Giovedì 21 Gennaio 2021 | 22:06

NEWS DALLA SEZIONE

il progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
Indagini lampo della Ps
Taranto, ruba  creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

Taranto, ruba creme in una farmacia e tenta la fuga: ladro seriale arrestato

 
Indagini della Poltel
Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

Taranto, pedopornografia: 45enne trovato in possesso di 13mila «file» proibiti

 
Il virus
Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

Coronavirus a Mottola, focolaio in una Rsa: 22 positivi

 
La denuncia
Asl Taranto, Perrini: «Pochi test nel weekend e da 3 giorni niente vaccini, neppure dose richiamo»

Asl Taranto, Perrini: «Pochi test nel weekend e da 3 giorni niente vaccini, neppure dose richiamo»

 
La protesta
Scuola e Covid, a Taranto gli studenti sigillano simbolicamente ingressi degli istituti

Scuola e Covid, a Taranto gli studenti sigillano simbolicamente ingressi degli istituti

 
a manduria
Tentata estorsione a un commerciante: due arresti nel Tarantino

Tentata estorsione a un commerciante: due arresti nel Tarantino

 
controlli del CC
Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

Taranto, tentano di entrare in Tribunale con coltelli e tirapugni: 5 denunciati

 
la decisione
Mittal Taranto, richiamatati 38 lavoratori in Gics per operazioni di bonifica

Mittal Taranto, richiamati 38 lavoratori in Gics per operazioni di bonifica

 
I numeri
Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

Covid, a Taranto 5mila casi in un mese: l'escalation è impressionante

 
L'intervista
«Taranto cresce per cambiare il Sud»: le parole del sindaco Melucci

«Taranto cresce per cambiare il Sud»: le parole del sindaco Melucci

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

Bari, ufficializzati due nuovi ingaggi: Rolando e Sarzi Puttini

 

NEWS DALLE PROVINCE

Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Bariemergenza coronavirus
Bitonto, focolaio Covid in centro per anziani: 19 i casi positivi

Bitonto, focolaio Covid in centro per anziani: 19 i casi positivi

 
Potenzaeconomia
Tavares in Basilicata, riconosciuta centralità dello stabilimenti di Melfi nel nuovo gruppo Stellantis

Tavares (Stellantis) in Basilicata: confermati investimenti e posti di lavoro. Riconosciuta centralità stabilimento Melfi

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
FoggiaL'accaduto
Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

Foggia, fuggono con macchina rubata, ma fanno incidente e scappano sfondando il parabrezza

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
MateraIl caso
Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

Incendia auto per dissidi lavorativi con la proprietaria: denunciata 41enne a Matera

 
LecceLe dichiarazioni
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer: «Se fossi libero avrei di nuovo l'impulso di uccidere»

 

i più letti

L'analisi

Valutazione di impatto sanitario: Taranto aspetta e intanto si ammala

Da anni si chiede uno studio scientifico accurato in grado di dimostrare la pericolosità dello stabilimento

Ilva

Non è provata - e chissà se mai lo sarà - la correlazione tra la morte di Vincenzo Semeraro, strappato alla vita a soli 11 anni dal cancro che lo ha ucciso come già avvenuto ad altri bambini nati e cresciuti al rione Tamburi e le emissioni dello stabilimento siderurgico più grande d’Europa. Ma la sua morte non può lasciare indifferenti quanti stanno lavorando attorno al dossier Ilva, discettando di piani industriali e miliardi di euro, prospettive occupazionali e carbone, posti nel consiglio di amministrazione e equilibri di potere, dimenticando l’unica cosa che Taranto chiede da 8 anni a questa parte, da quando cioè la magistratura sequestrò gli impianti e arrestò proprietari e dirigenti, accusando l’area a caldo di essere fonte di malattie e morte: la valutazione di impatto sanitario. Ovvero uno studio scientifico, estraneo a lobby e umori, in grado di dimostrare a tutti se e quanto fa male la produzione di acciaio, e quanta produzione, e se è davvero immaginabile a ridosso della scadenza dell’agenda 2030 dell’Onu produrre 8 milioni all’anno di tonnellate di acciaio utilizzando quasi esclusivamente il vecchio carbone a ridosso di una città di 200mila abitanti protesa verso un futuro che così rischia nuovamente di essere compromesso. Uno studio in grado di dare risposte chiare ai coetanei di Vincenzo che ieri sera lo hanno atteso al ritorno nel suo quartiere dall’ospedale di Roma dove ha lottato come un leone, di asciugare le lacrime ai suoi genitori, privati del bene più prezioso - un figlio - e costretti a guardare ogni mattina dalla finestra della loro abitazione la probabile - ancorché non provata - causa della morte.

Giunti in massa in Parlamento - eleggendo cinque parlamentari, anche se due nel frattempo hanno cambiato casacca - con la promessa di chiudere l’Ilva, poi derubricata in promessa di chiudere almeno le fonti inquinanti, i rappresentanti del Movimento 5 Stelle sembrano aver fallito l’approccio alla questione-acciaio.
Non solo nei corridoi del ministero dell’Ambiente, pur solcati da ormai oltre due anni dal ministro grillino Sergio Costa, si sono perse le tracce della valutazione di impatto sanitario, ma anche all’appuntamento per molti versi storico del ritorno dello Stato nella proprietà dell’Ilva, a 25 anni dalla vendita del complesso aziendale alla famiglia Riva, il partito già di lotta e ora di governo, non è stato in grado di proporre a Taranto, ai suoi cittadini e alla Puglia intera una soluzione in linea con la giusta transizione auspicata da Bruxelles, un modello produttivo innovativo, meno ancorato al carbone, facendosi scavalcare a sinistra dal presidente Michele Emiliano, paladino della decarbonizzazione tout court, e dal sindaco Rinaldo Melucci, ormai proteso verso la chiusura dell’area a caldo.

Nell’ordinare il sequestro del siderurgico e l’arresto di proprietari e dirigenti, nel luglio del 2012 il gip Patrizia Todisco scrisse: «La grave ed attualissima situazione di emergenza ambientale e sanitaria, imputabile alle emissioni inquinanti, convogliate, diffuse e fuggitive dell’Ilva, impone l’immediata adozione – a doverosa tutela di beni di rango costituzionale che non ammettono contemperamenti, compromessi o compressioni di sorta quali la salute e la vita umana – del sequestro preventivo dei predetti impianti funzionale alla interruzione delle attività inquinanti. Ciò, affinché – considerate le inequivocabili e cogenti indicazioni affidate alla valutazione dell’Autorità Giudiziaria dalle perizie espletate e dagli ulteriori accertamenti svolti nel corso delle indagini – non un altro bambino, non un altro abitante di questa sfortunata città, non un altro lavoratore dell’Ilva, abbia ancora ad ammalarsi o a morire o ad essere comunque esposto a tali pericoli, a causa delle emissioni tossiche del siderurgico».
Otto anni che sembrano passati invano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie