Martedì 29 Settembre 2020 | 03:36

NEWS DALLA SEZIONE

In ospedale
Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

 
Nel Potentino
Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

Lavello, rapina in casa: condanna nulla in Cassazione, il sospettato ha un fratello che gli somiglia troppo

 
Il virus
Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

Coronavirus in Basilicata, 4 nuovi positivi a Potenza: tutti della stessa famiglia

 
indagini
Potenza, la Finanza negli uffici della Soprintendenza

Potenza, la Finanza negli uffici della Soprintendenza

 
lavoro
Potenza, ad agosto boom di autorizzazioni ore Cig: ben 1,5 milioni

Potenza, ad agosto boom di autorizzazioni ore Cig: ben 1,5 milioni

 
dati regonali
Covid, in Basilicata positivi 25 tamponi su 830 nelle ultime 24 h: 15 le persone ricoverate

Covid, in Basilicata positivi 25 tamponi su 830 nelle ultime 24 h: 15 le persone ricoverate

 
maltempo
Basilicata, vento e pioggia intensa: oltre 40 interventi dei Vigili del fuoco

Basilicata, vento e pioggia intensa: oltre 40 interventi dei Vigili del fuoco

 
L'iniziativa
Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

 
Operazione della Ps
Potenza, furti in casa da 20mila euro: arrestate 2 ladre

Potenza, furti in casa da 20mila euro: arrestate 2 ladre

 
dati regionali
Coronavirus, 13 nuovi positivi su 850 tamponi: ci sono 2 operai Fca e 2 addette segreteria di una scuola

Coronavirus, 13 nuovi positivi su 850 tamponi: anche 2 operai Fca e 2 addette segreteria scolastica

 
L'opera
Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

 

Il Biancorosso

Post-partita
Bari, Auteri vede bicchiere mezzo pieno: «Troppi regali, ma siamo solo all'inizio»

Bari, Auteri vede bicchiere mezzo pieno: «Troppi regali, ma siamo solo all'inizio»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLe indagini
Lecce, fidanzati massacrati a coltellate: al setaccio memoria pc e cellulari

Lecce, fidanzati massacrati a coltellate: al setaccio memoria pc e cellulari

 
MateraIn tribunale
Marconia, minorenne stuprate alla festa: al via incidente probatorio

Marconia, minorenne stuprate alla festa: al via incidente probatorio

 
TarantoL'inchiesta
Taranto, 3mila euro per evitare attacchi su a ex consigliere regionale: indagato blogger

Taranto, 3mila euro per evitare attacchi su a ex consigliere regionale: indagato blogger

 
BariIl sindaco
Altamura, allunno positivo al Covid: terza scuola chiusa in pochi giorni

Altamura, allunno positivo al Covid: terza scuola chiusa in pochi giorni

 
FoggiaCoronavirus
Asl Foggia, contagiato dal Covid operatore sanitario: tamponi urgenti

Asl Foggia, contagiato dal Covid operatore sanitario: tamponi urgenti

 
PotenzaIn ospedale
Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

Potenza, al San Carlo impianto di protesi acustica di ultima generazione, è il primo in Sud Italia

 
BatIl caso
Barletta, per arginare i contagi il sindaco «frena» le scuole di danza: proteste

Barletta, per arginare i contagi il sindaco «frena» le scuole di danza: proteste

 
BrindisiIl caso
Brindisi, ricovero choc al Perrino: donna non si lavava da anni, larve di mosca nelle ferite

Brindisi, ricovero choc al Perrino: donna non si lavava da anni, larve di mosca nelle ferite

 

i più letti

I FATTI

Potenza, una condanna da 1,5 milioni per il finanziamento al caseificio

Decisione della Corte dei Conti sull’intervento rientrante nel Patto Basilicata Nord-Occidentale

Potenza, una condanna da 1,5 milioni per il finanziamento al caseificio

I contributi ottenuti per il programma occupazionale sono stati correttamente e completamente tutti investiti nella realizzazione dello stabilimento finanziato nel progetto, ma ugualmente la società e olui che nel tempo è stato prima presidente del Consiglio di Amministratore e poi liquidatore sono stati ugualmente condannati a pagare un milione e mezzo di euro di danni oltre a rivalutazione e interesse consistenti nell’intero contributo ricevuto.

La decisione adottata dalla Corte dei Conti della Basilicata nei confronti della società «La Valle dell’Oro snc» (difesa dall’avv. Pierluigi Smaldone) e del suo amministratore Donato Santoro (avv. Agostino Parisi e avv. Domenico Pace) si basa essenzialmente su un elemento: l’occupazione stabile prevista nell’investimento (30 addetti) non è stata realizzata e per questo il contributo deve essere restituito.

La storia nasce a inizio del millennio, precisamente nel 2001 con l’approvazione da parte del Ministero dello Sviluppo economico del Patto Territoriale «Basilicata Nord Occidentale» nell’ambito della quale era inserito l’investimento della «Valle dell’Oro», un caseificio (da ubicare prima a Bella e poi a Baragiano) che grazie a un contributo di un milione e 100mila euro avrebbe trasformato parte del tanto latte prodotto in zona dando lavoro a 30 persone.

La realizzazione dell’opificio finì con un leggero ritardo (regolarmente autorizzato) nel 2005 e da quella data scattarono i termini per verificare il rispetto degli impegni assunti «a regime», un traguardo che fu individuato nell’anno 2008. Ma nel 2008 i dati sull’occupazione non vennero trasmessi. Il risultato fu che nel 2010 vennero avviati i procedimenti di revoca del contributo, perfezionati il 2012 con l’emissione dle relativo decreto e, successivamente, con la cartella esattoriale. La società, intanto, è passata dall’attività alla messa in liquidazione e quindi al fallimento e per il recupero delle somme si è mossa anche la procura contabile, col sostituto procuratore Giulio Stolfi, che ha chiamato in causa anche il vertice societario. E i giudici (Vincenzo maria Pergola presidente, Giuseppe Tagliamento e relatore e Massimo Gagliardi consigliere) alle obiezioni difensive circa il fatto che le somme non fossero state distratte dalla loro destinazione originaria essendo stato realizzato lo stabilimento, hanno risposto che «l’erogazione finanziaria de qua si manifesti e si giustifichi in chiave di strumentalità alla realizzazione di un più ampio programma di investimento, a sua volta preordinato e “pensato” per creare e garantire un dato livello di nuova occupazione lavorativa». La presenza del danno, inssomma, va valutata «(non solo) sulla “costruzione” dell’opificio o del manufatto industriale, ma (anche e soprattutto) sul conseguimento della “finalità sociale” rappresentata dall’accrescimento del livello occupazionale». E gli accertamenti di Guardia di Finanza e Ispettori del lavoro parlavano di stabilimento chiuso, buste paga corrispondenti a mensilità non versate (4 nel 2008 più la tredicesima) e persone che «dopo i primi mesi di attività lavorativa regolarmente svolta e retribuita, venivano “sospesi” o “invitati a rimanere a casa” in attesa di un ipotetico richiamo e comunque privi di retribuzione». Era stato raggiunto solo il «formale rispetto dell’indice occupazionale».

Insomma «unità lavorative formalmente assunte, ma non occupate effettivamente» che configurano «illiceità comportamentali in grado di alterare e compromettere la compiuta realizzazione del progetto di sviluppo industriale» imponendo il recupero delle somme erogate in danno della stessa società e del presidente della stessa «al tempo degli illeciti come infra descritti, a nulla rilevando la posizione dello stesso all’epoca della costruzione dell’insediamento produttivo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie