Martedì 27 Ottobre 2020 | 06:52

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

 
Il safe tracer
L'idea di un'azienda barese: basta un «bip» per garantire i distanziamenti

L'idea di un'azienda barese: basta un «bip» per garantire i distanziamenti

 
La novità
Bari, le piazze di Carbonara prendono vita: dipinte come un quadro di Mondrian

Bari, le piazze di Carbonara prendono vita: dipinte come un quadro di Mondrian

 
L'evento
World Press Photo a Bari, sabato apertura straordinaria fino a mezzanotte

World Press Photo a Bari, sabato apertura straordinaria fino a mezzanotte

 
La novità
Nardò, ecco gli idrovolanti per arrivare a Corfù: c'è l'ok della Sovrintendenza

Nardò, ecco gli idrovolanti per arrivare a Corfù: c'è l'ok della Sovrintendenza

 
La sentenza
Bari, lui 19enne fa sesso con una 13enne consenziente: per la legge è reato, ma il tribunale lo assolve

Bari, lui 19enne fa sesso con una 13enne consenziente: per la legge è reato, ma il tribunale lo assolve

 
Cinema
Ecco il trailer del film «La vita davanti a sé»: il film con Sophia Loren girato a Bari

L'emozione di Decaro per il trailer del film della Loren girato a Bari

 
il riconoscimento
Lecce, FS Italiane si dotano di cardioprotezione smart: Tecatech premiato a Smau 2020

Lecce, FS si dotano di cardioprotezione smart: premiato a Smau 2020

 
Innovazione
Nasce il treno-ospedale «made in Mola»: a bordo poliambulatorio e terapia intensiva

Nasce il treno-ospedale «made in Mola»: a bordo poliambulatorio e terapia intensiva

 
La novità
Ecco il tessuto «ammazza» Covid 19: realizzato in Puglia è utile a scuola e in ospedale

Ecco il tessuto «ammazza» Covid 19: realizzato in Puglia è utile a scuola e in ospedale

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

Bari, al San Nicola prima vittoria di stagione: battuto 4-1 il Catania

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa chiusura
Covid, il Dpcm «spegne» Bari: dall'Umbertino a Bari vecchia. Così orso Vittorio Emanuele Video

Covid, il Dpcm «spegne» Bari: dalla città vecchia all'Umbertino a corso Vittorio Emanuele Video

 
FoggiaIl contagio
Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

Rodi, in scuola 25 bimbi e 9 insegnanti positivi. Sindaco: alunni in ottima salute

 
LecceLa manifestazione
Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

Lecce, nuovo Dpcm: tensioni in piazza, forzato cordone Polizia. «Meglio morire di Covid che di fame»

 
Taranto2 novembre
Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

Taranto, ingressi contingentati al cimitero per la commemorazione dei defunti

 
PotenzaControlli dei CC
Malfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

Melfi, in deposito agricolo nascondeva armi e munizioni: arrestato 46enne

 
Batl'intervista
Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

Pedopornografia on line, don Fortunato: «Non si abbassi la soglia di attenzione»

 
Materacontrolli della ps
Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

Matera, si affaccia al balcone e spaccia stupefacenti: arrestato pusher 46enne

 
Brindisiopere pubbliche
Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

Ceglie Messapica, lavori alla torre finalmente ripresi

 

i più letti

Sanità

Bypass aorto coronarico, in Puglia la conferma di studio internazionale di 10 anni: con l'arteria radiale si vive di più

Pubblicato dalla rivista medica di fama mondiale Jama: tale metodica - parallela a quella della vena safena - allungherebbe le possibilità di sopravvivenza

Bypass aorto coronarico, in Puglia la conferma di  studio internazionale di 10 anni: con l'arteria radiale si vive di più

I primi risultati cinque anni fa, ora la conferma. Parte dalla Puglia la scoperta di una nuova frontiera nel bypass aortocoronarico. La prestigiosa rivista internazionale Jama (Journal oh the american medical association) ha recentemente pubblicato uno studio internazionale multicentrico durato 10 ani e che ha visto impegnati i cardiochirurghi di GVM Care & research, il network sanitario che in Puglia consta di cinque strutture accreditate con il servizio sanitario nazionale, tre delle quali assorbono circa la metà, il 48,5%, dei ricoveri totali in Puglia per il trattamento delle patologie valvolari (fonte Rapporto Agenas 2019).
 
Lo studio, condotto dal dott. Giuseppe Speziale, responsabile delle Cardiochirurgie di GVM Care & Research e dal dott. Giuseppe Nasso, responsabile dell’unità operativa di Cardiochirurgia dell’Anthea Hospital di Bari, è nato da una collaborazione medica internazionale, il team denominato “Radial Investigators”, di cui Nasso è uno dei fondatori assieme al prof. Mario Gaudino della Cornell University di New York: ha portato alla scoperta di una nuova tecnica per il by pass aorto coronarico e cioè l'arteria radiale che rappresenta la nuova e valida alternativa rispetto a quella "comune" della vena safena.


 
Spieghiamoci meglio. Quando le coronarie fanno i "capricci" possono verificarsi alcune situazioni tra cui l'ostruzione causate da alcune placche. Tale situazione può portare a un evento acuto, come l'infarto, che richiede un intervento di emodinamica, l'angioplastica.
 
Ma spesso la malattia è latente, le ostruzioni sono diverse, e i sintomi compaiono in determinate occasioni: in questi casi l'angioplastica è "sostituita" dal by pass. In pratica il corso del sangue che affluisce al cuore viene deviato su un "condotto" parallelo e più sicuro. Non a caso, in determinate circostanze, è necessario procedere con due o più "deviazioni", cioè due o tre bypasso aortocoronarici.
 
Nella maggior parte di tali interventi, la strada privilegiata, come è noto, è quella della vena safena (l'arteria mammaria è consigliata solo in caso di una sola ostruzione) perchè è ampia e consente tale operazione. Ma la radiale, a quanto dimostra lo studio pubblicato, sembra più duratura. "Abbiamo dimostrato - precisa il dott. Giuseppe Speziale - che bypass realizzati con l’arteria radiale hanno una durata migliore rispetto a quelli costruiti con la safena. Il messaggio del nostro studio è proprio questo: se il chirurgo realizza dei bypass con l’arteria mammaria e quella radiale il paziente vivrà di più rispetto a interventi realizzati con la mammaria e la safena. E soprattutto vivrà meglio".
 
Anteha hospita è tra i centri italiani all’avanguardia nell’utilizzo delle tecniche minimamente invasive e robotiche (MIDCAB - Minimally Invasive Direct Coronary Artery Bypass e TECAB - Total endoscopic Coronary artery bypass): con tali metodiche è possibile eseguire un intervento di rivascolarizzazione miocardica senza sternotomia (cioè il taglio al centro del petto), ma con soli uno o due piccoli tagli sulla parete laterale (definita minitoracotomia). Inoltre permettono di intervenire senza fermare il cuore, cioè di eseguire l’intervento “a cuore battente”.
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie