Lunedì 27 Settembre 2021 | 16:17

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Sanità

Potenza, ambulatori sospesi: Leone chiede ai dg un piano da settembre

L’assessore regionale alla Sanità ha sollecitato un piano dettagliato e preciso che consenta al Dipartimento sanità di monitorare le attività ambulatoriali che verranno assicurate

Potenza, ambulatori sospesi, Leone chiede ai dg un piano da settembre

POTENZA - Un piano dettagliato e preciso. Un piano che consenta al Dipartimento sanità di monitorare le attività ambulatoriali che verranno assicurate. Prova ad accelerare l’assessore regionale alla Sanità, Rocco Leone, prendendo in mano il caso delle visite ambulatoriali che sospese durante il lockdown non sono state ancora riprese. Prova ad intervenire direttamente sulle liste d’attesa chiedendo ai direttori generali delle singole Aziende sanitarie un piano preciso in cui vengono elencati volumi assicurati e riduzioni massime che possono essere applicate.

La decisione è contenuta in una nota inviata dall’assessore ai vertici delle Aziende sanitarie, dell’ospedale «San Carlo» e del Crob di Rionero. In particolare, nella lettera viene chiesto di «rendere disponibili alla prenotazione senza eccezioni a partire dal primo settembre tutte le agende garantite nel 2019 in attività istituzionali con al massimo il 20 per cento di riduzione». In sostanza, dal primo settembre tutte le visite ambulatoriali che non sono state fatte dovranno essere recuperate ed il massimo di riduzione delle prenotazioni che sono saltate potrà essere del 20 per cento. Per fare in modo che questo, successivamente, non blocchi gli accertamenti che sono fissati da settembre in poi, l’assessore, ha spiegato che «le agende potranno prevedere una diversa distribuzione giornaliera ed oraria». Il che significa che ogni singola Azienda potrà organizzare le visite anche nel week end e nel tardo pomeriggio. Ma questa volta l’assessore non si è limitato alla semplice indicazione ha chiesto alle Aziende di redigere dei Piani precisi, con al centro le visite ambulatoriali che sono saltate nel periodo che va da marzo ad agosto, e di inviarli al Dipartimento sanità entro la fine del mese. «Tutte le attività pregresse non ancora recuperate saranno oggetto di una apposita progettazione che le Aziende dovranno predisporre ed inviare a questo assessorato entro il 31 agosto - continua Leone nella nota - e verranno erogate al di fuori del normale orario di servizio con attività aggiuntive o acquisto di prestazioni fuori dai tetti assegnati».

Insomma, in attesa di settembre il Dipartimento prova a monitorare la situazione ed a velocizzare le riaperture che sono attese, con ansia, dai pazienti. E se questo vale per le prenotazioni che vanno da marzo ad agosto attenzione viene riservata anche alle visite che dovranno essere prenotate da settembre in poi, con l’apertura delle agende.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie