Mercoledì 24 Aprile 2019 | 19:51

NEWS DALLA SEZIONE

Tecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
L'operazione dei cc
Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

Lecce, distruggono i vetri di 5 auto e di un’ambulanza: denunciati

 
Tap e Poseidon
Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

Gasdotti in Salento: un risiko tra energia e geopolitica

 
L'inchiesta
Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

Lecce, magistrati arrestati: chiesto incidente probatorio. Altro pm indagato

 
Il martedì dei leccesi
A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

A Lecce la Pasquetta continua con «Lu riu»: tra pic nic e musica

 
La tragedia di Pasquetta
Melendugno, contro frontale muore una 25enne: grave una coppia

Melendugno, scontro frontale muore 25enne: grave una coppia

 
A Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
Tutela ambientale
Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

Lecce, scatta il divieto di accensione dei fuochi e barbecue nei boschi

 
Il caso
Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

Lo operano per un'ernia, gli tolgono un testicolo: risarcito

 
Inchiesta Favori & giustizia
Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

Pm Arnesano resta ai domiciliari: ma farà Pasqua con i suoi

 
Nel Salento
Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

Gallipoli, carabinieri portano uova di Pasqua ai bimbi ricoverati in ospedale

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, e adesso cosa si fa?Si accarezza il sogno scudetto

Bari, e adesso cosa si fa?
Si accarezza il sogno scudetto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl premio
Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

Mafia, scuola barese vince concorso Fondazione Falcone

 
TarantoAmbiente ferito
Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

Ex Ilva, mamma ragazzo morto di cancro: «Non stringo la mano a Di Maio»

 
LecceTecnologia
Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

Lecce, ecco Dumbo: miniescavatore radiocomandato che pulisce le vasche Aqp

 
BatLavoro
Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

Barletta, sindacati soddisfatti: stop licenziamenti alla Timac

 
FoggiaL'intervista
Giannini: «Al treno-tram la Regione ha rinunciato»

Giannini: «Al treno-tram Foggia-Manfredonia la Regione ha rinunciato»

 
BrindisiStalking
Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

Francavilla, non accetta la relazione dell'ex e aggredisce lui e la compagna: arrestata

 
MateraIn fiamme
Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

Matera, divampa un incendio ferito un carabiniere

 
PotenzaIl nuovo volto della regione
Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

Basilicata, Bardi prende tempo: giunta dopo i 10 giorni

 

La storia

Lecce, un chirurgo da Manchester per unire esofago e intestino di un bambino

Sarà il chirurgo pediatra e neonatologo Adrian Bianchi a effettuare l'intervento al Vito Fazzi di Lecce. Il tutto è stato reso possibile dalla Tria Corda Onlus

ospedale Vito Fazzi di Lecce

Un Chirurgo del Royal Manchester Children’s Hospital a fine mese opererà una bimba salentina al Vito Fazzi con una tecnica innovativa. Le competenze del chirurgo pediatra e neonatologo AdrianBianchi sono state richieste dal direttore di chirurgia pediatrica del “Vito Fazzi“ Carlo Rossi. Il professionista effettuerà un complesso intervento chirurgico per unire esofago ed intestino. L’occasione offrirà l’opportunità di utilizzare per la prima volta i macchinari che Tria Corda onlus ha donato per la terapia intensiva pediatrica, cioè il monitor multiparametrico pediatrico ed il defibrillatore, che ovviamente ci si augura non debba servire. L’intervento si terrà il 29 marzo prossimo. Lo stesso giorno, a partire dalle 15.00, presso il castello di Carlo V, inizierà il congresso nazionale organizzato da Tria Corda onlus: Un polo pediatrico per i ragazzi salentini. “Il bambino e le cronicità”.

L’associazione presieduta da Antonio Aguglia ha organizzato anche quest’anno l’approfondimento per puntare i riflettori sulle malattie croniche dell’età evolutiva ed offrire un ulteriore contributo per la realizzazione del Polo Pediatrico del Salento. È importante diagnosticare tempestivamente le patologie croniche che insorgono in età pediatrica per una migliore risposta alle terapie. Il convegno focalizzerà l’attenzione anche sull’integrazione tra assistenza primaria e specialistica, sulla continuità tra ospedale e territorio, sull’assistenza domiciliare, sulla valutazione e sull’impatto psicosociale delle strutture sanitarie in età pediatrica. Proprio su questa tematica, durante i lavori, Giuseppe Lacanna, architetto sanitario Edac, ricercatore e docente in pianificazione ospedaliera ed health analytics presso il centro per l’Architettura Sanitaria Scandinava di Goteborg, presenterà una sua ricerca sull’importanza dell’impatto ambientale sul bambino malato ed illustrerà il suo progetto per il polo pediatrico del Salento, spiegando le motivazioni che rendono inadeguate le attuali strutture ospedaliere.

Alla chiusura della prima delle due giornate di convegno si terrà sempre al castello Carlo V un esclusivo concerto per duecento ospiti. I musicisti salentini Scipione Sangiovanni e William Greco spazieranno dal classico al jazz con i virtuosismi del loro pianoforte. A seguire una light dinner. Il ricavato della serata sarà interamente utilizzato per sovvenzionare l’iniziativa di Tria Corda: “eSCO- Scuola a casa ed in ospedale”. Il progetto, finanziato tra l’altro anche dalla Fondazione “Banca popolare pugliese Giorgio Primiceri” onlus, prevede la realizzazione di un servizio che consentirà ai piccoli pazienti di rimanere in contatto telematico con la propria classe anche durante i periodi di degenza e riabilitazione con l’intento di ridurre o eliminare del tutto i traumi connessi all’allontanamento ed al successivo reinserimento scolastico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400