Martedì 12 Novembre 2019 | 03:39

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

lega pro

Il Bari ha rovesciato la clessidra: un mese per assaporare la vetta

Il Bari ha rovesciato la clessidra: un mese per assaporare la vetta

Vibonese, Bisceglie, Paganese e Teramo le avversarie da battere

Novembre per accelerare, poi fino a fine anno per tarare le ambizioni da primato. Non ha più tempo, il Bari. Se i biancorossi vorranno tentare di dare scacco alla capolista Reggina, dovranno alzare immediatamente il passo. In tal senso, il calendario può rivelarsi un prezioso alleato. Perché, una volta superato il tour de force rappresentato dagli scontri diretti con Monopoli, Ternana, Catanzaro e Catania, si presenteranno una serie di sfide più morbide, almeno sulla carta. Da domenica, in particolare, si aprirà un mese cruciale: Vibonese, Bisceglie, Paganese e Teramo le avversarie che si presenteranno in ordine sul cammino dei galletti. Le prime tre sono partite con l’obiettivo della salvezza, la quarta con ambizioni da play off.
Il primo ostacolo è rappresentato dalla Vibonese, di scena domenica alle 15 al San Nicola. Squadra imprevedibile, quella calabrese che fin qui ha ripartito equamente il suo score: quattro vittorie, altrettanti pareggi e sconfitte. In trasferta, la compagine di Vibo Valentia non ha mai vinto, totalizzando tre pareggi. Da temere un reparto avanzato in grado di realizzare ben 22 gol (secondo miglior attacco del girone, alle spalle della Reggina), trascinato dal bomber argentino Nicolas Bubas. La Vibonese è in grado di imprese inimmaginabili come la “manita” calata sul Catania, ma anche di sbandate paurose, come il 6-2 incassato a Francavilla.

Il Bari dovrà far valere il suo rango. Seguirà la doppia trasferta: prima nella vicinissima Bisceglie, contro i nerazzurri terzultimi a quota dieci, mai vittoriosi in casa e con il peggior attacco (appena sette gol all’attivo). Quindi, il viaggio a Pagani. I campani somigliano molto alla Vibonese: stessi punti (16), ripartiti nell’identico modo (quattro i successi, i pari ed i ko), un attacco temibile (21 gol), una difesa ballerina (17 reti subite). Ma attenzione: la Paganese (già affrontata dal Bari in Coppa Italia di C e battuta 3-2 al San Nicola) tra le mura amiche non ha mai perso totalizzando tre affermazioni ed altrettanti pari.
Infine, ecco lo scontro con il Teramo, sul piano tecnico l’avversario più temibile. Gli abruzzesi sono settimi a quota 18 (cinque vittorie, tre pareggi e ko rovesci): la squadra allenata da Bruno Tedino ha avuto il merito di risollevarsi dalle difficoltà incontrate nei primi turni ed è a punteggio pieno da tre turni. Novembre si chiuderà con tale confronto, ma lo sguardo di può allargare anche oltre. Perché fino a fine anno, i galletti avranno altri match alla portata, con un solo confronto in alta quota: la trasferta con il Rende penultimo, lo scontro diretto interno con il Potenza, l’impegno a Caserta che chiuderà il girone d’andata e quello al San Nicola contro la Sicula Leonzio che aprirà il ritorno e sarà l’ultima partita prima della pausa natalizia. Insomma, è il momento giusto per ingranare la marcia.

Ieri, intanto, la squadra ha cominciato la preparazione per l’incontro con la Vibonese. Saranno ancora out gli infortunati Hamlili e D’Ursi, mentre andranno valutate le condizioni di Bianco e Scavone che ieri hanno svolto fisioterapia a causa di affaticamenti muscolari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Bari, De Laurentiis: «Al lavoro per museo dedicato alla storia del club»

Bari, De Laurentiis: «Al lavoro per museo dedicato a st...

 
Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il pass...

 
Bisceglie-Bari, terzo derby stagionale per i biancorossi: segui la diretta

Il Bari si aggiudica per 3-0 il derby di Bisceglie: dop...

 
Bari, delusione a Bisceglie: il «Ventura» non è tutto esaurito per il derby

Bari, delusione a Bisceglie: il «Ventura» non è tutto e...

 
Bari, il presidente De Laurentiis con la squadra in trasferta a Bisceglie

Bari, il presidente De Laurentiis con la squadra in tra...

 
Un Bari che si evolve a caccia della svolta

Un Bari che si evolve a caccia della svolta

 
Bisceglie, ex tecnico Papagni: «Bari ospite di lusso, non sarà mai nemico»

Bisceglie, ex tecnico Papagni: «Bari ospite di lusso, n...

 
Bari, l'obbligo di accelerare e di farsi valere in trasferta

Bari, l'obbligo di accelerare e di farsi valere in tras...