Lunedì 25 Gennaio 2021 | 18:14

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa decisione
Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

Foggia, sparò da balcone a Capodanno: convocato Consiglio comunale per sfiducia del presidente

 
Bariindagini della DDa
bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

Bari, guerra clan a Japigia: chieste 26 condanne, ergastoli per 2 omicidi

 
Potenzamaltempo
Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

Avigliano, a causa del gran vento «impazzisce» pala eolica: intervengono i vigili del fuoco

 
TarantoGenerosità
Taranto, muore giovane mamma: donati gli organi

Taranto, muore giovane mamma: donati gli organi

 
LecceL'iniziativa
«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

«Io Posso»: il progetto solidale salentino compie 6 anni e festeggia con una tombolata social

 
Materanel Materano
Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

Marconia, sorpresa a spacciare cocaina e hashish in casa: arrestata 65enne

 
Covid news h 24Emergenza contagi
Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

Ceglie Messapica, focolaio Covid in un scuola media con 18 positivi: 13 studenti e 5 docenti

 
Batviabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 

i più letti

Lettere alla Gazzetta

Si chiama libertà di scelta o di espressione

Recentemente, un gruppo di femministe mantovane se l’è presa con una azienda di intimo, coprendo le "vergogne" raffigurate nei suoi poster con piccoli manifesti (abusivi) recanti la scritta "Anche questa è violenza". A voler scervellarsi su cos'altro dovrebbe contenere un reggiseno, se non un seno femminile, e su come pubblicizzarlo, se non con una modella che lo indossa, si rischia comunque di finire nella nutrita schiera di accidiosi voyeur che sicuramente sanno di cosa si sta parlando.
Tuttavia, alle ideatrici di quella rinnovata, quanto anacronistica "foglia di fico”, una cosa, pacificamente, va detta: se una modella decide di mostrare a tutti una parte del suo seno e della sua bellezza, di sicuro ben remunerata per farlo, non c’entra niente con la violenza. Si chiama, invece, libertà di scelta o di espressione.
E francamente, visto che siamo in tema, vedo più violenza nel grave ritardo nella costituzione delle “breast unit”, previste dalla legge per la prevenzione e la cura del tumore al seno. Se le suddette femministe, i dirigenti della nota azienda di intimo e persino la seducente modella in questione si dedicassero anche a queste iniziative in favore della salute femminile, forse le donne potrebbero tornare ad andare d’accordo.

Paolo Izzo, Roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie