Giovedì 21 Marzo 2019 | 16:30

NEWS DALLA SEZIONE

Il torneo
Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

Tennis, esordio per il biscegliese Pellegrino: buona la prima

 
Subentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
Ambiente
Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

Anche Al Bano aderisce alla campagna della Regione per dire «No alla plastica»

 
Scintille Nato-Russia
I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

I piloti italiani in missione nei cieli della Guerra Fredda

 
È diretto a Gerusalemme
Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

Da 2 anni viaggia con un'asina: il portoghese Bruno Dias in visita a Bari

 
Il caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Il confronto
Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

Giornata Memoria vittime mafia a Bari, Rita Dalla Chiesa: «Ho speranza nei giovani»

 
In 5mila al corteo
Emiliano a manifestazione Libera: «Lottiamo con i ragazzi»

Marcia Libera, Emiliano a Brindisi «Approvata legge pugliese sulla legalità» VD

 
L'aggressione
Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

Monopoli, lancia scrivania contro i medici del pronto soccorso: arrestato 44enne

 
Università
Puglia, sì a due lauree in contemporanea: l'idea della Lega che piace a Uricchio

Puglia, sì a due lauree in contemporanea: l'idea della Lega che piace a Uricchio

 
È intervenuta la polizia
Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

Barletta, tenta di uccidere il fratello accoltellandolo dopo lite, 53enne in cella

 

Il Biancorosso

LA NOTIZIA
Vi ricordate lo steward della Turris?Condannato a cinque anni di Daspo

Vi ricordate lo steward della Turris?
Condannato a cinque anni di Daspo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceDall'8 al 13 aprile
Festival Cinema Europeo, a Lecce Ulivo d'Oro a Nino Frassica

Festival Cinema Europeo, a Lecce Ulivo d'Oro a Nino Frassica

 
BariSubentra a Carmine Esposito
Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

Giuseppe Bisogno è il nuovo questore di Bari: viene da Perugia

 
HomeIl caso
Elezioni in Basilicata, spuntano 5 impresentabili per l'Antimafia

Elezioni in Basilicata, spuntano 5 «impresentabili» per l'Antimafia

 
Materail «diplomificio» dello jonio
Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

Policoro, ottenere il diploma? Un sogno al costo di 2.500 euro annui

 
BrindisiNel Brindisino
Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

Trovati 2 escavatori nelle campagne: erano stati rubati a Lecce

 
BatAnalisi e scenari
Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

Commercio agroalimentare nella Bat: «l’export cresce poco»

 
FoggiaCieli aperti
Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

Foggia, droni a go-go Amendola vuole più sicurezza

 
TarantoNel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 

Xylella, Emiliano a colloquio
con procuratore Lecce

xylella

BARI - Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha lasciato attorno alle 21 la procura di Lecce dopo essere stato ascoltato come 'persona offesà per oltre un paio d’ore dal procuratore, Cataldo Motta, nell’ambito dell’inchiesta sulla gestione dell’emergenza Xylella e sulla diffusione del batterio.


Lasciando il palazzo, Emiliano non ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti che lo attendevano fuori, precisando di ottemperare così ad una richiesta del procuratore. (

Era stato lo steso Emiliano nei giorni scorsi a chiedere di essere ascoltato in qualità di «persona offesa» dei reati contestati ai dieci indagati tra cui l’ex commissario straordinario Giuseppe Silletti.

Emiliano era accompagnato dal capo di gabinetto, Claudio Stefanazzi, dall’assessore all’agricoltura, Leo Di Gioa, e dal dirigente regionale del settore, Gianluca Nardoni.

La richiesta di venire ascoltato dagli inquirenti era stata avanzata dal governatore subito dopo l’esecuzione del decreto di sequestro disposto dalla magistratura salentina sugli ulivi destinatari dell’ordine di abbattimento nell’ambito del piano straordinario sul contenimento della diffusione del batterio. L'inchiesta è coordinata dai sostituti Elsa Valeria Mignone e Roberta Licci.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400