Giovedì 01 Ottobre 2020 | 00:17

NEWS DALLA SEZIONE

Dal 1 ottobre
Covid 19, visitare musei in Puglia? Basta un click con l'app «Io prenoto»

Covid 19, visitare musei in Puglia? Basta un click con l'app «Io prenoto»

 
La curiosità
Il Cammino Materano non ha barriere: i malati di Parkinson ospiti a Santeramo

Il Cammino Materano non ha barriere: i malati di Parkinson ospiti a Santeramo

 
Cambiamenti in città
Lecce, del Cinema Santalucia non resterà memoria, se non nei ricordi

Lecce, del Cinema Santalucia non resterà memoria, se non nei ricordi

 
Nel Materano
Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

Francis Ford Coppola è cittadino onorario di Bernalda

 
a torre veneri
L'ordine al carro armato arriva con un clic: in Salento si sperimenta digitalizzazione forze armate

L'ordine al carro armato arriva con un clic: in Salento si sperimenta digitalizzazione forze armate

 
Nel Potentino
Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

Mancano le vocazioni: le ultime due suore lasciano Pescopagano

 
La ricorrenza
Bari, il Politecnico festeggia i suoi primi 30 anni: raccolta foto e documenti per una mostra in primavera

Bari, il Politecnico festeggia i suoi primi 30 anni: raccolta foto e documenti per una mostra in primavera

 
Musica
Fiorella Mannoia torna con un nuovo album: a maggio 2021 il tour fa tappa a Bari

Fiorella Mannoia torna con un nuovo album: a maggio 2021 il tour fa tappa a Bari

 
Il personaggio
Da Putignano a Boston e Losanna per studiare l'Alzheimer: il talento di Ilaria in era Covid

Da Putignano a Boston e Losanna per studiare l'Alzheimer: il talento di Ilaria in era Covid

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Il Bari nella tana della Spal: Antenucci ferma l'orologio

Il Bari nella tana della Spal: Antenucci ferma l'orologio

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIn viale Europa
Foggia, sparatoria in periferia: tiro al bersaglio contro auto

Foggia, sparatoria in periferia: tiro al bersaglio contro auto

 
BatAumento dei casi
Coronavirus, 15 positivi al Comune di Andria, anche il commissario prefettizio

Coronavirus, 15 positivi al Comune di Andria, anche il commissario prefettizio

 
BariTrasporti
Bari, Fiera del Levante: ecco il piano mobilità, trasporto pubblico e parcheggi per la Campionaria

Bari, Fiera del Levante: ecco il piano mobilità, trasporto pubblico e parcheggi per la Campionaria

 
Materadalla polizia
Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

Matera, 81enne minaccia con fucile moglie, figlia e nipote di 12 anni: arrestato

 
LecceLa vicenda
Duplice omicidio Lecce, il 21enne reo confesso in carcere in isolamento

Duplice omicidio Lecce, reo confesso in carcere in isolamento. Trovato altro biglietto con tempi del delitto Legale: «Ragazzo provato»

 
TarantoIl caso
Taranto, morte gruista Mittal: riparte l'inchiesta

Taranto, morte gruista Mittal: riparte l'inchiesta

 
BrindisiLa vicenda
Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

Ostuni, calunniò la dottoressa che aveva salvato la vita al padre

 

i più letti

Il divieto

Corato, neo papà fuori dalla sala parto: scoppia la polemica

Dall’Ostetricia spiegano: dobbiamo prevenire il contagio

Corato, neo papà fuori dalla sala parto: polemica

CORATO - Possono i neo papà tenere la mano delle mamme al momento del parto, in questa fase delicata di ripresa del Covid? Non ancora, almeno all’Ospedale «Umberto I» di Corato, dove nei giorni scorsi si era registrata la lamentela di alcune partorienti, le quali sottolineavano che in sede regionale o nazionale non c’era un divieto esplicito.

Nella fase Covid più dura, quella della scorsa primavera, insomma nei mesi di marzo, aprile e maggio, come del resto abbiano raccontato su queste pagine, le neomamme hanno dato alla luce il loro bebè in totale solitudine e i papà hanno potuto vedere i neonati solo in un momento successivo.

L’attenuarsi del virus nei mesi estivi in effetti non ha cambiato le cose. Il «confino» per i papà continua.

In effetti la circolare del Dipartimento regionale della Salute, diffusa nei reparti di Ostetricia, recita: «Facendo seguito alle numerose segnalazioni pervenute circa l’impossibilità ad assistere al parto da parte del papà - si legge nel documento - si rappresenta che non è mai intervenuta alcuna disposizione normativa regionale che impedisse tale possibilità. Pertanto si chiede di garantire la presenza dei papà al momento del parto, nonché la possibilità dell’esercizio di questo diritto nel rispetto della privacy e delle misure di prevenzione, così come stabilito dallo scrivente Dipartimento».

Tuttavia, nei fatti, la possibilità è esclusa: «È proprio nel rispetto delle misure di prevenzione che abbiamo scelto di non far assistere i papà al parto - chiarisce Lucio Nichilo, dirigente del reparto di Ostetricia e ginecologia dell'Umberto I - perché la presenza di un’altra persona, oltre la partoriente e lo staff medico, non permette di garantire la dovuta sicurezza nel nostro ospedale. Oggi - spiega il dottor Nichilo -, rispetto al periodo del lockdown, dobbiamo fare obbligatoriamente il tampone a tutte le mamme e non solo a quelle che presentano sintomi. Il tampone, per essere valido, deve essere effettuato 48 ore prima dell’intervento e il risultato è disponibile minimo sei ore dopo, se non la mattina seguente. Nell’attesa del responso del tampone le gestanti vengono trasferite nelle stanze grigie, sale parto allestite appositamente per casi Covid. Si capisce che non è possibile prevedere la data esatta del parto, quindi la gestione della paziente non è per nulla semplice. Dover seguire un protocollo così rigido anche per il padre sarebbe impossibile».

Lo specialista conclude: «Dispiace non poter garantire ai papà di poter stare vicini a compagne e figli, ma la nostra priorità rimane la salute pubblica».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie