Giovedì 18 Agosto 2022 | 15:28

In Puglia e Basilicata

i provvedimenti

Coronavirus Basilicata, l'ospedale da campo dal Qatar si sdoppia tra Potenza e Policoro

Matera, dal Qatar un ospedale da campo servono 100 medici e 400 infermieri

Trecento posti nel capoluogo, duecento a Policoro, dopo l'esplosione della protesta per paura di una concentrazione di ammalati

12 Aprile 2020

Piero Miolla

Sarà sdoppiato l’ospedale da campo che il Qatar ha donato al nostro Paese e che si è deciso di allocare in Basilicata. Tre moduli, per complessivi 300 posti, saranno infatti insediati a Potenza, mentre gli altri due (dotazione di 200 posti letto), verranno destinati a Policoro. Ospiteranno persone positive al Covid-19 che, da fonti prossime al ministero e alla Regione Basilicata, dovrebbero provenire dalla sola Basilicata.

Soggetti positivi al Coronavirus che non necessitano di assistenza in malattie infettive o, peggio, in terapia intensiva e che, essendo contagiati, verrebbero dirottati nei due ospedali da campo sia per allontanarli dai familiari, sia perché, all’occorrenza, avrebbero già le cure direttamente nella struttura donata dal Qatar. A questo punto, però, ci si chiede dove e come verrà individuato il personale sanitario da impiegare in questi due nuclei da campo (si parla di più di 100 persone nel complesso). La previsione dell’allocazione della struttura del Qatar a Policoro, però, sta provocando fibrillazioni politiche, domande e semi insurrezioni popolari. Il commissario straordinario per l’emergenza, Domenico Arcuri ha chiesto “ai cittadini di Policoro di essere, se possibile, ancora più responsabili. Un ospedale di campo è importante e prezioso per loro prima ancora prima che per gli altri. Chiedo loro di assecondare la sua installazione nonostante il disagio. E’ una cosa che serve”. I consiglieri comunali di minoranza del centro ionico si sono detti “basiti e indignati: il sindaco Enrico Mascia ha informato la cittadinanza a decisione avvenuta e senza coinvolgerci. È una decisone opportuna?

Porterà benefici o stroncherà la possibile ripresa della città? Alla richiesta di chiarimenti al sindaco circa opportunità e motivazioni di una scelta presa unilateralmente è stato risposto: decisioni dall’alto. Dietro tale decisione c’è l’indirizzo regionale, che ha sostenuto l’opportunità dell’azione anche in termini di non gravità del contagio nel territorio lucano. Di fronte a ciò, siamo riusciti a far convenire tutti, sindaco compreso, sulla necessità di avere tesi ed evidenze scientifiche, logistiche ed organizzative che supportino l’installazione dell’ospedale a Policoro”. Anche alcuni cittadini hanno manifestato contrarietà lamentando di essere stati estromessi dalla decisione: lanciata anche una petizione online per cercare di dissuadere le istituzioni ad impiantare i due moduli. Contrario all’ospedale a Policoro il consigliere regionale della Lega, Pasquale Cariello, per il quale “Policoro ha bisogno di maggiori attenzioni da un punto di vista turistico e agricolo e di un potenziamento dell’ospedale Giovanni Paolo II. L’ospedale da campo, in questo momento, si dovrebbe fare nelle città dove si registrano più casi di Covid-19”. Il consigliere regionale di Italia Viva, Mario Polese, ha scritto al ministro Roberto Speranza chiedendo “la verità. Non lo comprendo io, ma soprattutto non lo capiscono i lucani, spaventati da tanta approssimazione e disinformazione”. Di regalo all’Italia da parte degli Emirati Arabi ha invece parlato il consigliere regionale di Forza Italia, Gerardo Bellettieri, per il quale “il Qatar ha dimostrato attenzione e sensibilità rispetto alla drammatica situazione italiana”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725