la sinfonia di «Alchemaya»

Max Gazzè, Monopoli aspetta la sinfonia di «Alchemaya»

 
Il concerto
Tiromancino a Monopoli, sul palco Zampaglione canta con la figlia

Tiromancino a Monopoli, sul palco Zampaglione canta con la figlia

 

Il Biancorosso

Serie C
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 

NEWS DALLE PROVINCE

NewsweekLa telefonata a sorpresa
Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

Depuratore Sava, Romina Power chiama ed Emiliano risponde: confronto a Domenica in

 
BatLa lite
Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

Barletta, rissa tra ubriachi: uomo ferito con un fendente. Non è grave

 
BariAlla Campionaria
Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: sala gremita per il Maestro

Bagno di folla per Ezio Bosso a Bari: «Non posso suonare, smettete di chiedermelo»

 
FoggiaA Manfredonia
Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto

Incendio a lago Salso nel Foggiano, distrutti ettari di canneto. Fiamme anche a Torre Colimena, nel Tarantino

 
BrindisiNel brindisino
S.Michele Salentino come Milano: la scuola regala borracce e diari ecologici

S.Michele Salentino come Milano: la scuola regala borracce e diari ecologici

 
LecceSulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
PotenzaA reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
MateraNel Materano
Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

 

i più letti

L'intervista

Il salentino Osvaldo si racconta: «Ho lasciato Milano perché mi mancavano i Tramonti sul mare»

Il cantautore ha pubblicato da poco il suo nuovo singolo, per Urlo Records: l'album uscirà dopo l'estate

Il salentino Osvaldo si racconta: «Ho lasciato Milano perché mi mancavano i Tramonti sul mare»

foto Facebook Osvaldo

Ha pubblicato da poco il singolo «Tramonti sul mare» (Urlo Records) dopo il successo dello scorso anno della frizzante «Marie», ed è pronto a far uscire il suo primo album: è Osvaldo (Greco), salentino doc (è nato a Veglie, provincia di Lecce), cantautore poliedrico e intenso che dopo aver vissuto a Milano è tornato nella sua Puglia per fare musica. E dopo varie esperienze con diverse band (ha all'attivo anche una partecipazione ad Amici con La Gente), si sta concentrando sulla sua carriera da solista (è stato selezionato fra i 130 finalisti di 1M Next, il contest per artisti emergenti che premia con un'esibizione sul palco del Concerto del Primo Maggio a Roma). Lo abbiamo intervistato per carpire le sue emozioni a pochi giorni dall'uscita del brano (il videoclip sarà online il 12 aprile).

Come è nata «Tramonti sul mare»?

«L'anno scorso, intorno a giugno/luglio, ero in vacanza nella mia casa al mare, a Torre Lapillo (Le). Avevo già una bozza di questa canzone, il significato preferisco tenerlo per me, ma il messaggio che voglio mandare è quello di una ricerca, quando c'è qualcosa o qualcuno a cui tieni davvero, che magari ti sfugge dalle mani, tenti di riprendertelo, perché sai che ti fa stare bene. I provini di questo brano sono stati tutti registrati nella casa al mare, dove ho organizzato un mini-studio, e abbiamo terminato il lavoro quest'inverno, insieme agli altri brani che andranno a comporre l'album, in programma dopo l'estate»

Che significato ha per te il mare?

«Il mare mi ricorda tanto l'infanzia, mi appartiene profondamente. Mi è mancato tanto quando sono stato via, ed è stata una delle ragioni per cui sono tornato giù»

Cosa ci dobbiamo aspettare dall'album a cui stai lavorando?

«Sicuramente un nuovo sound, diverso dal singolo del 2018, "Marie", mi rifaccio molto agli anni '80. L'album è quasi pronto, vorremmo presentare un singolo estivo e poi farlo uscire: stiamo facendo ancora qualche modifica alla tracklist, sono canzoni ballabili»

Grazie a 1M Next 2019 sei stato selezionato fra i 130 nuovi artisti che potevano guadagnare un posto sul palco del concerto del 1 maggio a Roma in piazza San Giovanni. Come hai preso questa notizia?

«Sono stato molto felice e inaspettata, perché ho partecipato con il singolo dello scorso anno, che ho quasi "stancato". La cosa bella è stata la risposta del pubblico: avevo bisogno di voti online, c'è stato un susseguirsi di condivisioni molto importante»

Tra dieci anni dove vorresti vederti?

«In giro a suonare. Sui palchi, sempre a fare musica»

Chi c'è fra i tuoi riferimenti musicali? Cosa ti piace ascoltare?

«Ho una grande passione per gli storici cantautori italiani, da Tenco a De André a Battisti, sono cresciuto con loro. Mi piacciono molto i nuovi cantautori, la nuova scena italiana, anche i più veterani, da Niccolò Fabi a Jovanotti, ascolto Afterhours, Verdena, Marlene Kuntz. Poi ancora nel panorama internazionale Radiohead e Coldplay»

Hai una grande esperienza di palco, ma ora ti sei dovuto chiudere in studio a registrare: in quale delle due situazioni sei più a tuo agio?

«Molto più durante il live. Quando sono in studio non vedo l'ora di suonare dal vivo, mi piace farlo, mi appassiona. Portare la musica davanti alle persone, farla ascoltare, è l'emozione più grande»

Facciamo, infine, un passo indietro: cosa è rimasto dell'Osvaldo che aveva deciso qualche anno fa che la musica sarebbe stata la sua vita, e invece cosa è cambiato?

«È rimasta la determinazione di voler fare musica. Sono cambiate tante cose, in positivo: avere una risposta da parte di chi mi segue, è stimolante, è cambiato il modo di vedere le cose. E poi ho scelto io di tornare al Sud: il pubblico mi piace, è la terra a cui appartengo»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie