Domenica 23 Febbraio 2020 | 05:59

NEWS DALLA SEZIONE

La storia
Galatina, il sindaco adotta Nocciolino e lo battezza «cane di quartiere»

Galatina, il sindaco adotta Nocciolino e lo battezza «cane di quartiere»

 
Sociale
«Masseria Cultura» di Noci

Bari, al via le riprese del nuovo docu-film sull’autismo di Gianluca Nicoletti

 
l'illustrazione
Diodato nella sua Taranto: l'omaggio di un artista è virale

Diodato nella sua Taranto: lunedì attestato benemerenza dal Comune

 
4 e 5 marzo
Francesco Gabbani incontra i fan a Bari e Lecce

Francesco Gabbani incontra i fan a Bari e Lecce

 
L'accensione
Bari, la fontana di piazza Aldo Moro si accende con i colori della pace

Bari, la fontana di piazza Aldo Moro si accende con i colori della pace

 
Grande attesa
Bari, Verdone presenta il suo film che parla pugliese tra colori e atmosfere

Bari, Verdone presenta il suo film che parla pugliese tra colori e atmosfere

 
ll rito
Putignano, Carnevale 2020, quanto cornuti!

Putignano, Carnevale 2020, quanti cornuti!

 
dopo sanremo
Diodato: il weekend pugliese con tre tappe dell'instore tour a Bari, Brindisi e Taranto

Diodato: il weekend pugliese con tre tappe dell'instore tour a Bari, Brindisi e Taranto

 
L'intervista
Il «Bestiario d'amore» di Vinicio Capossela per tre tappe in Puglia con l'orchestra della Magna Grecia

Il «Bestiario d'amore» di Vinicio Capossela per tre tappe in Puglia con l'orchestra della Magna Grecia

 
Volontariato in Africa
Solidaunia, un ponte di solidarietà tra Foggia e la Guinea Bissau

Solidaunia, un ponte di solidarietà tra Foggia e la Guinea Bissau

 
al multicinema Galleria
«Si vive una volta sola»: Carlo Verdone e il cast presentano a Bari il film girato in Puglia

«Si vive una volta sola»: Carlo Verdone e il cast presentano a Bari il film girato in Puglia

 

Il Biancorosso

Calcio
Bari, mister Vivarini srpona i suoi prima della trasferta contro la Cavese: «Siamo nel momento clou del torneo»

Bari, mister Vivarini sprona i suoi: «Siamo nel momento clou del torneo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Foggiasos sicurezza
Foggia, nelle campagne torna il Far West

Foggia, nelle campagne torna il Far West

 
Barila decisione
Popolare di Bari, De Angelis nominato direttore generale

Popolare di Bari, De Angelis nominato direttore generale

 
BatTragedia sfiorata
Barletta, agguato in via Callano, ferito un 53enne sparato alle spalle

Barletta, agguato in via Callano, ferito un 53enne sparato alle spalle

 
BrindisiIl caso
«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

 
PotenzaI controlli
Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

Melfi, guida «Panda» rubata, fermato nel Foggiano

 
Tarantol'illustrazione
Diodato nella sua Taranto: l'omaggio di un artista è virale

Diodato nella sua Taranto: lunedì attestato benemerenza dal Comune

 
LecceNel Salento
Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

Patù, in vendita monumento nazionale: scoppia il caso «Centopietre»

 
Materanel Materano
Scanzano Jonico, ubriaco picchia la compagna e la manda in ospedale: arrestato

Scanzano Jonico, ubriaco picchia la compagna e la manda in ospedale: arrestato

 

i più letti

musica

Brunori Sas in Puglia presenta «Cip»: «Cinguetto come... un fringuellino»

Il 3 aprile il cantautore sarà in concerto a Bari

Brunori Sas in Puglia presenta «Cip»: «Cinguetto come... un fringuellino»

foto Leandro Emede

Il cinguettio di Brunori Sas. Cip! è il titolo del nuovo album del 42enne cantautore calabrese, al secolo Dario Brunori, che da una settimana è tornato con 11 brani inediti in cui la poetica s’impone con un linguaggio nuovo, profondo, che colpisce ed emoziona dal primo ascolto. «Con questo nuovo progetto – commenta Brunori -, volevo riconsiderare il rapporto fra ciò che ho sempre considerato centrale, la vita degli uomini, e ciò che ho da sempre considerato periferico: l’universo che ci ospita».
Per definire l’arte e la creatività di Brunori Sas, le prime parole che vengono in mente sono ironia e contenuti alti. In questi 10 anni di attività ha cesellato la sua carriera artistica con tenacia, raggiungendo traguardi importanti riconosciti da pubblico e critica, tanto da essere considerato uno dei più autorevoli e creativi cantautori della musica italiana. Creatività che ha messa in campo anche per il tour promozionale del disco Parla con Dario, in cui Brunori incontra il suo pubblico in un dialogo diretto, che è in perfetta sintonia con alcune delle tematiche più importanti tracciate dal nuovo album, prima fra tutte l’importanza di rimettere l’uomo al centro della narrazione contemporanea. Lo ha fatto ieri incontrando i suoi fan alla Feltrinelli di Bari e lo farà oggi all’Officina Cantelmo di Lecce, mentre il 3 aprile Brunori Sas tornerà a Bari per esibirsi al Palaflorio.

«Più che negli altri dischi, per Cip! ho sentito l’esigenza di parlare di un noi, quindi di riunire intorno alle cose che faccio una comunità di persone: mi piaceva l’idea di presentare l’album senza nessuna mediazione tra me e il pubblico. Sono molto soddisfatto di come procede, mi espongo a qualsiasi domanda ed è anche bello vedere che le chiacchierate possono prendere pieghe di grande varietà. Si passa, infatti, da argomenti più leggeri a una grande profondità, argomenti mi consente di conoscere meglio chi mi ascolta. In questi incontri ho avuto anche delle interpretazioni e delle prospettive sui testi che scrivo, profondità decisamente molto stimolanti».

Brunori, «Cip!» è il ritorno al fanciullino che c’è in lei?
«Mi sembra la cosa più vicina al sentimento con il quale ho scritto le canzoni. A un certo punto mi sono perso nelle reminiscenze scolastiche e sono andato anche a rileggere Pascoli, nelle sue parole c’era tutto quello che avrei voluto mettere nel disco. Nell’album, comunque, cerco di recuperare lo sguardo fanciullo sulle cose, in un momento personale e anche sociale di disincanto, cerco di trovare tramite il canto un nuovo incanto. Volevo che le sensazioni che avvertivo intorno a me, non fossero tradotte in qualcosa di verboso, ma in una sorta di reazione garbata, in un cinguettio, appunto»

Come vede il mondo attuale questo fanciullo?
«Tende a non trovare scoramento, anche se vede intorno a sé un mondo che non funziona. Nel disco non c’è rassegnazione, ma è come se mi fossi detto che c’è una parte di umanità che sta andando in una direzione non umana per quanto mi riguarda, però c’è tanta umanità che purtroppo in questo periodo mediaticamente viene rappresentata, è più silente ma vuole andare da un’altra parte. Quindi, voglio cantare questa umanità che crede in una reale evoluzione e non si fa portare giù nel fango».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie