Giovedì 27 Febbraio 2020 | 09:50

NEWS DALLA SEZIONE

Maltempo
Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

 
il furto
Potenza, ruba oggetti sacri in chiesa, arrestato 36enne

Potenza, ruba oggetti sacri in chiesa, arrestato 39enne

 
L'incontro
Basilicata, emergenza Coronavirus, domani riunione straordinaria del consiglio regionale

Basilicata, emergenza Coronavirus, domani riunione straordinaria del consiglio regionale

 
L'emergenza
Coronavirus, scanner termico all'Università della Basilicata

Coronavirus, scanner termico all'Università della Basilicata

 
A Muro lucano
Potenza, imprenditore e figlio scoperti a rubare legname: arrestati

Potenza, imprenditore e figlio scoperti a rubare legname: arrestati

 
Il caso
Coronavirus: da Milano a Potenza, allontanato avvocato dal Tribunale

Coronavirus: da Milano a Potenza, allontanato avvocato dal Tribunale

 
monica imperiale
Potenza città dello sport 2021. Da cestista a buttafuori: «Ecco i valori dello sport»

Potenza città dello sport 2021. Da cestista a buttafuori: «Ecco i valori dello sport»

 
La polemica
Maratea, no al «parco marino»: il Comune ammaina le 5 vele

Maratea, no al «parco marino»: il Comune ammaina le 5 vele

 
La polemica
Le dichiarazioni di Bardi: «Quarantena solo per i lucani»

Le dichiarazioni di Bardi: «Quarantena solo per i lucani»

 
Il caso
Mafia, blitz dei carabinieri contro traffico di droga in Basilicata: 16 fermi

Mafia, blitz dei carabinieri contro traffico di droga in Basilicata: 16 fermi. Torture per estorcere denaro

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza

Bari, 2-2 a Terni. Pareggio amaro: la Reggina se ne va, il Monopoli si avvicina

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batevitare contagi
Coronavirus, nella Bat accessi regolamentati in ospedali; sospese attività studio al «Dimiccoli» di Barletta

Coronavirus, nella Bat accessi regolamentati in ospedali; sospese attività studio al «Dimiccoli» di Barletta

 
PotenzaMaltempo
Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

Forti raffiche di vento a Potenza: divelti pali della luce e alberi sradicati

 
HomeIl virus
Il Coronavirus arriva in Puglia, un caso positivo a Taranto: tornato da poco da Codogno

Coronavirus a Taranto: 33enne di Torricella tornato in aereo lunedì da Codogno. È asintomatico e senza febbre 
Al Moscati isolato pronto soccorso. Scuole chiuse fino all'1 marzo

 
BrindisiLa curiosità
Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la carta dai funghi

Ceglie Messapica, ecco la ricercatrice che ricava la pelle dai funghi

 
LecceIsolato a Codogno
La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

La testimonianza: «Io, medico di Novoli contagiato dal Coronavirus»

 
MateraIl recupero
Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

Matera, ritrovato senza vita nella Gravina il corpo di Giovanni Montesano

 

La protesta

Venosa, disabile si incatena in Comune: «Voglio che mi ridiano il cane»

L’animale aveva aggredito un suo simile causandone la morte, dopo l’episodio violento il sindaco con un’ordinanza ha disposto l’allontanamento del Pitbull

Venosa, disabile si incatena in Comune: «Voglio che mi ridiano il cane»

VENOSA -  Un disabile di Venosa si è incatenato ieri davanti alla sede municipale ed ha avviato uno sciopero della sete e della fame, per ottenere la revoca di un’ordinanza del sindaco Marianna Iovanni che aveva disposto il ricovero e l’allontanamento del suo cane.

Per Giuseppe De Renzo - costretto a vivere sulla sedia a rotelle - si tratta di una decisione troppo drastica, dal momento che la compagnia dell’animale è per lui «fondamentale per andare avanti». E pur nella consapevolezza della causa scatenante il provvedimento - l’aggressione del suo «Corso» che ha provocato la morte a cause delle ferite del cane di un giostraio potentino - il giovane venosino chiede al primo cittadino di rivedere la propria decisione, garantendo che intraprenderà un percorso di formazione ad hoc, per scongiurare nuovi episodi di aggressività del proprio animale.

«Da anni - racconta Giuseppe - vivo in simbiosi con il mio cane, ho bisogno di lui, mi è sempre vicino, mi dà sicurezza. Non è assolutamente un animale aggressivo, purtroppo in occasione dell’episodio da cui è scaturita l’ordinanza ha reagito all’attacco di un altro cane. Ho più volte garantito al sindaco la mia totale disponibilità ad intraprendere un percorso formativo per il cane e per me stesso. Purtroppo - continua il giovane disabile, che nella vita fra mille sacrifici e con il sostegno della famiglia fa il deejay -le mie rimostranze non sono servite a nulla, nessuno ha preso in considerazione le mie richieste, i miei sfoghi. Per questo ho iniziato uno sciopero della fame e della sete: per chiedere l’annullamento e la revoca dell’ordinanza. Ho smesso di mangiare, di bere, di prendere le pillole che dovrei assumere tre volte al giorno. Non so come andrà a finire».

Nell’ordinanza del sindaco, adottata «a seguito di un grave episodio di aggressione avvenuta nella villa comunale da parte di un cane di proprietà, di sesso maschile e di razza Corso, che si è reso responsabile dell’aggressione ed uccisione di un altro cane» è stato previsto «dper tutelare l’incolumità pubblica il ricovero urgente del cane nel canile di Venosa». L’animale potrà essere restituito solo «al termine, con esito positivo, degli accertamenti comportamentali effettuati su di lui e sul proprietario, una volta completato il percorso formativo». Secondo gli esperti di «Pet therapy», è ben nota «la potenzialità che gli animali hanno nei confronti dei disabili di stimolare la produzione di ossioticina, detto anche l’ormone dell’amore o della fiducia». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie