Venerdì 23 Aprile 2021 | 00:50

NEWS DALLA SEZIONE

Serie C
Turris e Bari a confronto

Turris e Bari a confronto

 
Serie C
Verso Turris-Bari: arbitro e giudice sportivo

Verso Turris-Bari: arbitro e giudice sportivo

 
Lavori pubblici
Matera, cambia volto il teatro Quaroni

Matera, cambia volto il teatro Quaroni

 
Dati nazionali
Covid in Italia, lieve crescita curva contagi (16.232 novi casi) e altre 360 vittime: indice positività in aumento (4,4%)

Covid in Italia, lieve crescita curva contagi (16.232 novi casi) e altre 360 vittime: indice positività in aumento (4,4%)

 
Il caso
Una legge contro le speculazioni nel mercato agricolo: la reazione dei pugliesi

Una legge contro le speculazioni nel mercato agricolo: la reazione dei pugliesi

 
Il caso
Gita scolastica virtuale? Polemiche per l'iniziativa barese

Gita scolastica virtuale? Polemiche per l'iniziativa barese

 
recovery fund
Incontro Draghi-sindaci, c’è il nodo dei fondi diretti

Incontro Draghi-sindaci, c’è il nodo dei fondi diretti

 
Covid
Appello dal Salento: «No al coprifuoco dalle 22»

Appello dal Salento: «No al coprifuoco dalle 22»

 

Il Biancorosso

Serie C
Turris e Bari a confronto

Turris e Bari a confronto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccetrasporti
Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

Surbo, riattivazione scalo: «Obiettivo importante per la Puglia e il Salento»

 
BariViabilità
Bari, due tamponamenti sulla «100» e sulla «16»

Bari, due tamponamenti sulla «100» e sulla «16»

 
MateraLavori pubblici
Matera, cambia volto il teatro Quaroni

Matera, cambia volto il teatro Quaroni

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, il commissario del porto ascoltato in Commissione Ecomafie

Taranto, il commissario del porto ascoltato in Commissione Ecomafie

 
GdM MultimediaCultura
Trani, viaggio virtuale nel Polo museale diocesano

Trani, viaggio virtuale nel Polo museale diocesano

 
FoggiaTragedia sfiorata
Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

Rignano Garganico, nigeriano con coltello e spranga di ferro aggredisce equipe medica

 
BrindisiCovid
Brindisi, contagi in calo: «Merito della zona rossa»

Brindisi, contagi in calo: «Merito della zona rossa»

 

i più letti

la scoperta

Bari, anziano vive solo in casa con numerosi gatti tra degrado e abbandono

La vicenda è stata segnalata al sindaco e alla Asl. Sollecitato un intervento per l'85enne. Gara di solidarietà sui social tra le associazioni animaliste per trovare una sistemazione ai gattini

BARI - Se sono ancora vivi è di sicuro un piccolo miracolo. Una quindicina di gatti sono stati ritrovati in un'angusta stanzetta di un appartamento in un condominio alla periferia di Bari. Erano destinati a morte certa, probabilmente per mancanza di cibo, di acqua e perchè erano in pessime condizioni igienico-sanitarie. 

 La sorte, però, ha voluto che per Pasqua in quella casa al secondo piano, abitata soltanto da un anziano solo, allettato forse per problemi di salute, entrassero alcune volontarie dell'«Oasi felina di Bari», una onlus, presieduta da Giuliana Pontrelli che opera in tutta la provincia e che si propone di tutelare i gatti in difficoltà, abbandonati e maltrattati.

Già da tempo, pare, i condomini dello  stabile si erano lamentati per il continuo miagolare dei mici e per il cattivo odore proveniente da quell'appartamento. Finchè un giovane, che accudisce l'anziano, ha deciso di chiedere l’intervento delle volontarie dell’Oasi felina. «Quando siamo entrate nella stanza, ai nostri occhi si è presentata una situazione disastrosa e inverosimile – racconta Anna, una delle volontarie intervenute -.  In una stanzetta con porta e finestra chiuse, c’erano 12 gatti adulti e due cuccioli tenuti in condizioni pessime. Non c’erano lettiere, non c'era acqua. I gatti erano spaventati, malnutriti, disidratati.

Rimuovendo i mobili e la spazzatura, abbiamo ritrovato anche quattro carcasse».

I felini erano praticamente segregati in pochi metri quadrati, costretti a vivere nel degrado più totale, nella sporcizia e nell’incuria, tra i loro escrementi. Tutti erano disidratati e affamati, infestati da pulci. Alcuni presentavano anche vistose ferite.

In un’altra stanza, pare, si trovava l’anziano allettato e non in grado di deambulare.

«I gatti – spiega Daniela Fanelli, delegata al randagismo per la Città metropolitana di Bari - sono stati tutti recuperati e ricoverati presso cliniche convenzionate con una serie di associazioni che operano sul territorio (Oasi felina onlus - Occhi randagi - Lo Stregatto Molfetta – Enpa Bari - Enpa Barletta - Amore a quattrozampe odv di Corato - Rifugio a quattro zampe Altamura – Lav Bari - Odv Pets Capurso)». Si è aperta una vera e propria gara di solidarietà tra le «gattare» e chi ama gli animali in genere, anche attraverso i social,  per ricoverare i mici più bisognosi di cure e trovare una sistemazione agli altri.

«Di questa incredibile storia di degrado e incuria ho subito informato direttamente il sindaco di Bari, Antonio Decaro, la Asl e il dirigente che hanno fornito la loro massima disponibilità» spiega Daniela Fanelli che ha anche inviato una segnalazione alla Polizia locale di Bari, all’ufficio Ambiente e all’ufficio Città solidale e inclusiva.

 «I gattini sono stati recuperati e messi in salvo ma occorre intervenire con la massima urgenza – aggiunge  la delegata al randagismo – per verificare le condizioni igieniche sanitarie in cui vive l’anziano in quell’appartamento». Finchè si è in tempo. Per salvare anche una vita umana.  

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie