Sabato 16 Gennaio 2021 | 12:57

NEWS DALLA SEZIONE

L'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

 
sanità
Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

Potenza, cure domiciliari: il Tar boccia il bando lucano

 
L'emergenza
Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%)

Vaccini anti covid, in Basilicata somministrate 7.261 dosi (52,8%)

 
la «trovata»
Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

Potenza, protesta ristoratori tra bicchieri di prosecco, musica e ironia

 
Difesa ambiente
No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

No a deposito nucleare: Basilicata e Puglia stabiliscono un percorso comune

 
Il caso
Tempa Rossa, Total lancia app per il monitoraggio ambientale

Tempa Rossa, Total lancia app per il monitoraggio ambientale

 
migranti
Venosa, centro accoglienza Boreano intitolato al bracciante Girasole

Venosa, centro accoglienza Boreano intitolato al bracciante Girasole

 
acqua, soldi e lavoro
Basilicata, dopo la grave siccità dighe piene: 84 milioni di metri cubi in più rispetto all'anno scorso

Basilicata, dopo la grave siccità dighe piene: 84 milioni di metri cubi in più rispetto all'anno scorso

 
decisione attesa
Lavello, parà barese morì dopo che paracadute non si aprì: Gip Potenza deciderà su archiviazione

Lavello, parà barese morì dopo che paracadute non si aprì: Gip Potenza deciderà su archiviazione

 
dati regionali
Covid in Basilicata, 99 nuovi contagi su 739 test (13,3%) e altri due decessi

Covid in Basilicata, 99 nuovi contagi su 739 test (13,3%) e altri due decessi

 

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Newsweekla speranza
Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

 
Baristalking
Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

 
PotenzaL'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

 
Materal'annuncio
Pisticci, analisi tossicologiche saranno possibili nell'ospedale di Tinchi

Pisticci, analisi tossicologiche saranno possibili nell'ospedale di Tinchi

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 

i più letti

La protesta

Venosa, disabile si incatena in Comune: «Voglio che mi ridiano il cane»

L’animale aveva aggredito un suo simile causandone la morte, dopo l’episodio violento il sindaco con un’ordinanza ha disposto l’allontanamento del Pitbull

Venosa, disabile si incatena in Comune: «Voglio che mi ridiano il cane»

VENOSA -  Un disabile di Venosa si è incatenato ieri davanti alla sede municipale ed ha avviato uno sciopero della sete e della fame, per ottenere la revoca di un’ordinanza del sindaco Marianna Iovanni che aveva disposto il ricovero e l’allontanamento del suo cane.

Per Giuseppe De Renzo - costretto a vivere sulla sedia a rotelle - si tratta di una decisione troppo drastica, dal momento che la compagnia dell’animale è per lui «fondamentale per andare avanti». E pur nella consapevolezza della causa scatenante il provvedimento - l’aggressione del suo «Corso» che ha provocato la morte a cause delle ferite del cane di un giostraio potentino - il giovane venosino chiede al primo cittadino di rivedere la propria decisione, garantendo che intraprenderà un percorso di formazione ad hoc, per scongiurare nuovi episodi di aggressività del proprio animale.

«Da anni - racconta Giuseppe - vivo in simbiosi con il mio cane, ho bisogno di lui, mi è sempre vicino, mi dà sicurezza. Non è assolutamente un animale aggressivo, purtroppo in occasione dell’episodio da cui è scaturita l’ordinanza ha reagito all’attacco di un altro cane. Ho più volte garantito al sindaco la mia totale disponibilità ad intraprendere un percorso formativo per il cane e per me stesso. Purtroppo - continua il giovane disabile, che nella vita fra mille sacrifici e con il sostegno della famiglia fa il deejay -le mie rimostranze non sono servite a nulla, nessuno ha preso in considerazione le mie richieste, i miei sfoghi. Per questo ho iniziato uno sciopero della fame e della sete: per chiedere l’annullamento e la revoca dell’ordinanza. Ho smesso di mangiare, di bere, di prendere le pillole che dovrei assumere tre volte al giorno. Non so come andrà a finire».

Nell’ordinanza del sindaco, adottata «a seguito di un grave episodio di aggressione avvenuta nella villa comunale da parte di un cane di proprietà, di sesso maschile e di razza Corso, che si è reso responsabile dell’aggressione ed uccisione di un altro cane» è stato previsto «dper tutelare l’incolumità pubblica il ricovero urgente del cane nel canile di Venosa». L’animale potrà essere restituito solo «al termine, con esito positivo, degli accertamenti comportamentali effettuati su di lui e sul proprietario, una volta completato il percorso formativo». Secondo gli esperti di «Pet therapy», è ben nota «la potenzialità che gli animali hanno nei confronti dei disabili di stimolare la produzione di ossioticina, detto anche l’ormone dell’amore o della fiducia». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie