Sabato 15 Dicembre 2018 | 20:31

LETTERE ALLA GAZZETTA

Un Paese di male in peggio

La domanda è: come si vive quando si è perso tutto? Ebbene, il rapporto Istat fissa a 18 milioni il numero di persone, a rischio povertà o esclusione sociale. Ma anche quel 50% di cittadini che, pagando le tasse fino all’ultimo cent. mantengono l’altra metà della popolazione, che non paga. E ancora, ben 4,7% milioni di persone che vivono in stato di grave povertà, con un incremento del 165% nell’ultimo decennio.

Mentre il 30% della popolazione residente (contro il 28%) vive in bilico tra chi è povero e chi non lo è. In sostanza, rispondere a queste domande si è data l’immagine di un Paese senza futuro, faticoso e difficile, come e forse più del recente passato.

Nico Pesce (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400