Lunedì 30 Marzo 2020 | 07:10

NEWS DALLA SEZIONE

Sulla nave di crociera
Coronavirus, marittimo di Mola a bordo della Costa Diadema ha polmonite

Coronavirus, marittimo di Mola a bordo della Costa Diadema ha polmonite

 
Solidarietà
Bari calcio, le lettere dei piccoli tifosi recapitate ai nonni con la spesa

Bari calcio, le lettere dei piccoli tifosi recapitate ai nonni con la spesa

 
Il caso
Coronavirus, sindaci Lega Puglia: «Buoni spesa non sufficienti»

Coronavirus, sindaci Lega Puglia: «Buoni spesa non sufficienti»

 
La curva statistica
Coronavirus in Puglia, come leggere i dati? Ce li spiega un matematico: segui la diretta

Coronavirus in Puglia, come leggere i dati? Ce li spiega un matematico: rivedi la diretta

 
Il decalogo
Coronavirus, il vademecum dell’Anci per i primi cittadini: 10 regole per la comunicazione

Coronavirus, il vademecum dell’Anci per i primi cittadini: 10 regole per la comunicazione

 
I dati
Coronavirus Italia, superati i 70mila contagi, i morti sono 10.779. Triplicati i guariti

Coronavirus Italia, superati i 70mila contagi, i morti sono 10.779. Triplicati i guariti

 
Il video
Coronavirus, Emiliano: «Distribuite tute non idonee. Bisogna proteggere i sanitari pugliesi»

Coronavirus, Emiliano: «Distribuite tute non idonee. Bisogna proteggere i sanitari pugliesi»

 
Il bollettino
Coronavirus Puglia, curva in leggero calo: 91 casi in un giorno, 1549 contagiati. Crescono i morti: 15. I dati per provincia

Coronavirus Puglia, curva in leggero calo: 91 casi in un giorno, 1549 contagiati. Crescono i morti: 15. I dati per provincia

 
Solidarietà tra stati
Coronavirus, l'Albania invia 30 medici e infermieri: «Non dimentichiamo l'Italia che ci ha aiutato»

Coronavirus, l'Albania invia 30 medici e infermieri: «Non dimentichiamo l'Italia che ci ha aiutato»

 
Il virus
Coronavirus, 24 contagi nel centro di riabilitazione Giovanni Paolo II di Putignano

Coronavirus, 22 contagi nel centro di riabilitazione Giovanni Paolo II di Putignano

 
L'emergenza al San Paolo
Bari, in 7 vivono in appartamento di 60 mq: tra loro nonno positivo al Covid 19

Bari, in 7 vivono in appartamento di 60 mq: tra loro nonno positivo al Covid 19

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceal vito fazzi
Lecce, inno d'Italia e sirene spiegate: le forze dell'ordine davanti all'ospedale ringraziano i medici

Lecce, inno d'Italia e sirene spiegate: le forze dell'ordine davanti all'ospedale ringraziano i medici

 
BariIl virus
Covid 19, altri 4 casi in una Rsa di Noicattaro: circa 30 persone a rischio. Casi positivi anche a Rutigliano

Covid 19, altri 4 casi in una Rssa di Noicattaro: circa 30 persone a rischio. Casi positivi anche a Rutigliano

 
TarantoIl personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 
PotenzaIl virus
Tolve, paese blindato per Coronavirus: la spesa si fa in ordine alfabetico

Tolve, paese blindato per Coronavirus: la spesa si fa in ordine alfabetico

 
Foggiapene inasprite
Rivolta in carcere Foggia: nuove misure per 4 detenuti

Rivolta in carcere Foggia: nuove misure per 4 detenuti

 
Batnuoto
«Stop Olimpiadi, ma penso positivo», parla la biscegliese Elena Di Liddo

«Stop Olimpiadi, ma penso positivo», parla la biscegliese Elena Di Liddo

 
Brindisiemergenza coronavirus
Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

 
Potenzaregione basilicata
Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

 

i più letti

le tragedie

Coronavirus, muore primo medico in Puglia: è un 59enne foggiano. Fimmg: combattiamo senza strumenti

Ieri, tra gli altri decessi, anche un docente, sempre della provincia di Foggia, e un brindisino

Coronavirus uccide due 54enni, a Foggia e Carovigno. Uno era «paladino» anti-xylella

Un medico di San Severo (Fg) in servizio a Torremaggiore, risultato positivo al Coronavirus, è morto ieri sera nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. L’uomo, Antonio Maghernino, perava nella guardia medica, aveva 59 anni ed era ricoverato nel reparto di rianimazione del nosocomio foggiano voluto a San Pio. La notizia ha fatto rapidamente il giro di tutta la collettività e ha avuto la conferma dal sindaco di San Severo, Francesco Miglio. Si tratta del primo medico vittima del coronavirus in Puglia. Decine i messaggi di cordoglio provenienti da ogni parte della provincia, soprattutto dalla zona in cui il medico operava.

LA FIMMG: MA CI SERVONO GLI STRUMENTI

«Con quella di Antonio - scrive Donato Monopoli, Segretario Fimmg Puglia, la Federazione medici di medicina generale - l’Italia registra 34 morti tra gli operatori sanitari, di cui 18 medici di medicina generale. I medici di famiglia e di continuità assistenziale seguitano infatti a combattere l’epidemia a mani nude, senza alcuna tutela, senza i dispositivi di protezione indispensabili. Nella nostra regione continuano ad essere drammaticamente insufficienti anche i dispositivi messi a disposizione delle guardie mediche. E pure i medici del 118 lamentano una dotazione di presidi di protezione individuale non sempre idonei e conformi alle prescrizioni dell'Istituto superiore di sanità».

I medici di famiglia hanno ampliato le ore di reperibilità telefonica, hanno attivato la possibilità di essere raggiunti dai pazienti tramite videochiamate, messaggistica Whatsapp o altre piattaforme telematiche già presenti sui sistemi gestionali della medicina generale. Ma in alcuni casi il contatto con il paziente è indispensabile per offrire assistenza, soprattutto nel momento in cui l’attività ordinaria degli ambulatori è stata sospesa dalle ASL.

Inoltre, dato che oltre il 50% dei pazienti Covid-19 vengono assistiti a domicilio, «il ruolo dei medici di famiglia e di continuità assistenziale è fondamentale proprio per combattere l’epidemia. La battaglia contro il coronavirus si vince sul territorio, trattando a domicilio in modo adeguato i casi meno gravi, in modo da evitare che peggiorino e vadano ad intasare le strutture ospedaliere. Ma per vincere questa battaglia non basta la dedizione e il sacrificio dei medici - pagati a prezzo carissimo da colleghi come Antonio Maghernino. Servono anche per l’assistenza domiciliare  i saturimetri, strumento di facile impiego per misurare la saturazione dell'ossigeno nel sangue e aiutare il medico a prendere le opportune decisioni terapeutiche. Altrimenti, il sacrificio di Antonio e dei tanti altri colleghi che hanno perso la vita facendo il loro lavoro sarà inutile».

“Diventa strategico un modello operativo del territorio non solo nella fase pandemica, ma anche in quella successiva, onde evitare reinfezioni e quindi nuovi focolai. - prosegue Monopoli - tutti i medici di medicina generale si stanno impegnando nel contenimento del contagio, monitorando a distanza i soggetti in quarantena e garantendo il miglior sostegno assistenziale possibile ai pazienti. Ma se vogliamo vincere il Covid-19 serve un’attenzione al territorio che finora è mancata”.

L'ALLARME DEI CONTAGI OSPEDALIERI E LE MASCHERINE

Quello dei contagi tra gli operatori sanitari è una delle maggiori criticità di questa emergenza: purtroppo in tutta la regione si registrano focolai in strutture sanitarie che rischiano di mettere a dura prova la tenuta di un sistema sanitario già di per sè fragile perchè non tarato su un fenomeno di queste proporzioni.

Per tale motivo le rappresentanze dei medici e degli operatori sanitari lamentano la carenza di dispositivi di protezione (mascherine, tute, ecc.) che, come ha denunciato lo stesso governatore Emiliano, in Puglia tardano ad arrivare.

ALTRO DECESSO A SAN MARCO IN LAMIS - Un 63enne di San Marco in Lamis, nel Foggiano, risultato positivo al virus Covid 19, è deceduto in nottata nel reparto di rianimazione del Policlinico di Foggia dove era ricoverato alcuni giorni fa. È quanto conferma il sindaco del comune Garganico Michele Merla, che specifica che il paziente era affetto da patologie pregresse. «In questi giorni in cui è previsto il picco - racconta, poi, il primo cittadino - ho stabilito che tutte le attività commerciali restino chiuse nelle ore pomeridiane, ad eccezione delle quattro farmacie che svolgono regolare servizio». 

Ieri la morte di due 54enni, uno al Perrino di Brindisi, l'altro nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Nel Brindisino è morto Raffaele De Giovanni, da oltre 25 anni riferimento della Cia Agricoltori Italiani sul territorio di Carovigno. De Giovanni era perito agrario ed aveva 54 anni, e da domenica 8 marzo si trovava ricoverato in terapia intensiva nell’ospedale «Perrino» di Brindisi, in quanto risultato positivo al Covid-19.  Apprezzato e stimato tecnico agrario, da diversi anni era anche impegnato nei progetti di valorizzazione dell’olio di oliva, e negli ultimi anni si era dedicato anima e corpo alla lotta alla Xylella fastidiosa.

Nel Foggiano, invece è morto all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo un docente di San Nicandro Garganico) risultato positivo al Coronavirus. Ne dà conferma il primo cittadino del comune Garganico, Costantino Ciavarella. L’uomo di 54 anni era ricoverato dallo scorso 2 marzo e - a quanto si apprende - era affetto da patologie pregresse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie