Mercoledì 29 Gennaio 2020 | 12:46

NEWS DALLA SEZIONE

Economia
A Melfi si produrrà la nuoiva Jeep Compass, «ossigeno» per gli operai fcamelfi,

A Melfi si produrrà la nuoiva Jeep Compass, «ossigeno» per gli operai Fca

 
Il ministro sull'ex Ilva
Taranto, ArcelorMittal, fatture non pagate: aziende dell'indotto domani in assemblea

Taranto, su Mittal ultimatum di Patuanelli: «Chiudere intesa entro venerdì o si va in Tribunale»

 
La segnalazione
Foggia, allarme bomba, evacuato il Tribunale

Foggia, falso allarme bomba nel Tribunale

 
La decisione
Potenza, tifosi investiti: domenica gare Vultur Rionero e Mefli a porte chiuse

Potenza, tifosi investiti: domenica gare Vultur Rionero e Melfi a porte chiuse

 
Immigrazione
Taranto, sbarcate 403 persone dalla «Ocean Viking»

Taranto, sbarcati i 403 migranti della «Ocean Viking»: «Viaggio da incubo»

 
L'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto motociclista in via Caldarola e fugge: preso dalla Polizia

 
La terra trema
Terremoto in Albania, scossa di magnitudo 5.0 a Durazzo: avvertita anche in Puglia

Terremoto in Albania, scossa di magnitudo 5.0 a Durazzo: avvertita anche in Puglia

 
Serie A
Lecce calcio, Riccardi prolunga fino a giugno 2022

Lecce calcio, Riccardi prolunga fino a giugno 2022

 
La decisione
Puglia, approvata in Consiglio regionale nuova legge per tutela animali

Puglia, approvata in Consiglio regionale nuova legge per tutela animali. Veterinario gratis per chi adotta

 
Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 
Il caso
Taranto, frantumavano la costa per prendere i datteri di mare: 49 indagati

Taranto, frantumavano la costa per prendere i datteri di mare: 49 indagati

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

Bari calcio, Costa: «Da ora per noi ogni gara è una finale»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaEconomia
A Melfi si produrrà la nuoiva Jeep Compass, «ossigeno» per gli operai fcamelfi,

A Melfi si produrrà la nuoiva Jeep Compass, «ossigeno» per gli operai Fca

 
TarantoIl ministro sull'ex Ilva
Taranto, ArcelorMittal, fatture non pagate: aziende dell'indotto domani in assemblea

Taranto, su Mittal ultimatum di Patuanelli: «Chiudere intesa entro venerdì o si va in Tribunale»

 
Materala scoperta
Policoro, incendiano auto: denunciati 2 piromani

Policoro, incendiano auto: denunciati 2 piromani

 
FoggiaLa segnalazione
Foggia, allarme bomba, evacuato il Tribunale

Foggia, falso allarme bomba nel Tribunale

 
Brindisil'operazione
Brindisi, turbativa d'asta nella vendita di beni all'asta: due ai domiciliari

Brindisi, turbavano le aste giudiziarie per aggiudicarsi i beni: due arrestati

 
BariL'incidente a Japigia
Bari, investe con l'auto un motociclista in via Caldarola e fugge: beccato dalla polizia

Bari, investe con l'auto motociclista in via Caldarola e fugge: preso dalla Polizia

 
BatIl processo
Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

Mafia, chiesti 16 anni a pregiudicato per 2 tentati omicidi nel Nord Barese

 
HomeIl fenomeno
Morbillo, allarme in Salento 40 casi in un mese: anche 4 bimbi, due figli di «no vax»

Morbillo, in Salento due casi al giorno, coinvolti adulti e bimbi: anche figli di «no vax»

 

i più letti

Il gasdotto

Ex grillini all'attacco: «Sequestrate cantiere Tap», esposto in Procura

La parlamentare Giannone ha consegnato l'atto. L'accusa: inosservate le prescrizioni ambientali e aggirato il decreto ministeriale di Costa

Ex grillini all'attacco: «Sequestrate cantiere Tap», esposto in Procura

«Oggi, insieme ai colleghi parlamentari Cunial, Buccarella e De Bonis abbiamo presentato in Procura a Lecce una richiesta di sequestro del cantiere Tap, o almeno il sequestro del pozzo di spinta, integrando di fatto un precedente esposto dello scorso maggio». Ad affermarlo è la parlamentare ex 5S Veronica Giannone, che ieri ha personalmente consegnato l’atto in Procura.
La richiesta raccoglie le informazioni già comunicate anche in Parlamento, lo scorso 10 luglio, in una interrogazione al ministro Costa in cui i parlamentari pentastellati, oggi tutti nel Gruppo Misto di Camera e Senato, denunciavano le «gravi irregolarità del progetto - spiegano Cunial e Giannone - Il pozzo di spinta costruito nel cantiere, infatti, non solo risulta difforme dal progetto approvato con decreto ministeriale, ma è stato realizzato prima della chiusura dell’iter di esclusione dalla Via (Valutazione di impatto ambientale), avvenuto con parere positivo dell’apposita commissione, ai primi di marzo scorso».

In sostanza - sostengono i parlamentari - il pozzo è stato portato a termine in anticipo rispetto al via libera. E non è stato assoggettato ad alcuna variante, né a preventiva verifica di esclusione da valutazione di impatto ambientale». Tra l’altro, aggiungono, in alcune modifiche al progetto originario, come l’allungamento del microtunnel e ancor più nel caso della variante progettuale del pozzo di spinta, «non c’è traccia degli atti autorizzativi del MISE (autorità espropriante) così come previsto dal DPR 327/2001. Considerato che parliamo di terreni sottoposti a vincoli idrogeologici e paesaggistici - concludono i parlamentari - le irregolarità illustrate potrebbero configurare gravi reati. Per questo ci auguriamo che siano prese tempestivamente misure adeguate».

A Montecitorio, i parlamentari affiancati dagli esperti che avevano lavorato sul primo esposto presentato in Procura da undici parlamentari del gruppo misto, avevano spiegato i punti salienti della denuncia. In particolare, a loro dire, con uno «stratagemma» è stata frazionata l’opera in modo da non consentire la determinazione dell’impatto cumulativo dal punt di vista ambientale sulla spiaggia di Melendugno. Quanto alle prescrizioni del decreto Via, «le varianti dovevano essere sottoposte a verifica di assoggettabilità, ma questo non è avvenuto, per tante varianti». Al loro fianco esponenti del comitato No Tap Salento, che denunciavano di essere venuti a conoscenza «della presenza di cromo esavalente solo dopo che il lavoro è stato fatto - ha detto - Regione, Arpa e magistratura devono controllare». Tutti elementi che, insieme all’esposto di ieri, vengono ritenuti utili per portare al sequestro cautelare dell’opera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie