Martedì 14 Luglio 2020 | 05:55

NEWS DALLA SEZIONE

Tragedia sfiorata
Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

 
nel Potentino
Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti

Venosa, carabinieri smantellano piazza di spaccio: 4 arresti. Pusher anche davanti alle scuole

 
Centro storico
Potenza, tavoli e locali all’aperto . La piazza rivive causa Covid

Potenza, tavoli e locali all’aperto. La piazza rivive dopo il Covid

 
Istruzione
Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

Basilicata, Medicina: manca solo la firma, dal 2021 qui 60 matricole

 
Il virus
Coronavirus in Basilicata, un nuovo caso positivo di rientro

Coronavirus in Basilicata, un nuovo caso positivo di rientro

 
Ambiente
Viggiano, una fiammata al centro olio e via ai controlli

Viggiano, una fiammata al centro olio e via ai controlli

 
nel Potentino
Cerca di dare fuoco a sede Cisl Melfi: arrestato 51enne

Cerca di dare fuoco a sede Cisl Melfi: arrestato 51enne

 
Il caso
Potenza, violenza sessuale: confermata condanna a farmacista «spione»

Potenza, violenza sessuale: confermata condanna a farmacista «spione»

 
Economia
Basilicata, la Regione chiede 80 centesimi, Eni ne offre 20 a barile: scontro sul rinnovo

Basilicata, la Regione chiede 80 centesimi, Eni ne offre 20 a barile: scontro sul rinnovo

 
La richiesta
Potenza, distretto petrolifero Val d’Agri sindacati: «Bardi convochi subito tavolo»

Potenza, distretto petrolifero Val d’Agri sindacati: «Bardi convochi subito tavolo»

 
l'opera pubblica
Potenza, inaugurato sottopasso di via Calabria per migliorare mobilità cittadina

Potenza, inaugurato sottopasso di via Calabria per migliorare mobilità cittadina

 

Il Biancorosso

calcio
Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

Bari-Ternana 1-1 Biancorossi in semifinale play-off

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariil decreto
Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

Petruzzelli Bari, ministro Franceschini ratifica nomina sovrintendente Biscardi

 
TarantoProroga cig
Mittal Taranto, incontro azienda-sindacati Usb: «Nessuna prospettiva»

Mittal Taranto, incontro azienda-sindacati Usb: «Nessuna prospettiva»

 
Lecceil rogo
Gallipoli, vasto incendio vicino Lido Conchiglie, in azione canadair

Gallipoli, vasto incendio vicino Lido Conchiglie, in azione canadair

 
PotenzaTragedia sfiorata
Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

Potenza, si ribalta autoarticolato carico di legname: conducente salvo per miracolo

 
Bat5 anni fa la tragedia
BAT, Flai e Cgil ricordano Paola Clemente vittima di caporalato

BAT, Flai e Cgil ricordano Paola Clemente vittima di caporalato

 
Materain zona san pardo
Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

Matera, gestiva un'officina di riparazioni auto e moto totalmente abusiva: scoperto dai cc

 
BrindisiTrasporti
Brindisi, «Disservizi per navi e passeggeri. Si apra tavolo di concertazione»

Brindisi, stagione crocieristica: dopo luglio cancellati anche attracchi di agosto

 

i più letti

infanzia

Basilicata, oltre un bimbo su 5 vive in «povertà relativa»

I dati di Save the Children sulla regione

Basilicata, oltre un bimbo su 5 vive in «povertà relativa»

In Basilicata più di un bambino su cinque (il 21,2 per cento) è in povertà relativa e solo il 6,9 per cento degli infanti accede agli asili nido. Sono i numeri di una vera e propria emergenza, contenuti nella decima edizione dell’Atlante dell’infanzia a rischio, pubblicato da Save the Children nell’ambito della campagna «Illuminiamo il futuro», che ha fotografato non solo una Basilicata, ma anche un’Italia che appare essere sempre più vietata ai minori. e rilanciando la petizione in cui chiede la restituzione di luoghi abbandonati per le attività di bambini e ragazzi e scuole sicure.

Ma cosa si intende per povertà relativa? Si tratta di una povertà non solo di natura economica, ma anche educativa. Una povertà che si riflette su una serie di indicatori chiave che fotografano lo stato dell’infanzia nella nostra regione, nella quale, anche a causa della congiuntura economica non positiva, negli ultimi dieci anni sono nati sempre meno bambini: la percentuale di nuovi nati, infatti, è scesa del 24,5 per cento rispetto al 2008, con una piccola quota di bambini e adolescenti con cittadinanza non italiana che sono oggi il 4,6 per cento della popolazione dei minori nella regione. Il dato lucano sulla povertà relativa è in linea con la media nazionale, che si attesta, secondo Save the Children, al 22 per cento: a livello nazionale, negli ultimi dieci anni, il numero dei minori in Italia che vivono in povertà assoluta è più che triplicato, passando dal 3,7 per cento del 2008 al 12,5 del 2018. Parliamo di 1,2 milioni di bambini: un record negativo che ha visto un peggioramento negli anni più duri della crisi economica, tra il 2011 e il 2014. Ma non è tutto, perché l’Atlante dell’Infanzia ci rivela anche che in Basilicata solo il 6,9 per cento dei bambini ha accesso ai servizi per la prima infanzia (dato sostanzialmente stabile dal 2008), con una spesa media pro-capite dei comuni che si attesta sui 300 euro per l’elargizione di questi importanti servizi. Si tratta del quarto importo più basso tra le regioni italiane, a conferma che anche su questo fronte la Basilicata non può sorridere.

Quasi come un effetto domino, poi, Save the Children, ha reso noto che anche la scuola è stata in questi anni colpita pesantemente, non solo nella nostra regione, ma in tutto il Paese. I tagli alle risorse, però, hanno finito per penalizzare le aree già in difficoltà, come la nostra. E, sebbene nell’ultimo decennio si siano fatti grandi passi in avanti sul tema della dispersione scolastica, le differenze tra le varie regioni restano molto ampie: su questo fronte la Basilicata si attesta sull’11,1 per cento, dato inferiore alla media nazionale (14,5), che, però, registra un miglioramento rispetto al 2008 (-2,8 per cento). Ma, a proposito di scuole, secondo Save the Children e il suo Atlante, i plessi restano luoghi non sicuri per gli studenti italiani, vista la fragilità sismica e idrogeologica. In tal senso, in Basilicata il 54,1 per cento degli edifici scolastici resta privo del certificato di agibilità: si tratta di un numero di poco inferiore alla media nazionale (53,9), ma resta comunque un dato emblematico, che conferma ancora una volta come la nostra non sia, purtroppo, una regione per giovani

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie