Giovedì 18 Aprile 2019 | 16:17

NEWS DALLA SEZIONE

ESERCITO
Lecce, commemorata la battaglia di Koplikuil 31° reggimento carri ricorda il passato

Lecce, commemorata la battaglia di Kopliku
il 31° reggimento carri ricorda il passato

 
COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
Brindisi, emergenza alluvioni in Iranpartito dalla base Onu aereo con aiuti

Brindisi, emergenza alluvioni in Iran
partito dalla base Onu aereo con aiuti

 
AERONAUTICA MILITARE
Sei F-35 del 32° Stormo di Amendolaalla esercitazione Iniohos in Grecia

Sei F-35 del 32° Stormo di Amendola
alla esercitazione Iniohos in Grecia

 
MARINA MILITARE
Taranto, consegna del brevettoa 24 nuovi sommergibilisti

Taranto, consegna del brevetto
a 24 nuovi sommergibilisti

 
LA VISITA
Gioia, il comando della "Pinerolo"a lezione di logistica operativa

Gioia, il comando della "Pinerolo"
a lezione di logistica operativa

 
AERONAUTICA MILITARE
Da Gioia del Colle a Bergamovolo sanitario salva vita

Da Gioia del Colle a Bergamo
volo sanitario salva vita

 
AERONAUTICA MILITARE
Le Frecce Tricolori e San Nicolala tradizione si rinnova ancora

Le Frecce Tricolori e San Nicola
la tradizione si rinnova ancora

 
GUARDIA COSTIERA
Bari, la Giornata del narein porto la nave Diciotti

Bari, la Giornata del mare
in porto la nave Diciotti

 
AERONAUTICA MILITARE
Velivolo tedesco perde contatto radioi jet del 36° lo intercettano sul Montenegro

Velivolo tedesco perde contatto radio
i jet del 36° lo intercettano sul Montenegro

 
COMUNICATO DELLA DIFESA
"Il contingente italiano in Libiacontinua ad operare regolarmente"

"Il contingente italiano in Libia
continua ad operare regolarmente"

 
MARINA MILITARE
Le forze speciali libanesia lezione dal "San Marco"

Le forze speciali libanesi
a lezione dal "San Marco"

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
PotenzaA potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
TarantoLieto Evento
Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

Martina, nascono 2 cavalli murgesi gemelli: Pamela e Pantaleo

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

GRANDE GUERRA

Lecce, il rancio della trincea
proposto dai ragazzi dell'alberghiero

Presentato il volume dello Sme “Non chiamatelo fiume - dal Grappa al Piave, storia di un monumento d'Italia”.

Lecce, il rancio della trinceaproposto dai ragazzi dell'alberghiero

È iniziata con le note della Banda della Brigata “Pinerolo” la seconda giornata del Festival internazionale della Public History, dedicato alla Grande guerra in terra d'Otranto. L'evento organizzato dalla Prefettura di Lecce in collaborazione con il Centro studi relazioni Atlantico mediterranee (CESRAM) ha visto tra i componenti del comitato scientifico l'università del Salento ed il comando militare Esercito Puglia (CME Puglia). Dopo l’esibizione della banda, il CME “Puglia” ha presentato, presso la “Sala Degli Specchi” del palazzo dei Celestini, il volume grafico, edito dallo Stato Maggiore dell'Esercito “Non chiamatelo fiume - dal Grappa al Piave, storia di un monumento d'Italia”. L'opera, realizzata da Federica dal Forno (curatrice) e da Gianvincenzo Beccia è costituita da due volumi ed ha la particolarità di essere completamente fumettata. Essa racconta in maniera nuova e avvincente le vicende del primo conflitto mondiale relative agli ultimi due anni di guerra. Uno dei due volumi è un unico fumetto che, aperto a fisarmonica, diviene un opera grafica lunga 7 metri, in cui sono rappresentati i principali conflitti divampati sul fronte italiano tra il  1917 ed il 1918.

A presentare il volume il professor Nicola Neri, docente dell'Università degli studi “Aldo Moro” di Bari, ed il maggiore Mauro Lastella Capo Sezione Pubblica Informazione del CME Puglia, alla presenza degli studenti e di numerose autorità civili e militari tra le quali il comandante della Scuola di Cavalleria di Lecce generale Angelo Milelli. La dottoressa Maria Teresa Cucinotta, Prefetto di Lecce, nell’accogliere i relatori, ha evidenziato l’importanza di aver istituito, proprio nella città di Lecce, il primo festival internazionale della Pubblic History, ringraziando la forza armata per l’impegno profuso a favore dell’iniziativa. A margine della presentazione il conduttore televisivo Gianni Ippoliti ha evidenziato come, la romana via Veneto, sia in realtà via Vittorio Veneto, città nella quale il generale Diaz diede l’ultima spallata all’impero austro-ungarico.

Al termine della presentazione gli studenti del corso alberghiero dell’Istituto “Columella-Presta” di Lecce hanno proposto il rancio  in trincea e quelli del corso chimico dell’Istituto “De Pace” hanno analizzato dei cibi consumati durante il conflitto mondiale. Nella  stessa giornata la presentazione si è ripetuta a Tricase nella sala del trono di Palazzo Gallone. Grande soddisfazione per la riuscita dell'evento è stata espressa dal generale Mauro Prezioso, Comandante territoriale dell'Esercito in Puglia, che ha affermato che oggi come ieri è importante trasmettere, soprattutto ai più giovani, i valori di libertà e di democrazia che caratterizzarono quel momento storico e che tutt’oggi rappresentano i valori fondanti della nostra Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400