Domenica 17 Novembre 2019 | 17:54

 

Tutto sul Bari calcio

il Biancorosso Facebook
 

Operato al ginocchio

Bari, prima tegola: Folorunsho out un mese, caccia a un centrocampista

Bari, prima tegola: Folorunsho out un mese, caccia a un centrocampista

L'intervento in artroscopia oggi a Roma

La prima “tegola” dell’estate riapre prepotentemente il mercato del Bari. Dopo un precampionato nel complesso tranquillo, la truppa di Giovanni Cornacchini ha dovuto incassare la prima defezione di lungo corso. Michael Folorunsho, infatti, rischia di essere indisponibile almeno per un mesetto abbondante. Il 21enne italo-nigeriano ha cominciato ad accusare nei giorni un persistente fastidio al ginocchio: il lavoro differenziato non ha alleviato il problema, al punto che, dopo accurati controlli, il centrocampista è stato sottoposto ieri alla clinica Villa Stuart di Roma ad intervento di pulizia articolare, effettuato dall’equipe del professor Pierpaolo Mariani. L’operazione è riuscita senza complicazioni e l’ex Francavilla ha già intrapreso il percorso riabilitativo. Facile, tuttavia, intuire che i tempi di recupero non potranno essere forzati. Si apre, quindi, una falla piuttosto evidente nella mediana biancorossa. Innanzitutto, perché Folorunsho, con il suo strapotere fisico e le abilità balistiche, avrebbero assicurato molteplici soluzioni in seconda linea. Peraltro, Cornacchini si ritrova in emergenza.

I centrocampisti a completa disposizione, infatti, sono Hamlili, Scavone e Schiavone. Della batteria fa parte pure Bolzoni, ma il destino del 30enne di Lodi appare ancora in bilico. Finora, non è mai stato utilizzato (nemmeno per uno scampolo di match) né nelle due gare di Coppa Italia di serie C, né nell’esordio in campionato contro la Sicula Leonzio: la sua partenza non è da escludere. Ha già salutato, invece, Andrea Feola che ieri ha rescisso il suo vincolo con i galletti. Quattro elementi, in ogni caso, sono appena sufficienti se si insistesse sulla strada tattica del 4-4-2, ma proprio non basterebbero qualora Cornacchini decidesse di passare ad una mediana più folta (ad esempio con il 4-3-3), come spesso ha provato durante la preparazione estiva. Certo, non manca chi nell’eventualità possa adattarsi: Kupisz, ad esempio, già domenica scorsa a Lentini ha occupato per larghi tratti del match la posizione di mezzala. Tuttavia, almeno un innesto appare necessario. Magari operando un ultimo sforzo economico, visto che (tra acquisti ed ingaggi) la società ha già stanziato un budget vicino ai dieci milioni, andando oltre quanto preventivato. L’impressione, comunque, è che la famiglia De Laurentiis non si sottrarrà ad un ulteriore sacrificio, cercando un innesto in grado di innalzare ulteriormente il livello qualitativo del reparto.

D’altra parte, Hamlili per caratteristiche può disimpegnarsi pure da mezzala da battaglia, rimpiazzando le peculiarità di Folorunsho. Servirebbe, quindi, un uomo dotato in fase di organizzazione della manovra. Da tempo circola il nome di Daniele Altobelli, 26enne in forza alla Salernitana: intrigano, però, le candidature di calciatori attualmente in A, ma destinati a lasciare i rispettivi club. Difficilissimo arrivare a Leonardo Capezzi, 24enne della Sampdoria che già non vorrebbe scendere in B preferendo trattare con alcuni club spagnoli. Accattivante la pista che conduce a Lorenzo Crisetig (26 anni), in uscita dal Bologna: sinistro di gran classe e regia pulita, potrebbe cercare a Bari il rilancio. Gli ottimi rapporti con il Parma potrebbero suggerire l’affondo su Josè Machin, 23 anni, abile a disimpegnarsi sia da mezzala, sia da centrale. Chissà che nel rush finale del mercato, dunque, un’altra ciliegina si aggiunga alla già ricca torta biancorossa.

Ieri il presidente Luigi De Laurentiis ha incontrato il sindaco Antonio Decaro per discutere degli interventi da operare sul San Nicola. Il Bari detiene la gestione ordinaria dell’impianto per il prossimo quinquennio: il Comune (in qualità di gestore straordinario) ha confermato l’imminente sostituzione dei seggiolini che dovrebbero essere sostituiti con posti conformi alla normativa Uefa, di colore biancorosso. Per finire, oggi presentazione della squadra alle 19.30 i Piazza del Ferrarese, alla presenza del presidente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DAL BIANCOROSSO

Antenucci e una partita speciale: «Incrocio fra passato e presente»

Bari batte Paganese 1-0. Decide la rete di Antenucci. R...

 
Bari calcio, Vivarini: «Contro Paganese voglio personalità»

Bari calcio, Vivarini: «Contro Paganese voglio personal...

 
Bari, Sigarini ricorda la trasferta a Pagani

Bari, Sigarini ricorda la trasferta a Pagani

 
Bari, contro la Paganese Vivarini recupera Scavone

Bari, contro la Paganese Vivarini recupera Scavone

 
Bari, l'ex direttore sportivo Angelozzi: «Credo nella promozione»

Bari, l'ex direttore sportivo Angelozzi: «Credo nella p...

 
Bari, capitan Di Cesare: «Voglio vincere il campionato»

Bari, capitan Di Cesare: «Voglio vincere il campionato»

 
Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa un'orchestra

Vivarini e il «modulo cangiante»: così il Bari diventa ...

 
Bari, De Laurentiis: «Al lavoro per museo dedicato alla storia del club»

Bari, De Laurentiis: «Al lavoro per museo dedicato a st...