Giovedì 14 Novembre 2019 | 12:55

NEWS DALLA SEZIONE

STORIA
Nel Sacrario militare di Bari tumulatele salme di 27 soldati fucilati in Croazia

Nel Sacrario militare di Bari tumulate le salme di 27 soldati fucilati in Croazia

 
ESERCITO
Militare salentino fu ferito in Afghanistanmedaglia d'oro del presidente Mattarella

Militare salentino fu ferito in Afghanistan medaglia d'oro del presidente Mattarella

 
AFGHANISTAN
Il generale barlettano Camporealedopo un anno lascia la missione

Il generale barlettano Camporeale dopo un anno lascia la missione

 
QUATTRO NOVEMBRE
Bari, Sacrario e comando militare "Puglia"i bambini a lezione di cittadinanza

Bari, Sacrario e comando militare "Puglia": i bambini a lezione di cittadinanza

 
Festa Forze armate
Festa 4 novembre, la Brigata Pinerolo «apre» le caserme della Puglia

Festa 4 novembre, la Brigata Pinerolo «apre» le caserme della Puglia

 
Il video
«Forze armate: uno straordinario quotidiano», ecco lo spot che celebra le attività dei militari

«Forze armate: uno straordinario quotidiano», ecco lo spot che celebra le attività dei militari

 

Il Biancorosso

serie c
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

 

NEWS DALLE PROVINCE

Matera
Vigili del Fuoco, da oggi sono cittadini onorari di Matera

Vigili del Fuoco, da oggi sono cittadini onorari di Matera

 
LecceIl gasdotto
Tap, Snam annuncia: «Lavori al 90%, consegna confermata per il 2020»

Tap, Snam annuncia: «Lavori al 90%, consegna confermata per il 2020»

 
BrindisiA san vito dei normanni
Brindisi, infastidisce clienti di supermercato e manda in ospedale un cc: arrestato

Brindisi, infastidisce clienti di supermercato e manda in ospedale un cc: arrestato

 
TarantoDurante la task force
Infrataras Taranto, in 145 a rischio licenziamento: domani sit in in Regione

Infrataras Taranto, in 145 a rischio licenziamento: domani sit in in Regione

 
BariI dati
Acquaviva, al via "Radiografia del Cuore della Puglia": confronto tra 10 comuni

Acquaviva, al via "Radiografia del Cuore della Puglia": confronto tra 10 comuni

 
PotenzaLa città che cambia
Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

Potenza, riaperto al traffico il ponte di Montereale

 
BatFatture inesistenti
Barletta, società cartiere di fatture false: 53 indagati

Barletta, società cartiere di fatture false: 53 indagati

 
FoggiaLotta alla droga
Vieste, in auto con 1 kg di cocaina purissima e 20mila euro: arrestato

Vieste, in auto con 1 kg di cocaina purissima e 20mila euro: arrestato

 

i più letti

UNUCI

Bari, il valore della memoria storica nel centenario della Grande guerra

Presentato il libro che raccoglie i 791 nomi dei caduti del capoluogo pugliese

Bari, il valore della memoria storicanel centenario della Grande guerra

Sono 791. Il più piccolo aveva 17 anni, era nato nel 1901. Nome e cognomi di tutti i baresi, tra caduti e dispersi, che hanno perso la vita nella Prima guerra mondiale. A ricordarli, sottolineando l'importanza della memoria storica, importante per salvare i valori alla base di una società, come il dovere, ci ha pensato la sezione Unuci di Bari. L'associazione degli Ufficiali in congedo ha infatti organizzato la presentazione del libro "Bari nella Grande guerra" (LB edizioni), patrocinato dalla Società di storia patria per la Puglia. Cento pagine nelle quali, oltre ai nomi, c'è anche un saggio di Vito Maurogiovanni che racconta la mobilitazione di quei giorni. Molti dei caduti sono marinai, perché la nostra prima linea, fu l'Adriatico. Una decina le navi affondate dalla flotta austroungarica della Società di navigazione Puglia, fiore all'occhiello di una classe di imprenditori dinamica e intraprendente. E la chiamata alle armi della nostra marineria, oltre ai lutti, creò un impoverimento della città, la cui economia si basava soprattutto sulla pesca: non c'erano più marinai per far uscire barche e pescherecci.

Pasquale Corsi, nel suo intervento - ha scritto la prefazione del libro - ha ricordato l'importanza della conoscenza del passato, strumento indispensabile da consegnare alle nuove generazioni per rileggere, senza traumi e veleni, i fatti di ieri. A Bari le donne cucivano i maglioni e i calzettoni per i soldati inviati al fronte e i ragazzi degli istituti industriali costruivano strumenti di precisione per l'artiglieria. Senza dimenticare l'accoglienza della città riservata ai profughi di Caporetto. Appassionate e trascinanti le parole del giornalista Gustavo Delgado soprattutto quando si è parlato del 9° Reggimento fanteria, "il Reggimento dei baresi, perché aveva sede nel capoluogo (oggi è di stanza a Trani ndr) che la sera usciva con in testa fanfara e bandiera di guerra per le vie della città". Il reparto, inquadrato nella Brigata "Regina", ha scritto pagine memorabili di eroismo sul Monte San Michele. Tante le autorità militari e civili riunite per l'occasione nella sede dell'Unuci che hanno risposto all'invito del presidente della sezione, Francesco Saverio Lancianese.       

      

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie