Mercoledì 17 Luglio 2019 | 04:39

NEWS DALLA SEZIONE

Morti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
Nel tarantino
Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

Sava, ex carabiniere uccise padre, sorella e cognato: chiesto ergastolo

 
Il caso
Manduria, anziano pestato a morte: Riesame trasferisce 6 minori in comunità

Manduria, anziano pestato a morte: Riesame trasferisce 6 minori in comunità

 
Sanità
Taranto, c'è il ricorso al Tar per l'appalto del nuovo ospedale

Taranto, c'è il ricorso al Tar per l'appalto del nuovo ospedale

 
Al quartiere Paolo VI
Taranto, spacciava droga in casa: in manette pregiudicato 43enne

Taranto, spacciava droga in casa: in manette pregiudicato 43enne

 
La lettera d'accompagnamento
Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

Fonti M5s: in Cdm candidatura di Taranto ai Giochi del Mediterraneo

 
Vacanze vip
Aldo in vacanza a Castellaneta: «Dopo il tornado vi auguro di riprendervi»

Aldo in vacanza a Castellaneta: «Dopo il tornado vi auguro di riprendervi»

 
Dopo il tavolo al mise
Mittal, tavolo al Mise. L'ad Jehl: «L'impressione è che si lavori contro azienda»

Accordo Mittal, investimenti e tavoli settimanali su sicurezza. Gru gestite da remoto. 9 indagati per morte gruista

 
Dalla polizia
Taranto, in casa droga in vasetti di vetro e una serra di marijuana: arrestato

Taranto, in casa droga in vasetti di vetro e una serra di marijuana: arrestato

 
Dalla polizia
Sparò 24 colpi di fucile contro una casa: arrestato 44enne a Manduria

Sparò 24 colpi di fucile contro una casa: arrestato 44enne a Manduria

 
Lo comunica il sindacato
Taranto, nuovo incidente gru Mittal, nessun ferito

Taranto, nuovo incidente gru Mittal, nessun ferito

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
TarantoMorti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
BatRifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
BrindisiUn mistero di 2000 anni fa
Brindisi, dalla Germania archeologi setacciano il mare a caccia del disco di Nebra

Brindisi, dalla Germania archeologi in mare a caccia del disco di Nebra

 
MateraL'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
BariIl caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

Il siderurgico

Ex Ilva, le vittime chiedono un nuovo giudizio alla Corte di Strasburgo

Scorso gennaio sentenza riconobbe solo alcune violazioni

Ilva, nel piano Mittal Marcegagliaspuntano oltre 2400 esuberi

TARANTO -  I cittadini italiani che lo scorso gennaio fecero condannare dalla Corte di Strasburgo l'Italia per le emissioni dell’Ilva, hanno chiesto un nuovo giudizio sul merito attraverso il rinvio del caso alla più alta istanza della Corte, la Grande Camera. Lo ha reso noto la stessa Corte, affermando che deciderà se accettare o meno la richiesta lunedi prossimo. Una richiesta finalizzata a ottenere il riconoscimento della responsabilità dello Stato anche per i danni causati alla salute.

Lo scorso 24 gennaio la Corte di Strasburgo aveva stabilito che «il persistente inquinamento causato dalle emissioni dell’Ilva ha messo in pericolo la salute dell’intera popolazione, che vive nell’area a rischio». La Corte aveva quindi condannato l’Italia per aver violato il diritto al rispetto della vita privata e familiare dei ricorrenti affermando che le autorità non avevano preso tutte le misure necessarie per proteggere e informare i cittadini dei rischi.

La Corte tuttavia non si era pronunciata, come invece chiedevano i ricorrenti, sugli effetti che le emissioni dell’Ilva avevano avuto sulla loro salute, e quindi non determinò se l’Italia era responsabile per le malattie contratte.
Inoltre la Corte in quella sentenza, pur avendo chiesto allo Stato di agire più rapidamente possibile per assicurare la protezione della salute e dell’ambiente, non aveva accettato la richiesta di uno degli avvocati, Andrea Saccucci, di chiedere allo Stato la «sospensione immediata dell’attività più inquinante dell’Ilva».

LA RICHIESTA DEI CITTADINI - E’ stato un gruppo di 130 cittadini di Taranto, tramite lo studio internazionale Saccucci, a presentare proposta di Riesame della sentenza della Corte europea dei diritti dell’Uomo (Cedu) che il 24 gennaio scorso ha condannato l’Italia per la violazione degli articoli 8 e 13 della Convenzione. In quella occasione non furono stabiliti indennizzi, ma solo la rifusione di 5mila euro per le spese legali di ognuno dei due ricorsi riuniti (il primo di 52 cittadini, il secondo di 130) e non di ciascun ricorrente.

Attraverso la richiesta di riesame, i cittadini chiedono il riconoscimento della violazione del diritto alla vita (art. 2 Cedu), l’indicazione da parte della Camera della Corte di misure generali volte a porre termine alle violazioni accertate (art.46 Cedu) e il riconoscimento di un indennizzo pecuniario per il danno morale subito (art. 41 Cedu). L’istanza è stata depositata dallo studio Saccucci il 24 aprile scorso. Quanto alla doglianza relativa alla violazione del diritto alla vita (art. 2 della Convenzione), la Corte aveva ritenuto di dover assorbire questa violazione nell’art.8, che genericamente parla di violazione al diritto alla vita privata. La seconda violazione lamentata è contemplata dall’art. 46. I ricorrenti rinnovano la richiesta alla Corte di condannare l’Italia a sospendere immediatamente la produzione degli impianti dell’area a caldo con una sentenza-pilota. Terza richiesta è relativa alla concessione di un risarcimento morale a tutta la popolazione coinvolta. Questa istanza di riesame sarà esaminata da un collegio di 5 giudici, diversi dai 7 che hanno emesso la sentenza del 24 gennaio scorso. Se verrà accettata, darà corso a un nuovo processo davanti alla Grande Camera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie