Lunedì 22 Ottobre 2018 | 06:04

NEWS DALLA SEZIONE

Giornata mondiale dell'osteoporosi

 

«Cipolla, lacrime, sapori e salute

 
INDAGINE EIKON GILEAD E 66 PREMI DEI BANDI GILEAD

Innovazione tra tecnologia, ricerca e comunità

 

Terapia a base di cellule staminali: Takeda Italia vinc...

 

Premio giornalistico «Riccardo Tomassetti»

 

Nel diabete, «l'occhio vuole la sua parte»

 

«Silver Generation» over 65: internet è il mio mestiere...

 

Lenti intraoculari di ultima generazione

 

Diabete di tipo 2

 

Tubercolosi: in Italia 12 ammalati al giorno, 350 morti...

 

Atrofia muscolare spinale: da diagnosi a quasi morte ce...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Lenti intraoculari di ultima generazione

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Cataratta. Innovazione determinante non solo dal “Laser fetmo”, la cui durata dell’impulso che apre la capsula in modo perfettamente circolare e che ammorbidisce la cataratta da asportare, è della durata di un milionesimo di miliardesimo di secondo.

Cosa, questa, che rende l’intervento chirurgico più sicuro, preciso, realizzando le fasi dell’intervento (taglio monitorato in estensione, profondità, circolarità, frammentazione del cristallino alterato per sua successiva aspirazione) in modo automatizzato grazie ad un computer.

“L’innovazione hi-tec – dice il prof. Paolo Vinciguerra, univ. Umanitas, Milano – riguarda anche l’uso di lenti intraoculari di ultima generazione (individuate con sistemi di calcolo per il singolo paziente) in grado di offrire nuove prospettive di recupero dei difetti di refrazione”. Le lenti monofocali permettono di recuperare la visione presente prima dell’insorgere della cataratta; le lenti toriche correggono l’astigmatismo riducendo quindi la dipendenza dagli occhiali per vedere da lontano e mantenendo l’eventuale necessità solo di occhiali da lettura.

Le trifocali potrebbero ridurre drasticamente l’utilizzo di occhiali per leggere o usare il computer. Nel caso infine di presbiopia più astigmatismo si può optare per una lente intraoculare trifocale torica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400