Venerdì 18 Gennaio 2019 | 00:22

Lettere alla Gazzetta

Galano, ovvero il Signor 9 settembre 1943

Il figliol prodigo Galano passerà alla storia del Bari oltre da Robben del Tavoliere come «Il signor 9 settembre 1943» l'anno in cui l'Italia nella seconda guerra mondiale combattè accanto ai tedeschi sino al giorno prima e contro dal giorno dopo. Così lui vicentino sino al giovedì e di nuovo barese dal sabato.
Non vi sarebbe nulla di strano se non fosse che la «conversione» è avvenuta recitando un gol dolce per il Pater Appulo e nello stesso uno velenoso per la Mater Veneta. Se dopo tutti questi scherzi i vicentini «magna gatti» non ci hanno ancora dichiarato guerra vuol dire che sono davvero dei gran signori.

Virna Trerotoli, Conversano (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400