Venerdì 17 Settembre 2021 | 22:07

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Nuova tragedia

Genzano, schiacciato da mietitrebbia: muore 66enne di Altamura

L'uomo era un medico in pensione. Pochi giorni fa la tragedia a Miglionico con due morti

Genzano, schiacciato da mietitrebbia: muore 66enne di Altamura

GENZANO DI LUCANIA - Ancora una tragica fatalità. Un altro incidente mortale sul lavoro, nella fattispecie in agricoltura, e anche stavolta di mezzo c’è una mietitrebbia. È successo ieri nelle campagne di Genzano in località Pilella Santo Spirito nei pressi di «Cacciapaglia», proprio ai confini con il territorio pugliese della vicina Spinazzola. A perdere la vita Antonio Casiello, 66 anni, medico in pensione di Altamura, schiacciato dalla ruota posteriore del pesantemezzo agricolo.

Non si è ancora spenta l’eco del drammatico incidente di Miglionico dei giorni scorsi dove persero la vita due fratelli, impegnati nella trebbiatura (in quell’occasione la mietitrebbia si capovolse), che già dobbiamo aggiornare la triste statistica dei morti sul lavoro.

Ma andiamo per ordine. La località, come detto è «Cacciapaglia», nell’azienda Casiello. Si procede alla trebbiatura del grano. Sono le 15, 30 di ieri pomeriggio. All’improvviso il tragico incidente. Sulla mietitrebbia sono al lavoro i due fratelli Casiello. Antonio ad un certo punto è sceso dal mezzo. Quando poi ha tentato di risalire è stato travolto dal pesante mezzo. Il fratello alla guida non poteva vederlo e non poteva rendersi conto di quello che stava accadendo. Inutili i soccorsi. L’uomo deve essere morto per schiacciamento.

Sul posto per determinare le cause dell’incidente sono subito arrivati i carabinieri della stazione di Genzano. Per i rilievi del caso presente personale della Medicina del lavoro dell’Asp di Potenza.

Ricordiamo che circa una settimana fa in contrada «Basento» in agro di Miglionico due fratelli agricoltori e allevatori di ovini, Francesco e Giovanni Ragone, rispettivamente di 58 e 55 anni, originari di Pomarico, ma da anni residenti a Miglionico, persero la vita in un incidente analogo. Nel sinistro rimase ferita anche una ragazza 19enne, figlia di uno dei due fratelli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie