Sabato 20 Ottobre 2018 | 23:01

NEWS DALLA SEZIONE

Scoperta dal Noe di Lecce
Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

 
Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Nel Tarantino
S.G. Jonico, autocarro investe e uccide ciclista 80enne

San Giorgio Jonico, autocarro investe e uccide ciclista...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Lotta allo spaccio
Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un casolare: 2 arresti

Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un ca...

 
Il caso
Taranto, provocò un incidente in cui una bimba rimase gravemente ferita: a giudizio 23enne

Taranto, provocò incidente e bimba perse una mano: a gi...

 
Il siderurgico
Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori ancora al buio

Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori...

 
A Sava (TA)
Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per droga: arrestato 17enne

Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per dr...

 
Sanità
Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

 
Nel Tarantino
Scarico di acque reflue a Martina Franca, sequestrato depuratore aziendale

Scarico di acque reflue a Martina Franca, sequestrato d...

 
Taranto
Staff al comune, 3 indagati per truffa e abuso d'ufficio

Staff al comune, 3 indagati per truffa e abuso d'uffici...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Dopo l'incontro in Regione

Sequestro statale 172
in attesa dei lavori
potenziati treni e bus

L’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Giannini: «L’Anas si è impegnata ad effettuare lavori di messa in sicurezza, ma serve spostare il flusso. Si è pensato quindi di consentire la realizzazione da parte dell’Acquedotto pugliese di nuove trincee drenanti»

chiusa la strada 172 per la valle d'itria

BARI - L’assessore ai Lavori Pubblici della Regione Puglia, Giovanni Giannini ha incontrato oggi i sindaci dei comuni di Locorotondo, Martina Franca ed Alberobello, oltre ai rappresentanti di Anas, Aqp e Fse per discutere dei disagi che il sequestro da parte dei carabinieri del tratto di 300 metri della statale 172, del depuratore e del recapito finale delle acque reflue di Martina, sta provocando nella zona.

«La strada è sequestrata per il rischio crollo e per accedere al tratto interessato occorre comunque fermare il flusso dei reflui. L’Anas si è impegnata - ha spiegato Giannini - ad effettuare lavori di messa in sicurezza, ma serve spostare il flusso per il quale non c'è un recapito alternativo. Si è pensato quindi di consentire la realizzazione da parte dell’Acquedotto pugliese di nuove trincee drenanti nell’ambito di un progetto più articolato che prevede gli interventi sull'inghiottitoio da utilizzare come recapito di emergenza».

A tal fine - ha aggiunto Giannini - «occorre mettere in sicurezza temporaneamente il muretto della strada a rischio. Avvieremo inoltre lo studio di fattibilità per la realizzazione, coerentemente con i vincoli ambientali e paesaggistici della Valle d’Itria, di una condotta per lo scarico a mare, previo utilizzo reflui affinati per fini irrigui agricoli».

Quanto alle notevoli difficoltà al traffico causate dalla chiusura del tratto di strada, l’assessore ha spiegato che «le Ferrovie Sud Est garantiranno il servizio di collegamento tra Locorotondo e Martina mediante treni e istituendo un servizio supplementare bus tra la stazione di Martina e il centro, potenziando anche il servizio su gomma sulle altre direttrici interessate dalla deviazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400