Giovedì 14 Novembre 2019 | 11:44

NEWS DALLA SEZIONE

La decisione
Medicina, borse di studio e incentivi economici per chi frequenta a Taranto

Medicina, borse di studio e incentivi economici per chi frequenta a Taranto

 
Il siderurgico
Arcelor Mittal, scatta il sit in davanti al Mise delle imprese dell'indotto

Arcelor Mittal, scatta il sit in davanti al Mise delle imprese dell'indotto

 
Il caso
Cimitero Taranto, vandali in azione nella cappella della Società del mutuo soccorso

Cimitero Taranto, vandali in azione nella cappella della Società del mutuo soccorso

 
Occupazione
Mittal, i sindacati denunciano: «Fatture non saldate, in 50 senza stipendio»

Mittal, i sindacati : «Fatture non saldate, in 50 senza stipendio». Autotrasportatori sospendono servizi

 
Operazione della Polizia
Caporalato, lavoratori sfruttati a Martina: denunciati gestore masserie

Caporalato, lavoratori sfruttati a Martina: denunciati gestori masserie

 
Rione Borgo
Taranto, picchiava e maltrattava la madre: in cella 21enne

Taranto, picchiava e maltrattava la madre: in cella 21enne

 
Dopo ok del Miur
Medicina a Taranto, le lezioni forse ripartono dal 20 novembre

Medicina a Taranto, le lezioni forse ripartono dal 20 novembre

 
L'inchiesta
Sava, anziano disabile vittima di una gang: «Io insultato perchè omosessuale»

Sava, anziano disabile vittima di una gang: «Io insultato perchè omosessuale»

 
L'inchiesta
Ilva, pm Milano chiede archiviazione accuse per fascicolo-madre sui Riva

Ilva, pm Milano chiede archiviazione accuse per fascicolo-madre sui Riva

 
il siderurgico
Conte ai ministri: «Fate proposte per rilanciare tutta Taranto, non solo ex Ilva». Sindacati: sospeso scarico materie prime

Mittal, depositato recesso. Conte diviso su scudo penale con il M5S. Di Maio: chi fa disastri, paga
Nuovo incidente in fabbrica

 
Nel Tarantino
Sava, tormentano disabile per estorcergli denaro: 20 misure cautelari, coinvolti anche minori

Sava, tormentano disabile per estorcergli denaro: 18 arresti, coinvolti anche minori VD

 

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariI dati
Acquaviva, al via "Radiografia del Cuore della Puglia": confronto tra 10 comuni

Acquaviva, al via "Radiografia del Cuore della Puglia": confronto tra 10 comuni

 
PotenzaLa città che cambia
Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

 
TarantoLa decisione
Medicina, borse di studio e incentivi economici per chi frequenta a Taranto

Medicina, borse di studio e incentivi economici per chi frequenta a Taranto

 
LecceL'evento
Lecce, il regista Ferzan Ozpetek «ambasciatore» dell’Unisalento

Lecce, il regista Ferzan Ozpetek «ambasciatore» dell’Unisalento

 
BrindisiOmicidio colposo
Francavilla, tubo lasciato nell’addome di un paziente, ma non da loro: assolti in 5

Francavilla, tubo lasciato nell’addome di un paziente, ma non da loro: assolti in 5

 
BatFatture inesistenti
Barletta, società cartiere di fatture false: 53 indagati

Barletta, società cartiere di fatture false: 53 indagati

 
FoggiaLotta alla droga
Vieste, in auto con 1 kg di cocaina purissima e 20mila euro: arrestato

Vieste, in auto con 1 kg di cocaina purissima e 20mila euro: arrestato

 
MateraIL Quirinale
Matera flagellata da maltempo, Mattarella chiama il sindaco

Matera flagellata da maltempo, Mattarella chiama il sindaco

 

i più letti

le polemiche

Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

Scoppia il caso: i ragazzi chiedono trasporti da e per il capoluogo jonico, alloggi studenteschi e il trasferimento

Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

Non vogliono assolutamente che quella tarantina sia una “succursale di serie B” dell’omonima sede del corso di laurea in Medicina di Bari, i 48 studenti (fino a l’altro ieri questo il numero, 60 i posti disponibili) immatricolati al primo anno di Medicina nel capoluogo jonico e che da domani cominciano a fare lezione e studiare negli spazi della Cittadella della Carità. Solo 4 tra di loro gli studenti che avevano scelto Taranto, gli altri sono di fuori provincia ma non hanno trovato posto a Bari (240 lì i posti). Eppure – fanno notare alcuni – il corso tarantino doveva nascere proprio per evitare agli studenti tarantini la migrazione o la trasferta nella vicina Bari. Ed, invece, molti tarantini avrebbero scelto, comunque, Bari e – ritrovandosi evidentemente in posizione favorevole in graduatoria – si sono immatricolati lì. Quanto è bastato a determinare ciò che viene ritenuto un “paradosso”: gli studenti baresi, con l’università in casa “costretti” a migrare verso la sede più distante.

“Costretti” ad immatricolarsi, loro malgrado, nella sede tarantina, ora gli studenti qui iscritti lanciano – in una nota scritta dal gruppo che ha creato un’apposita chat di whatsapp – quasi una sfida alle istituzioni locali. Istituzioni che indiscutibilmente stanno mettendo in campo una serie di misure finalizzate a fare di quello tarantino un corso di eccellenza.
«Il corso di Medicina e Chirurgia del distaccamento Uniba di Taranto – scrive il gruppo di studenti - nasce con non poche perplessità da parte di noi studenti: è stato, infatti, inaugurato nonostante i pochi consensi raccolti tra studenti e professori. Il nuovo progetto aveva l'obiettivo di agevolare i pendolari provenienti anche da molto lontano che “avessero dovuto” seguire presso la sede di Bari, ma ha avuto come risultato che molti baresi si vedessero costretti a migrare verso Taranto, causa lo smistamento per graduatoria».

Confermano di essere - appunto - molti gli studenti che vivono a Bari e d’intorni, che hanno indicato tale sede come prima scelta, la cui possibilità di rimanere “in questa” città si è vanificata, ma che confidano di poter rientrare a Bari. Ma tant’è: oggi il pendolarismo è al contrario.
«È stato chiesto – proseguono - che venissero preposti trasporti sia verso Taranto che all'interno della città stessa e che fossero introdotti alloggi studenteschi per poter permettere così a tutti la frequenza alle lezioni e l'eventuale trasferimento nella città». Ed ancora: «D'altra parte, il Corso di Taranto cercherà di rimanere in contatto quanto più possibile con la sede centrale al fine di non risultare “una succursale di serie B” priva di progetti, seminari o segreterie, con la speranza che ci siano garantiti tutti i canoni didattici e amministrativi che ci si aspetta da un qualsiasi corso di Medicina. Infine, rimaniamo fiduciosi che le promesse fatte dagli organi preposti vengano mantenute per la migliore riuscita del neonato corso».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie