Sabato 23 Gennaio 2021 | 20:42

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariBurrasca in arrivo
Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

Maltempo nel Barese, scatta da domani allerta arancione per forte vento

 
BrindisiIl caso
Presunti abusi al porto di Brindisi: 12 richieste a processo

Presunti abusi edilizi nel porto di Brindisi: chiesto il processo per 12 persone

 
LeccePuglia, cinema e tv
Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

Un ciak a Lecce per Ornella Muti, Raoul Bova e Serena Autieri. A Taranto girata fiction Rai

 
TarantoIl caso
Taranto, poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati medici

Poliziotta barese morta dopo 3 interventi, condannati i medici

 
FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito netturbino 45enne

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 

LETTERE ALLA GAZZETTA

Stupefacenti i danni del proibizionismo

Il settimo libro bianco sulle droghe diffuso dalla associazione Antigone ci informa che nel 2015 un detenuto su quattro «è entrato in carcere perché condannato o accusato di produrre, vendere o detenere droghe proibite». E già soltanto da questo dato si può intuire quanto la pdl sulla legalizzazione della cannabis, in discussione alla Camera dal prossimo 25 luglio, potrebbe fare bene anche alla grave situazione carceraria e giudiziaria del nostro Paese.
Si aggiunga che troppo spesso le reclusioni connesse all’uso delle droghe sono di fatto ingiuste o sproporzionate: in Abruzzo, per fare un esempio, c’è un uomo malato e povero, Fabrizio Pellegrini, che non potendo accedere per problemi economici alla cannabis terapeutica, se la è coltivata da solo e perciò è stato condannato e incarcerato a più riprese; un altro uomo, Andrea Trisciuoglio, anch’egli malato, gli ha fatto arrivare dalla Puglia il suo sostegno, inaugurando lo “sciopero della cannabis”, che pure gli servirebbe per alleviare le proprie sofferenze. Personalmente trovo insostenibile che a tutt’oggi siano soltanto pochi Radicali a segnalare continuamente l’aspetto umano, oltre che giuridico e statistico, delle vicende legate agli stupefacenti e i danni che decenni di proibizionismo stanno causando.

Paolo Izzo, Roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie