Sabato 15 Agosto 2020 | 22:07

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

LEGA PRO

Bari calcio ultrà curva

I medici della C spengono il lumicino; «È difficile poter garantire i tamponi»

Il Bari tra le poche squadre pronte ad investire: 150mila euro sulla sicurezza dei giocatori

BARI - Il lumicino per riprendere il campionato di serie C è sempre più flebile, anche se il Bari è pronto ad investire sulla speranza. I medici dei club di Lega Pro hanno illustrato tutte le difficoltà nell’applicazione e nei costi del protocollo sanitario e delle misure di sicurezza per giocare il terzo torneo professionistico italiano.

Il documento redatto dalla Commissione medico-scientifica della Figc è praticamente una chimera per le società di serie C ed in generale lascia ancora troppe domande aperte. Questo il pensiero condiviso dall’incontro di martedì sera, in videoconferenza, fra i vertici di Lega Pro, il rappresentante dei medici della Serie C, Francesco Braconaro, e l’avvocato di PwC Tls (associazione professionale di avvocati e commercialisti), Gianluigi Baroni, che si sono confrontati con i 60 medici sociali dei club della Lega Pro. Il protocollo è stato valutato dai medici sociali di C rispetto a diversi parametri: fattibilità tecnico-scientifica, giuridica, economica, oltre alla fattibilità di applicazione a seconda del territorio. Rispetto al primo parametro, i medici hanno sottolineato la difficoltà di accedere a un numero elevato di tamponi che, allo stato attuale, non sono disponibili nemmeno per i cittadini.

Inoltre, i medici prestano servizio sul territorio e, soprattutto nelle zone maggiormente colpite dal coronavirus sarebbe rischioso entrare in contatto con i calciatori poiché si rischierebbe di diffondere il virus. Il protocollo apre, inoltre, una serie di questioni che attengono le diverse responsabilità, civili e penali, che si dovessero prefigurare in caso di contagio.

Il protocollo, infine, perché sia messo in atto da un punto di vista organizzativo e gestionale, richiede risorse economiche che è necessario quantificare. «Ringrazio i medici sociali della Lega Pro, per il fondamentale contributo sul tema, oltre che per il lavoro straordinario in prima linea sul territorio», afferma Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro. «Riporterò all’attenzione della Figc, che ha lavorato sul protocollo sanitario, le osservazioni condivise e mi farò portavoce, perché la figura del medico sociale venga riconosciuta come centrale nel calcio».

Dunque, la situazione non induce all’ottimismo. Nella conference call, il Bari non ha preso posizioni ufficiali. L’orientamento del club biancorosso resta attendista: non si vuole forzare la mano per una ripresa senza condizioni di sicurezza, né si vuole rinunciare a priori alla conclusione anticipata del torneo. La società della famiglia De Laurentiis è pronta ad un investimento notevole (oltre 150mila euro) per mettere in pratica il più possibile il protocollo sanitario: sono già stati ottenuti i preventivi per i tamponi e gli accertamenti sierologici, per l’eventuale ritiro permanente e la sanificazione delle aree interessate dagli allenamenti. Ma è facile intuire che il club biancorosso sarà una delle poche eccezioni in un contesto che non potrà sostenere gli stessi esborsi ed una tale organizzazione. Consapevole della situazione, l’intento primario del sodalizio di Strada Torrebella sarà scongiurare l’ipotesi che l’assemblea di Lega Pro (in programma il sette maggio) vari la quarta promozione in B tramite sorteggio sposando, invece, la linea di una classifica di merito (contenente vari parametri tra cui coefficiente punti, bacino d’utenza, spettatori) oppure la disputa di playoff in formato ridotto. Riuscire in tale missione sarà un primo presupposto per continuare a sognare il salto in cadetteria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari, Romairone a un centimetro ma il nodo Vivarini non è sciolto

Bari, Romairone a un centimetro ma il nodo Vivarini non...

 
Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

Bari, squadra ancora senza allenatore né ds

 
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il...

 
Vivarini, Auteri e i «due» Bari

Vivarini, Auteri e i «due» Bari: grandi cambi o tanta f...

 
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che ...

 
Vivarini attende, Scala in bilico. Avanza Auteri: altre novità in vista

Vivarini attende, Scala in bilico. Avanza Auteri: altre...

 
Troppi over, il Bari col bisturi  taglio chirurgico a ogni arrivo

Troppi over: il Bari col bisturi, taglio chirurgico a o...

 
Bari, scattato il conto alla rovescia presto un summit fra i De Laurentiis

Bari, scattato il conto alla rovescia: presto un summit...