Sabato 25 Gennaio 2020 | 21:58

Il Biancorosso

serie c
Bari e la «condanna» a vincere, Vivarini: «Non c'è altro verbo»

Bari e la «condanna» a vincere, Vivarini: «Non c'è altro verbo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLe dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
FoggiaIl furto
San Severo, beccati da un contadino mentre rubano in un capannone: 3 arresti

San Severo, beccati da un contadino mentre rubano in un capannone: 3 arresti

 
BatNel Nordbarese
Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

Barletta, tragedia in casa: 62enne muore schiacciato da lastra di ferro

 
Tarantoil caso
Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

Cannabis light, archiviata inchiesta partita da Taranto: «Sul Thc la legge non è chiara»

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

LETTERE ALLA GAZZETTA

Al contribuente una domanda più semplice

Hanno avuto inizio sui Media gli interminabili dibattiti riguardanti il canone Rai sulla bolletta elettrica, introdotto dal Governo per recuperare, si suppone, evasione fiscale da parte, si dice, di un italiano su quattro che vede la televisione a scrocco. Andiamo per ordine.
A parte il fatto che non si capisce bene se questo nuovo metodo di trasferimento e imposizione di una vecchia tassa televisiva dello Stato, dall'Agenzia delle Entrate alle compagnie elettriche, sia costituzionalmente corretto.
Non si riesce nemmeno a percepire se una famiglia, già titolare dell'imposizione, debba pagare la stessa tassa anche per l'altra dimora o per le altre dimore, tenute tutte a propria esclusiva disposizione e dotate ovviamente di contatore elettrico nonchè di apparecchio televisivo.
Nel caso che gli si chiedesse di pagare il canone per ognuna di queste ultime abitazioni credo che sarebbe ingiusto come è ingiusto che si paghi la spazzatura per il semplice fatto che energia elettrica e immondizia sono sempre una e una sola famiglia a consumare e produrre spostandosi da una casa all'altra.
Non sarebbe più utile e sbrigativo che lo Stato chiedesse al contribuente una dichiarazione che, oltre a detenere uno o più apparecchi televisivi nell'immobile allacciato a un contatore di energia elettrica, contenesse anche una delle seguenti diciture: casa di sua proprietá per abitazione principale, a disposizione o in locazione?

Franco Muolo, Monopoli (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie