Sabato 08 Ottobre 2022 | 01:17

In Puglia e Basilicata

economia

Taranto, settore crociere arriva anche Carnival

Dalla forza del mare il riscatto di Taranto

Il presidente Prete: «È il primo operatore al mondo nel settore»

18 Luglio 2021

Mimmo Mazza

Taranto capitale di mare e della crociere. Non è più - e non è solo - uno slogan ma una realtà che piano piano si va sempre più affermando. La ripresa post-pandemia, malgrado i molteplici allarmi sulla variante delta, è contrassegnata anche dal ritorno in mare delle grandi navi da crociera. Taranto ne beneficia con l’inserimento nelle destinazioni, di arrivo e di imbarco, di Msc, con la grande Seaside che ogni mercoledì, dagli inizi di maggio, fa tappa nello scalo jonico, con le sue migliaia di passeggeri. L’anno prossimo alla Msc si aggiungerà la Carnival, il primo operatore mondiale del crocierismo. Ad annunciarlo è stato Sergio Prete, presidente dell’autorità di sistema portuale del mar Jonio, nel corso di un evento svoltosi l’altra sera nel dipartimento universitario tarantino.

«P&O Cruises, compagnia crocieristica britannica facente parte del gruppo Carnival Corporation - spiega Prete alla Gazzetta - ha prenotato alcune toccate per il 2022 e per il 2023, andandosi così ad aggiungere alle altre compagnie, come Tui e Marella, che hanno già inserito la destinazione di Taranto per l’anno prossimo. Si tratta di un ottimo risultato per la nostra città che in questa maniera accresce la sua importanza in ambito crocieristico. Le prenotazioni che stiamo ricevendo costituiscono d’altronde un test, sta a noi superarlo a pieni voti come mi pare stia avvenendo con i grandi numeri che fa Msc».

Durante il penultimo scalo della Seaside, sono stati registrati numeri record nella tappa di Taranto: 2508 passeggeri, 214 arrivi e 144 imbarchi; inoltre, ben 52 bus hanno atteso i passeggeri in banchina per accompagnarli in escursione. Numeri che lasciano emergere un dato di sicuro rilievo che segna, senza ombra di dubbio, il successo della destinazione Taranto. Nei giorni scorsi, il terminal della Taranto Cruise Port ha dato il benvenuto anche a Stephen Xuereb, della Global Ports Holding. Un ospite prestigioso in visita presso il terminal della Tcp, che ha avuto modo di apprezzare dal vivo l’efficienza del terminal crociere e l’imponente macchina organizzativa che, ogni settimana, permette di accogliere i crocieristi in arrivo e partenza dal capoluogo jonico. Stando ai primi feedback raccolti anche a bordo nave, Taranto risulta essere tra quelle incluse nei nuovi itinerari della compagnia Msc, anche grazie alla possibilità, per i passeggeri, di poter sostare, in totale sicurezza, nella marina di Taranto, in strutture balneari ad uso esclusivo dei turisti che sbarcano nel porto jonico, rappresentando un valore aggiunto rispetto a questa tipologia di esperienza.

L’autorità di sistema portuale conta, peraltro, di avere presto a disposizione il centro servizi polivalente denominato «Falanto», un edificio di alto pregio architettonico che ospiterà le attività di terminal crociere/servizi ai passeggeri; spazi dedicati alla promozione della cultura del mare: auditorium polivalente, sale conferenza, aree per mostre e attività di divulgazione; ️servizi meet and greet (info point, bar, servizi igienici, area lounge); uffici amministrativi.

Intanto Confcommercio Taranto esprime soddisfazione per l’annuncio riguardante la compagnia Carnival: «un ulteriore tassello verso quel percorso di svolta che il territorio desidera fortemente intraprendere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725