Lunedì 10 Dicembre 2018 | 00:45

NEWS DALLA SEZIONE

LA STORIA
Il "comandante Luca" di Gioia del Collel'eroe partigiano della Val di Non

Il "comandante Luca" di Gioia del Colle
l'eroe partigiano della Val di Non

 
AERONAUTICA MILITARE
F-104, la  storia di un mitoper tre generazioni di piloti

F-104, la storia di un mito
per tre generazioni di piloti

 
ESERCITO
Puglia, presentato il calendariocon un occhio al genio leonardesco

Puglia, presentato il calendario
con un occhio al genio leonardesco

 
FOCUS
Tunnel di Hezbollah sotto Israeleuna minaccia a lungo termine

Tunnel di Hezbollah sotto Israele
una minaccia a lungo termine

 
MARINA MILITARE
I fucilieri del San Marco in SpagnaGruflex, addestramento e realismo

I fucilieri del San Marco in Spagna
Gruflex, addestramento e realismo

 
L'ESERCITAZIONE
Mille paracadutisti in azionepromossa "Mangusta 2018"

Mille paracadutisti in azione
promossa "Mangusta 2018"

 
LA BUONA NOTIZIA
Mirabella, Giovanni, George e Ceciliala Marina Militare restituisce il sorriso

Mirabella, Giovanni, George e Cecilia
la Marina Militare restituisce il sorriso

 
ESERCITO
Bomba della Seconda guerra mondialefatta brillare a Lucera dagli artificieri

Bomba della Seconda guerra mondiale
fatta brillare a Lucera dagli artificieri

 
AERONAUTICA MILITARE
Amendola ospita i comandanti operativi Meeting sui velivoli di quinta generazione

Amendola ospita i comandanti operativi
Meeting sui velivoli di quinta generazione

 
AERONAUTICA MILITARE
Velivolo keniota perde contatto radiodecollo su allarme dal 36° Stormo

Velivolo keniota perde contatto radio
decollo su allarme dal 36° Stormo

 
MEDIO ORIENTE
Israele a caccia dei tunnel di Hezbollah Sal la tensione ai confini col Libano

Israele a caccia dei tunnel di Hezbollah
Sal la tensione ai confini col Libano

 

AFGHANISTAN

Ecco come si curano
i militari della Pinerolo

Strutture ospedaliere d'avanguardia a Herat

Ecco come si curanoi militari della Pinerolo

foto Militello Mirto

Come si curano i militari in missione? Da sempre a Herat, a supporto della Brigata che opera in teatro, attualmente la Pinerolo, comandata dal generale Francesco Bruno, esiste un ospedale Role 2 con dieci posti letto, di cui sei ordinari e quattro di rianimazione, ma estendibili in caso di necessità. Due le sale operatorie, di cui una shelter, trasportabile. Nella struttura, diretta dal colonnello Antonio Scoyni, specializzato in oculistica, realizzata all’interno di corimec, ovvero di container modulabili, sono forniti tutti i servizi sanitari fondamentali, dalle strumentazioni per l’ecografia fino alla radiologia e a una Tac di ultimissima generazione. I medici che operano all’interno del Role 2 provengono quasi tutti dal policlinico militare del Celio, con cui è possibile collegarsi in videoconferenza per consulti immediati e, anche, per sottoporre i pazienti a colloqui psicologici e psichiatrici laddove necessario.

foto Militello Mirto

Anche se il disturbo da stress post traumatico tra i militari italiani, dopo il cambio della missione da Isaf a Rs, con meno operatività all’esterno della base, “è fortunatamente in netto calo”, come spiegano gli specialisti. Un tempo, invece, erano frequenti casi di personale che, tornato in Italia, aveva bisogno di essere curato. Un argomento ostico, di cui si è spesso fatto fatica a parlare. Inoltre, attraverso i sistemi tecnologici, è possibile inviare in diretta al policlinico militare anche elettrocardiogrammi e altri esami per la refertazione veloce. Una pratica usata anche dai medici a bordo delle nostre navi della Marina militare in missione fuori dalle acque nazionali. Tra i medici del Role 2 c’è anche un ufficiale della riserva selezionata, il maggiore Fabrizio De Biasi, che è anche l’anestesista dell’ospedale il quale ha, tra gli altri, il compito di istruire i militari afghani per il basic life support, ovvero insegnare loro nozioni basilari di pronto soccorso utili, ad esempio, per prestare le prime cure alle vittime con ferite da guerra. Lo scorso anno si è riusciti ad addestrare sette istruttori sanitari. Allo stato attuale su 60 partecipanti al corso solo una decina, i più bravi, potranno a loro volta insegnare agli altri. L’età media dei militari afghani che partecipano ai corsi è di circa 47 anni. Inoltre, il Role 2 è arrivato anche in caso di soccorso aereo che si può effettuare grazie agli elicotteri NH90 della Task Force Fenice dell’Aviazione dell’Esercito. L’ospedale ha anche un laboratorio di analisi al cui interno si verifica anche la qualità dell’acqua che viene distribuita in base.

(pubblicato su www.ilprimatonazionale.it)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400