Lunedì 22 Ottobre 2018 | 22:50

NEWS DALLA SEZIONE

A Taranto
Tornelli rotti all'Ilva: venerdì scatta lo sciopero per i lavoratori dell'appalto

Tornelli rotti all'Ilva: venerdì scatta lo sciopero per...

 
La città delle ceramiche
Grottaglie nuova Città Europea dello Sport 2020, Emiliano: «Ok gioco di squadra»

Grottaglie nuova Città Europea dello Sport 2020, Emilia...

 
La classifica
Taranto poco smart: al 120esimo posto per vivibilità

Taranto poco smart: al 102esimo posto per vivibilità

 
Nella città vecchia
Taranto, nel ristorante di pescel'energia elettrica era... a sbafo

Taranto, nel ristorante di pesce l'energia elettrica er...

 
Scoperta dal Noe di Lecce
Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

 
Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Nel Tarantino
S.G. Jonico, autocarro investe e uccide ciclista 80enne

San Giorgio Jonico, autocarro investe e uccide ciclista...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Lotta allo spaccio
Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un casolare: 2 arresti

Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un ca...

 
Il caso
Taranto, provocò un incidente in cui una bimba rimase gravemente ferita: a giudizio 23enne

Taranto, provocò incidente e bimba perse una mano: a gi...

 
Il siderurgico
Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori ancora al buio

Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

economia

Tempa rossa, firmato accordo
tra Comune di Taranto e imprese

Eni, Total, Mitsui e Shell si impegnano a realizzare il programma di compensazione e riequilibrio ambientale e per lo sviluppo sostenibile

Tempa rossa Taranto

TARANTO - Il Comune di Taranto, la Joint Venture Gorgoglione (composta dalla compagnia francese Total, Mitsui Italia e Shell Italia) e il partner logistico Eni, hanno firmato un protocollo d’intesa per disciplinare effetti compensativi in favore della comunità ionica in relazione al progetto Tempa rossa. L’accordo verrà attuato in una programmazione annuale o pluriennale per l’intero periodo di transito del Greggio di Tempa rossa a Taranto e di utilizzo delle relative infrastrutture. Eni, Total, Mitsui e Shell si impegnano a realizzare il programma di compensazione e riequilibrio ambientale e per lo sviluppo sostenibile che verrà definito nell’ambito del Procedimento di Autorizzazione unica. Saranno inoltre definiti con il Comune, con cadenza annuale o pluriennale, progetti duraturi nell’ambito economico-sociale e culturale.

I lavori del progetto Tempa Rossa per la parte tarantina consistono in due serbatoi di stoccaggio da 180mila metri cubi e l’estensione di 515 metri del pontile petroli della raffineria. Il greggio verrà estratto e trattato (a regime 50.000 barili al giorno) nel Centro Olio Tempa rossa di Corleto Perticara (Potenza) e poi inviato alla raffineria di Taranto, mediante il già esistente oleodotto Val d’Agri-Taranto, per lo stoccaggio e la spedizione via mare attraverso le navi petroliere.

Il progetto, inserito nelle opere strategiche previste nel comparto energetico nel Sud Italia perchè consentirà di aumentare di circa il 40% la produzione nazionale di greggio, fu approvato dal Cipe per un investimento di 1,6 miliardi di euro, di cui 1,3 in Basilicata e 300 milioni in Puglia. L’iter è stato abbastanza complesso, anche per l’avversione degli ambientalisti e l’opposizione iniziale di Comune di Taranto (con la vecchia amministrazione Stefàno) e Regione Puglia. In seguito è arrivata l'autorizzazione unica da parte del Consiglio dei ministri su proposta del Mise. Il protocollo d’intesa è stato firmato oggi dal sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, dall’amministratore delegato di Total Italia Francois Rafin, dall’Executive Vice President di Eni Bernardo Casa, dall’amministratore di Mitsui Italia Motohiko Aburaki e dall’amministratore delegato di Shell Italia Marco Brun.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400