Venerdì 23 Agosto 2019 | 09:33

NEWS DALLA SEZIONE

Inquinamento
Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

 
San Carlo
Potenza, medici malati e infortunati: chiuso reparto neonatale, disposta inchiesta

Potenza, medici malati e infortunati: chiuso reparto neonatale, disposta inchiesta

 
I controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
Il caso
Melfi, Comune condizionato dalla criminalità, si insedia commissione

Melfi, Comune condizionato dalla criminalità, si insedia commissione

 
Il caso
Regione Basilicata, il «concorsone» scompare dopo dieci anni di attesa

Regione Basilicata, il «concorsone» scompare dopo dieci anni di attesa

 
Al San Carlo
Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: i piccoli saranno trasferiti

Potenza, ricoveri sospesi a Neonatologia: non ci sono medici, bimbi trasferiti

 
Il recupero
Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

Potenza, abbandonati in un sacco e gettati in canalone: la polizia salva 9 cuccioli

 
Operazione della Gdf
Reddito di cittadinanza: due furbetti scoperti nel Potentino

Reddito di cittadinanza: due furbetti scoperti nel Potentino

 
a «La vita in diretta»
La Gazzetta e il pensionato che all’Inps risultava deceduto : la storia va in tv

La Gazzetta e il pensionato che all’Inps risultava deceduto: la storia va in tv

 
Treni
Potenza-Bari querelle tra Regioni: il trasporto diretto non piace ai pugliesi

Potenza-Bari querelle tra Regioni: il trasporto diretto non piace ai pugliesi

 
Il caso
Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

Riforma poli museali, la Basilicata è contraria a «sposare» la Puglia

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLa polemica
Gallipoli, turismo di lusso: Briatore torna all'attacco «Non cacciate gli yacht»

Gallipoli, turismo di lusso: Briatore torna all'attacco «Non cacciate gli yacht»

 
BariI controlli
Bari, nascondeva in un furgone 84 kg di marijuana: arrestato 31enne

Bari, nascondeva in un furgone 84 kg di marijuana: arrestato 31enne

 
TarantoInquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

 
PotenzaInquinamento
Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

Maratea, allarme liquami: nuovo stop bagni a Fiumicello

 
FoggiaLa condanna
Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

Foggia, 8 chili marijuana in frigo: patteggia due anni

 
BrindisiIl provvedimento
Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker

Ostuni, minacciava e picchiava ex: divieto di avvicinamento a stalker
A Massafra in cella 46enne

 
MateraDalla Gdf
Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

Matera, arrestato un uomo sulla 106: aveva 142 gramm di hashish

 

i più letti

L'incubo

Picerno choc, squadra penalizzata di 3 punti, deve riconquistare la C

La piccola compagine lucana dovrà almeno pareggiare contro il Bitonto

Picerno choc, squadra penalizzata di 3 punti, deve riconquistare la C

«Una decisione clamorosa ed inattesa». Questo il commento in casa melandrina dopo la notizia arrivata nel pomeriggio di ieri della penalizzazione inflitta all’Az Picerno. La formazione rossoblù torna in serie D. Almeno fino a domani pomeriggio. La terza sezione della Corte sportiva d’appello nazionale della Figc ha infatti inflitto al club lucano 3 punti di penalizzazione in classifica, modificando la decisione del giudice sportivo su ricorso del Taranto.
La sanzione si aggiunge alla multa e alla squalifica per un turno del campo dell’Az Picerno, costretto domani a disputare l’ultima partita casalinga del campionato (con il Bitonto) a porte chiuse al «P. Corona» di Rionero in Vulture. Ridotta da tre a due giornate, invece, la squalifica al giocatore del Taranto Antonio Croce, espulso nel concitato intervallo dello scontro diretto di Picerno, quando lo stesso Croce e due compagni di squadra (Favetta e Manzo) erano stati colpiti da uno steward munito di tirapugni.


Un autentico colpo di scena, per una realtà e una comunità ancora ebbri di gioia per il salto di categoria. «Non ci aspettavamo assolutamente una notizia del genere. Penalizzarci così, per quello che è successo nell’intervallo di Picerno-Taranto, ci sembra esagerato. Ora ci servirà un punto con il Bitonto per riprenderci la Serie C», il commento di Enzo Mitro, direttore generale dell’Az Picerno. Il Cerignola infatti è a soli tre punti e dunque in teoria può riaprire i giochi e sperare nello spareggio.
Così, l’Az Picerno ora insegue un nuovo singolare record: diventare la prima squadra a festeggiare la promozione in serie C per due volte in venti giorni. Stavolta, però, con il presidente Donato Curcio in tribuna. In meno di 48 ore, mister Giacomarro deve cercare di ricaricare la squadra per un ultimo, inatteso sforzo. Evitando che la rabbia per la penalizzazione prevalga sul giudizio e sulla lucidità.

Ora però arriva la reazione dei giocatori della squadra lucana, che rappresenta un paese di 5.800 abitanti, che tramite l'Assocalciatori hanno diffuso un comunicato in cui si definiscono «amareggiati e delusi per la penalizzazione ricevuta in merito alla partita con il Taranto. Quanto accaduto (assolutamente da condannare), non riguarda però in alcun modo noi o la nostra prestazione sportiva e quanto conquistato sul campo. La decisione presa non incide infatti solo sul risultato della partita ma rischia di vanificare il lavoro di una stagione ed andrebbe solo a beneficio di una terza squadra (il Cerignola n.d.r.) che non è stata coinvolta nell’episodio. Probabilmente questa decisione potrebbe creare anche un precedente rischiosissimo per il nostro mondo». «È assurdo che per avere il riconoscimento di quanto già abbiamo fatto durante il campionato ci troviamo obbligati a conquistare ancora un punto in classifica - continua la nota - giocando per giunta su campo neutro, e per di più digerire una sentenza a soli due giorni da quello che doveva essere una giornata di festa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie