Domenica 21 Luglio 2019 | 18:50

NEWS DALLA SEZIONE

Il premio
Vieste Archeofilm: vince Nicolò Bongiorno, figlio di Mike

Vieste Archeofilm: vince Nicolò Bongiorno, figlio di Mike

 
La tragedia
Foggia, scontro tra auto della Finanza e scooter: muore 15enne

Foggia, auto della Finanza contro scooter: muore 15enne, non aveva il casco

 
nel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
Il rapporto
Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

Relazione semestrale Dia: «Mafia foggiana più efferata della 'ndrangheta»

 
Lo stabilimento
Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: in arrivo 1500 posti di lavoro

Con la Princes Foggia diventa capitale del pomodoro: ogni stagione offerti fino a 1500 posti di lavoro

 
Sfruttamento del lavoro
Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

Caporalato, conferenza permanente in Prefettura a Foggia

 
Corsa alle polizze
Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

Foggia, clima pazzo: agricoltori «costretti» ad assicurarsi

 
Emergenza abitativa
Foggia, da 14 anni vivono in container invasi da topi e blatte: la protesta delle mamme

Foggia, da 14 anni in container invasi da topi e blatte: secondo giorno di protesta delle mamme

 
Femminicidio
San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata

San Severo, uccisa dal fidanzato, il legale: è morta annegata, non strangolata. Domani i funerali

 
Nel Foggiano
Orta Nova, commando sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

Orta Nova, banda sequestra camionista e scappa con tir pieno di sigarette

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batil salvataggio
Margherita di Savoia, tartaruga incastrata in una boa: salvata dal 118 in idromoto

Margherita di Savoia, tartaruga incastrata in una boa: salvata dal 118 in idromoto

 
LecceMigranti
Gallipoli, 55 pakistani sbarcati sull'Isola di S.Andrea

Gallipoli, 55 pakistani sbarcati sull'Isola di S.Andrea

 
FoggiaIl premio
Vieste Archeofilm: vince Nicolò Bongiorno, figlio di Mike

Vieste Archeofilm: vince Nicolò Bongiorno, figlio di Mike

 
HomeLa scoperta
Brindisi, tre migranti trovati semi asfissiati in cella frigo su tir

Brindisi, tre migranti trovati semi asfissiati in cella frigo su tir

 
MateraIl convegno
Confindustria, Boccia a Matera: «Siamo la seconda manifattura d’Europa»

Confindustria, Boccia a Matera: «Siamo la seconda manifattura d’Europa»

 
PotenzaL'operazione
Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

Basilicata, lotta allo spaccio, controlli dei cc: 5 denunciati

 
HomeL'allarme
La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

 

i più letti

Dai Cacciatori

Vieste, preso 26enne armato
era sfuggito a due attentati

Aveva nascosto un fucile a canne mozzate cal. 12 nel terreno adiacente la sua abitazione, e per tale motivo i carabinieri hanno fermato Girolamo Perna, 26 anni, di Vieste, vittima di due attentati falliti. Il fucile recuperato è risultato rubato nel 1995 ma perfettamente conservato e pronto a sparare, con due pallettoni già inseriti in canna. Girolamo Perna è ritenuto dagli inquirenti vicino alle famiglie mafiose di Vieste Notarangelo e Raduano. A recuperare l'arma, abilmente celata nel terreno nella disponibilità di Girolamo Perna, sono stati i carabinieri del Gruppo Cacciatori di Calabria e Sardegna giunti in rinforzo sul Gargano, dopo l'agguato in cui il 9 agosto scorso sono morte a San Marco in Lamis quattro persone e dopo i recenti fatti di sangue avvenuti nella provincia a causa di violenti contrasti tra clan.

Sull'arma verranno eseguiti tutti gli accertamenti tecnici per verificare se la stessa sia stata utilizzata o meno in altri fatti di sangue. Perna, con precedenti per reati contro il patrimonio e detenzione illecita di armi, fu in passato vittima di due agguati, entrambi falliti, a suo carico. Il primo, il 28 settembre scorso, quando ignoti lo aspettarono nei pressi della sua abitazione, a circa 10 km dal centro abitato viestano. Persone non ancora identificate gli spararono contro alcuni colpi di arma da fuoco che lo ferirono alle gambe. Il secondo episodio si è verificato il 12 marzo scorso, in contrada Chiesola: Perna era in compagnia della moglie e delle figlie di 2 e 5 anni quando vennero sparati alcuni colpi di pistola contro di lui. Il 26enne, che era armato, riuscì a mettere in sicurezza la famiglia e rispose al fuoco. In quell'occasione fu arrestato per la detenzione illegale dell’arma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie