Mercoledì 19 Settembre 2018 | 14:55

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

turismo termale

«Latronico, le acque
il nostro attrattore»

Ultima conferenza di servizi prima della ristrutturazione degli alberghi a Latronico

«Latronico,  le acqueil nostro attrattore»

di Giovanna Laguardia

LATRONICO - «Le acque termali sono il nostro vero attrattore. E finalmente si sta completando l’iter per valorizzarlo al meglio». Così il sindaco di Latronico, Fausto De Maria, subito dopo la Conferenza di servizi per la ristrutturazione dell’Hotel dei Congressi, che si è tenuta ieri mattina. Si tratta del penultimo passo prima dell’approvazione del progetto di recupero dell’albergo che, negli ultimi anni, è diventato una sorta di simbolo del degrado dell’area termale. Ma ora tutto questo sta per arrivare ad un punto di svolta. «Le Conferenze di servizi che si sono susseguite - spiega De Maria - sono servite ad acquisire tutti i pareri necessari e propedeutici al progetto di ristrutturazione. Questa, in particolare, è stata l’ultima Conferenza di Servizi, a valenza decisoria, l’atto finale che raccoglie tutti i pareri. Nei prossimi giorni sarà firmato il verbale che sarà portato all’attenzione di una apposita seduta del consiglio comunale, che si terrà alla fine di questo mese o al massimo all’inizio di febbraio per chiudere definitivamente il capitolo burocratico e dare il via a questo nuovo progetto di ristrutturazione». Nelle Conferenze di servizi, in particolare, è stata passata al vaglio da parte di tutti i soggetti potenzialmente interessati, la variante urbanistica per l'adeguamento funzionale e strutturale con ampliamento dell'albergo.

L’hotel dei Congressi, come già altri due della stazione termale nel 2012, è stato acquistato da una società russa, la Russit, nel 2014. La società ha presentato il primo progetto di ristrutturazione ad aprile 2015 e il secondo progetto di ristrutturazione nell’estate del 2015. Il primo ha avuto il permesso a costruire nella primavera 2017, mentre il secondo lo avrà a breve. «Il primo progetto di ristrutturazione - spiega il sindaco De Maria - è già stato approvato, ma la proprietà attende anche l’approvazione della ristrutturazione dell’hotel dei Congressi per avviare un unico grande cantiere per la ristrutturazione dei tre alberghi».

I tre alberghi acquisiti dalla Russit srl (oltre all’hotel dei Congressi l’hotel Le Querce e l’Hotel Sinni), sono stati inaugurati nel 1993. Vennero costruiti ed erano di proprietà della Regione Basilicata. Il complesso termale venne inaugurato a sua volta nel 1994. «Sono stati inaugurati - ricorda il sindaco - ma dopo pochi anni sono stati chiusi, anche perché erano già fatiscenti al momento in cui sono stati aperti. I lavori per la loro costruzione iniziarono negli anni ‘80 ma, come purtroppo accade per molte opere pubbliche, si protrassero per lunghi anni, così come lungo e complicato fu anche il processo di affidamento in gestione. Soltanto qualche anno dopo l’inaugurazione chiusero i battenti. La cosa più importante, però, è che adesso uno degli alberghi che era il simbolo del degrado, può rinascere a nuova vita. Perché noi non abbiamo bisogno di costruire attrattori, il nostro vero attrattore sono le acque termali e dobbiamo valorizzarlo al meglio, anche nell’ottica di costruire in Basilicata una rete per il turismo termale».

Il progetto di ristrutturazione ed ampliamento dell’hotel dei Congressi prevede la realizzazione di una settantina di camere per un totale di circa centocinquanta posti letto, un ristorante che potrà accogliere oltre 150 persone, un centro congressi di quasi 400 metri quadrati di superficie, un centro sensoriale con 2400 metri quadrati di superficie, 2 piscine esterne e 2 interne con un parco adiacente la struttura di ben 5000 metri quadrati di area verde, un’area di ben 2200 metri quadrati per il parcheggio. Come gli altri due alberghi, sarà tarato per una clientela medio alta: tra le quattro e le cinque stelle.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Terremoti, gli esperti di tutto il mondo si incontrano a Potenza

Terremoti, gli esperti di tutto il mondo si incontrano a Potenza

 
Agricoltura, pomodori danneggiati: chiesto stato di calamità

Agricoltura, pomodori danneggiati: chiesto stato di calamità

 
Potenza, ponti non antisismici: assolti i vertici Anas

Potenza, ponti non antisismici: assolti i vertici Anas

 
Potenza, tentata concussione: medici del lavoro Asp andranno a processo

Potenza, tentata concussione: medici del lavoro Asp andranno a processo

 
Uccide moglie e si ammazza«Lei era amante della poesia»

Uccide moglie e si ammazza
«Lei era amante della poesia»

 
Tajani agli Stati Generali di FI: «Il reddito di cittadinanza? Una sciocchezza»

Tajani agli Stati Generali di FI: «Il reddito di cittadinanza? Una sciocchezza»

 
Rivello, confermati 6 anni al prete pedofilo: adescava minori on line

Rivello, confermati 6 anni al prete pedofilo: adescava minori on line

 

GDM.TV

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

La droga dal Marocco a Pisa per lo spaccio in tutta Italia fino a Bari

 
Pesca a strascico, il grande fratello inchioda 11 barche: in cella comandante di peschereccio

Pesca a strascico, multate 11 barche
in cella comandante di peschereccio

 
Fiera: gli spazi più amati dai 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento "military style" con l'esercito

Fiera: 260mila visitatori, Toti e Tata e l'allenamento «military style»

 
Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

Bari, il coro dei 600 tifosi in trasferta a Messina

 
Bari, anziano cade in un pozzoil salvataggio dei Vigili del fuoco

Bari, anziano cade in un pozzo
il salvataggio dei Vigili del fuoco Vd

 
Bari, il raduno dei bikers:moto, birra e tanta musica IL VIDEO

Bari, il raduno dei bikers: moto,
birra e tanta musica fino a sera

 
Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

Grave incidente in via Barisano da Trani: motociclista in codice rosso

 
Pace fatta tra Emiliano e Nunziante, il governatore: «Grazie Tonino»

Pace fatta tra Emiliano e Nunziante, il governatore: «Grazie Tonino» VD

 

PHOTONEWS